16°

31°

Terrorismo

"Siamo in guerra". Ma con che mezzi...?

"Siamo in guerra". Ma con che mezzi...?
Ricevi gratis le news
26

L'allarme lo lancia uno dei sindacati di polizia: «Tutti dicono che siamo in guerra ma mancano i mezzi». Auto da rottamare, armi vecchie, scarse risorse umane. E per sparare si deve andare a Piacenza. Ecco la situazione. E le richieste degli agenti.

Luca Pelagatti

Lo ripetono tutti: siamo in guerra. Una guerra asimmetrica, come si usa dire adesso, combattuta con le regole sporche del terrorismo. Ma sempre, è ovvio, con le armi. Peccato però che chi ci deve difendere, ovvero le nostre forze dell'ordine, sia troppo spesso sprovvisto dei mezzi necessari. Per carità, il coraggio, l'abnegazione, l'impegno non mancano. Ma probabilmente con gente armata di kalashinov e cinture esplosive serve di più. «La situazione è tutt'altro che ottimale -spiega Claudio Gravante, segretario provinciale del Coisp, uno dei sindacati della polizia di Stato. - Da anni si susseguono i tagli ai finanziamenti destinati alle forze dell'ordine. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti». Come dire: siamo in guerra. Ma non siamo abbastanza armati. «Un esempio eclatante riguarda i mezzi. L'ufficio volanti della questura ha in dotazione sei auto: peccato che solo tre siano abbastanza nuove. Le altre hanno percorso più di duecentomila chilometri ognuna». E in caso di emergenza il rischio è quello di dover spremere le ultime energie da motori esausti.

«Un altro caso limite è quello della polizia stradale che, nella nostra città, ha una sola vettura di servizio fornita dal Ministero. Le altre sono quelle destinate al controllo in autostrada che sono pagate dalle stesse società di gestione. E per questo non si possono usare sulla normale rete stradale».

Insomma, mezzi scarsi e pure scalcinati. Mentre le risorse umane, le più preziose, lentamente si disperdono. «A causa dei tagli per ogni cinque agenti che vanno in pensione solo uno viene reintegrato. Il risultato? Trent'anni fa, con la città e una presenza di criminalità ben diversa da quella attuale, c'erano in servizio tre pattuglie delle volanti. E spesso erano formate da tre agenti ognuna. Ora sono due con solo due operatori».

E dettaglio non banale, l'età media è piuttosto alta, sui 35 anni. Per chi vive e opera in strada, e quindi in prima linea, giovinezza e forza fisica sono indispensabili. «Ma un fisico forte non basta e da anni chiediamo che i poliziotti siano forniti di mezzi indispensabili per controllare eventuali aggressori senza dover usare le armi da fuoco. Pensiamo ai teser, ovvero le pistole elettriche, e lo spray al peperoncino. Il paradosso è che ogni privato cittadino può andare in armeria e comprarselo. Ma noi poliziotti non lo abbiamo».

Vero, ma si potrebbe obiettare che gli agenti hanno in dotazione la pistola e la mitraglietta M12. Che però, fantastico esempio di longevità, risale ai primi anni '60. «Un'ottima arma non c'è che dire. Ma quando io sono entrato in polizia, nel 1987, era già in uso da anni. Ora servirebbero altri strumenti e più addestramento anche per migliorare il tiro dinamico. In media si va al poligono due volte all'anno e per sparare con l'M12 dobbiamo spostarci a Reggio o a Piacenza perché il poligono di Parma non è omologato».

Un piccolo segnale anche questo di difficoltà croniche: «Ormai è persino difficile ottenere pneumatici invernali per le auto o le divise di ricambio: ci sono colleghi che se le devono comprare a proprie spese - prosegue il segretario provinciale del Coisp che compendia la situazione con una battuta amara: «Siamo in una situazione tale per cui facciamo fatica a gestire la nostra stessa sicurezza».

Ovviamente la soluzione ci sarebbe: aumentare le risorse per le forze dell'ordine. E di conseguenza alla sicurezza di tutti noi. «I sindacati come il nostro ormai fanno battaglie solo per ottenere gli strumenti minimi per garantire il nostro lavoro». Ma si tratta di lotte che nel recente passato non hanno ottenuto risultati sperati. «Ora che l'emergenza è massima e che si ribadisce a gran voce da parte di tutti la voglia di rispondere nella maniera più efficace alle minacce sarebbe il momento per fare investimenti».

Perché non bastano i soldati in mimetica che presidiano alcuni obiettivi sensibili. Serve che le forze dell'ordine abbiano gli strumenti indispensabili al loro compito. Le immagini delle stragi di questi giorni le abbiamo viste tutti: ci sono sempre uomini con la divisa e la scritta polizia. Siamo tutti in guerra. Ma loro sono in prima linea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ANONIMUS

    21 Novembre @ 09.44

    Mi sbaglierò ma più che armi nuove o potenti in questo momento é ora di cambiare qualche legge! Iniziare a chiudere moschee non regolari e controllare chi fa viaggi in Siria e poi torna e magari prima di dare un appartamento e mantere queste persone sapere chi sono "vedi ultimi arresti dei carabinieri dei ros " ecc. In sostanza aumentare al massimo i controlli con uomini nelle strade ma sopratutto aumentare fondi per l intelligence! Dicevano PREVENIRE é meglio che CURARE.

    Rispondi

  • Francesco

    21 Novembre @ 05.04

    brundofrancesco@libero.it

    Bando alle ciancie, usiamo la fionda e non se ne parli più, tanto c'è rimasto solo che sperare....

    Rispondi

  • Michele E

    21 Novembre @ 00.22

    La scrivo qui a scanso di equivoci. Vercingetorige h18.29 mi spiace dovertelo dire ma datti pure una calmata. Se non hai capito la mia risposta forse è perchè non era rivolta a te, dato che l'ho inviata un quarto d'ora prima del tuo commento e, pur con tutto l'impegno, non riesco a prevedere il futuro. Se il sito della gazzetta ordina le risposte al contrario prenditela con Balestrazzi. Penso di esprimermi abbastanza correttamente: mai sbagliato un congiuntivo nemmeno alle elementari, se non ti è chiaro qualche periodo chiedimi pure, prima di alzare la voce. Al poligono ci sono andato in gioventù, ho visto pistole e "pistola", ricordo anche la jeep e il merlo nero di They, ma non ci ho mai visto Carabinieri con l'M12. Se poi il destinatario della risposta ti fa compagnia e non l'ha capita nemmeno lui è un altro discorso, ma mica do la colpa a te che ! Buonanotte.

    Rispondi

    • 21 Novembre @ 07.24

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Mi spiace avere contribuito all'equivoco: quando ci sono tanti commenti a volte succede. Resta l'invito a tutti a stare più tranquilli e con toni moderati, così ci spieghiamo meglio e senza problemi. Grazie.

      Rispondi

  • fortunato

    20 Novembre @ 17.46

    i ladri fanno festa, con queste agevolazioni che ci sono, alè, alè.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    20 Novembre @ 17.28

    VI SIETE DOMANDATI COSA NE SARA' DEI SOCCORSI SANITARI ALLE VITTIME DI DISASTRI COME QUELLO DI PARIGI , SE ACCADESSERO IN ITALIA ? Vi siete domandati cosa farà il nostro "118" ? Cosa faranno i nostri Ospedali , ed , in particolare , i nostri Pronto Soccorso , le nostre Rianimazioni , le nostre Chirurgie , le nostre Ortopedie , le nostre Chirurgie Plastiche e Centri Grandi Ustionati , le nostre Radiologie ? Andate a vedere un nostro Pronto Soccorso , coi pazienti con la polmonite che aspettano in barella per giorni prima di trovare un posto-letto per il ricovero in Reparto , dove si accalcano quelli che vanno ai Servizi d' Emergenza dell' Ospedale per la tosse e il mal di gola , e protestano pure perchè devono aspettare. Andate a vedere , poi immaginate che , d' improvviso , tutto d' un colpo , arrivino , lì in mezzo , centinaia di feriti , molti dei quali gravissimi ! OGNI OSPEDALE DOVREBBE ESSERE PRONTO A METTERE SUBITO IN ATTO IL SUO "P.E.I.M.A.F. " ( Piano Intraospedaliero per il Massiccio Afflusso di Feriti ) . Quanti Ospedali hanno il loro P.E.I.M.A.F. ? Quanti Medici , Infermieri , Tecnici ed Ausiliari sanno che esiste ( laddove esiste ) , sanno cos' è , lo conoscono e sono pronti a metterlo in pratica ? E' su queste cose che un Sistema Sanitario dignitoso , adeguato e responsabile , distribuisce gli "Oscar" ! Sulla partita doppia entrate - uscite si danno gli "oscar" alle formaggerie ! VI DICO QUESTO , A FUTURA MEMORIA , PERCHE' , SE , E QUANDO , IL DISASTRO SUCCEDERA' ANCHE DA NOI , COME MOLTI TEMONO , giornali e televisioni inzupperanno pane e biscotti nello SCANDALO DEI SOCCORSI .

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il pranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

2commenti

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

6commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

1commento

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

2commenti

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

2commenti

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

3commenti

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

7commenti

ITALIA/MONDO

danimarca

Trovato decapitato il corpo di Kim, la giornalista scomparsa sul sottomarino

taranto

Gioca 2 euro al 10eLotto e vince 1 milione

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

Irlanda

Il bodybuilder al supermarket è uno show

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti