Aggredito

Campari: «Potevano uccidermi»

Campari: «Potevano uccidermi»
Ricevi gratis le news
11

Il segretario cittadino della Lega Nord, Maurizio Campari, racconta l'aggressione subìta e annuncia: «Sabato tornerò in via Mazzini ma non sarà una sfida».

 

Laura Frugoni

E' l'unico che finora non aveva detto «bau». Nemmeno un granellino aveva aggiunto al polverone che s'è alzato in questi giorni - tra le mazze rotanti nei selfie di Rainieri e i «vade retro violenza» nel coro dei politici - sull'aggressione andata in scena davanti al gazebo della Lega Nord in via Mazzini, sabato pomeriggio.

Ma fino a prova contraria quello che sabato è finito sotto una scarica di calci e i pugni è proprio lui: Maurizio Campari, 42 anni, segretario cittadino del Carroccio dall'inizio di marzo.

«Se vuole venire in ufficio le racconto come è andata», risponde al telefono, cinque minuti e siamo lì. Campari vende rombanti gioiellini d'epoca insieme al fratello e al padre. Un cerotto sul naso, ieri mattina è andato in questura a far denuncia e poi è tornato al suo posto in autosalone, anche se non pare una gran giornata («ho la nausea, sono tutto rotto»).

Del leghista ipersanguigno non ha l'aspetto e nemmeno il linguaggio colorito di certi colleghi. Toni pacati: mette subito in chiaro che sabato tornerà nel gazebo di via Mazzini. «Ci sarò come sempre. Ma la mia non vuole essere una sfida. E non porteremo nessuna mazza, solo volantini».

Dunque cos'è successo, l'altro giorno, Campari? «E' passato 'sto gruppetto, s'è sentito volare un “bastardi” ma agli insulti di questo genere siamo abituati, non ci facciamo più caso. Sto parlando con un signore senza casa quando uno del gruppo viene davanti al banchetto e si prende tutta la pila dei volantini. Istintivamente vado verso di lui: “ma cosa fai?”. Non gli ho detto neanche una parolaccia, pensavo solo al fatto che restavamo senza materiale. A quel punto lui butta per terra tutto. Per dispetto: pensavo fosse finita lì. Mi piego per raccogliere i fogli e mi arriva il primo calcio in faccia. Faccio per tirarmi su e mi arriva un pugno nello zigomo. Realizzo che mi stanno picchiando: vedo quello che mi ha dato il calcio, altri due che mi hanno colpito alle spalle. Mi sposto sulla destra per capire almeno quanti sono e a quel punto devono aver realizzato che faccenda stava prendendo una piega grave.... Tre sono scappati. Un altro è rimasto ancora qualche istante ostentando un atteggiamento di sfida, poi è andato via anche lui».

Nessuno ha cercato di fermare il pestaggio? Chi c'era con lei al banchetto? Ci sono altri testimoni? «Di testimoni ce ne sono molti, spero anche che qualche telecamera abbia ripreso la scena. Insieme a me c'erano un militante anziano e una ragazza, che veniva per la prima volta».

Campari dice di non conoscere chi l'ha aggredito. «Giovani ma non giovanissimi: maggiorenni, secondo me. Non sono persone che vedo abitualmente, non so se è gente avvezza a venirci a trovare. Quello che so è che stanno alzando sempre più l'asticella. Non hanno neanche cercato un pretesto, volevano innescare una reazione che però non c'è stata. E volevano farmi molto male: con un calcio in faccia uno lo puoi anche ammazzare. Questo dimostra a che livello di violenza siamo arrivati: una deriva che in una società civile non può essere accettata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oberto

    24 Novembre @ 19.00

    volto completamente tumefatto !!

    Rispondi

  • Massimiliano

    24 Novembre @ 15.04

    Accidenti e poi i violenti sono quelli di destra vero????

    Rispondi

  • marco

    24 Novembre @ 14.29

    certo che ha vedere la foto non sembra uno preso a calci e pugni in faccia..anche quel cerottino sul naso perfettamente integro,neanche un pò colorato,zero lividi ..mah qualche dubbio viene..magari è volato qualche spintone per carità. Cmq,da entrambe le parti,su internet se ne dicono e scrivono di tutti i colori,poi mi sembra "normale "che quando si incontrano ci siano sientille...sopratutto se è vero che la penna ferisce più della spada.Risulto sempre sorpreso dallo scandalizzarsi degli attempati,a sentire i racconti di mio padre,e prima di mio nonno,le platte volavano molto di più.platte serie poi...

    Rispondi

  • AndreaPR

    24 Novembre @ 14.25

    AndreaPR

    ODDIO MA L'HANNO SFIGURATO! Ah è la sua faccia? Chiedo scusa.

    Rispondi

  • filippo

    24 Novembre @ 13.42

    la sinistra è cosi democratica che non accetta chi la pensa diversamente...

    Rispondi

    • antonio

      24 Novembre @ 22.29

      Prima di parlare guardati in casa se ne hai le capacità

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS