18°

33°

L'inchiesta

Ladri in casa? Ecco cosa farebbero i parmigiani

Ladri in casa? Ecco cosa farebbero i parmigiani
Ricevi gratis le news
35

Cosa fareste se in casa vostra vi trovaste di fronte a un ladro? La Gazzetta l'ha chiesto ai parmigiani, che si sono divisi: chi è pronto a reazioni drastiche, chi pensa che non sia giusto farsi giustizia da sé.

Silvio Tiseno

E’ un tema di cui si è spesso discusso quello della legittima difesa e di quali debbano esserne i limiti, una discussione resa ancor più attuale dai recenti fatti di cronaca che hanno visto come protagonisti cittadini che, trovandosi faccia a faccia con i ladri, hanno reagito ferendo o uccidendo i malintenzionati. L'ultimo di questi casi, avvenuto nel Milanese, riguarda un gioielliere che ha ucciso il rapinatore – l'ergastolano albanese Valentin Frrokaj, evaso nel 2013 dal carcere di Parma – che era penetrato in casa sua e aveva minacciato lui e la sua famiglia. A fronte di una crescente ondata di criminalità, tra gli italiani è cresciuto il senso di insicurezza. Sull’argomento la platea parmigiana sembra essere divisa in due tra chi sostiene che sia giusto farsi giustizia da soli e chi pensa che la certezza della pena sia l’unica risposta possibile.

Tra chi vorrebbe maggiori strumenti per difendersi c’è l’ex giocatore di baseball Alessandro Signifredi: «Ho tre figli e se dovesse capitare di trovarmi un malintenzionato in casa non esiterei ad affrontarlo. Pur non credendo nell’uso delle armi, se i legislatori dessero la possibilità di armarsi sarei tra coloro che acquisterebbero un’arma da fuoco per difendere la propria famiglia, questo perché la situazione è diventata insostenibile». Mentre per Marco Tebaldi «la legittima difesa “all’americana”, facendosi giustizia da soli, in una società come la nostra non dovrebbe esistere: si alza il livello dello scontro e della violenza con il conseguente risultato di un grande Far West, ci trasformeremmo in animali. La soluzione consiste nel cambiare radicalmente l’ordinamento penale: chi sbaglia deve pagare per gli errori commessi senza usufruire di sconti di pena». È dello stesso avviso Corrado Occhi: «Servono certezza della pena e rispetto delle leggi, come avviene negli altri Paesi occidentali. La giustizia dovrebbe essere al primo punto nell’agenda di governo e i magistrati dovrebbero avere meno potere: se ciò si realizzasse non ci sarebbero fatti di cronaca come quelli delle ultime settimane». Anche per il 24enne Mattia Maffini «farsi giustizia da soli non è la soluzione, l’uso di armi è eccessivo e pericoloso».

Una visione diametralmente opposta è quella di Ugo Romanini: «Secondo me – osserva – hanno fatto bene quei cittadini che hanno sparato per difendersi: a casa mia sono io il padrone e non devo vivere con la paura che qualcuno possa arrivare a fare del male a me o alla mia famiglia. A casa detengo regolarmente una pistola e non esiterei a usarla: sarei disposto ad accettare le conseguenze delle mie azioni».

Mentre Massimo Peschieri, che gestisce un’edicola, è stato più volte bersaglio di malintenzionati e in due occasioni, grazie alla sua pronta reazione, è riuscito a mettere in fuga i ladri che avevano preso di mira la sua attività. «Per ben tre volte – ricorda – sono stato derubato, subendo importanti danni economici, e se per due volte non ci sono riusciti è stato soltanto perché sono stato pronto a reagire. Con una situazione come quella attuale, invivibile per tanti che lavorano in proprio, penso che lo Stato debba autorizzare i commercianti ad armarsi. Siamo stanchi di alzarci ogni mattina alle 5 e vedere quattro balordi distruggere i frutti del nostro sudore».

Per Anna Pepe «le forze dell’ordine hanno le mani legate e pochi mezzi a disposizione: da figlia di un poliziotto in pensione conosco bene qual è la situazione. Credo sia giusto difendersi da soli, questo per far fronte alle tante carenze dello Stato». Nicolò Bompani focalizza invece l’attenzione sugli ultimi fatti di cronaca e sulle accuse che dovranno affrontare quei cittadini che hanno deciso di farsi giustizia da soli: «Non c’è giustizia in questo Paese, non è giusto che chi difende una proprietà passi, per la giustizia italiana, da vittima a carnefice. Ciò non toglie che uccidere è sbagliato e rovina la vita di chi compie l’omicidio».

Per Enza Canali «i casi di violenza nelle nostre città sono in continuo aumento, non bisogna arrivare al Far West ma credo che frequentare corsi di autodifesa sia indispensabile per vivere con un minimo di sicurezza». Mentre la 25enne Katia Portaro sostiene che «il diritto alla legittima difesa è sacrosanto. Purtroppo, alcune settimane fa sono stata vittima di un tentativo di aggressione in un parcheggio e credo che sulla situazione dei parcheggiatori abusivi sia arrivato il momento di prendere provvedimenti avviando controlli di routine e allontanandoli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bruno

    28 Novembre @ 09.14

    La legittima difesa è un conto i pistoleri che provano a fare giustizia sommaria sono un altro. Non a caso il gioielliere che ha difeso la sua famiglia da banditi armati ha rilasciato interviste dove non si è neanche fatto riprendere il viso, il pensionato che ha sparato nella schiena ad un ladro disarmato che stava scappando ha subito tenuto un comizio dal balcone ed è già entrato in politica...

    Rispondi

    • Medioman

      28 Novembre @ 11.06

      ... e ha fatto bene! Meriterebbe il mio voto. Sono stufo di personaggi untuosi, ipocriti, alla "volemose bene" (tanto, sono tutti c.... vostri). Meglio un "delinquente dichiarato" di un "falso innocentino".

      Rispondi

  • inside

    27 Novembre @ 21.09

    certamente chi entra in casa altrui di notte è un delinquente e deve essere reso innoquo come disse il prelato della bassa . come si può gestire in un momento di panico la volontà di difendersi senza uccidere le pallotole vanno non stai a mirare od altro spari e basta se ne ai il tempo, certamente non sono andato in casa sua lui è in casa mia. chi giudica l'eccesso di difesa probabilmente è un deficiente. io spero che vadano a casa sua e gli violentino tutta la loro famiglia dopo li intervisterei e chiederei loro come si sono sentiti nell'anima .

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Novembre @ 18.41

    UNA LEGGE SULLA "LEGITTIMA DIFESA" E' ATTUALMENTE IN COMMISSIONE IN PARLAMENTO . Vedremo cosa ne uscirà . Dovrebbe allargarne un po' i termini , ma non credo che permetterà il "far west" . ATTENZIONE ALL' ALTRO ASPETTO DELLA MEDAGLIA ! Se sparare contro i ladri dovesse diventare abituale , i ladri potrebbero essere indotti ad armarsi a loro volta , e , probabilmente , sparerebbero per primi.

    Rispondi

    • sabcarrera

      27 Novembre @ 22.00

      Arrivano già armati

      Rispondi

      • Vercingetorige

        28 Novembre @ 12.09

        Finora i ladri non hanno sparato ( parlo di ladri , non di rapinatori od altro , che sono un' altra cosa) . Il giorno in cui si armassero con armi da fuoco probabilmente sparerebbero per primi.

        Rispondi

  • matteo

    27 Novembre @ 15.52

    Eccolo quà un ennesimo esempio di come la gazzetta continui costantemente a scatenare lo scontro tra i lettori. ma che domanda sarebbe questa? ovvio che le risposte sono solamente di due categorie.... facciamo un bel sondaggio? l'ennesimo? per scoprire poi cosa, che alla maggior parte dei tuoi lettori prudono le mani? che alla maggior parte dei tuoi lettori piacerebbe usare la forza sino ad uccidere? Guarda gazzetta che il risultato di queste reazioni sono causate prevalentemente da te! io ti considero corresponsabile dell'odio e dell'intolleranza attualmente dilagante. Continui a gettare benza sul fuoco coi tuoi metodi subdoli provocando un sempre maggior odio e distacco tra la gente. sei tra i principali responsabili dell'odio, del razzismo e dell'intolleranza che sta dilagando. Per il solo scopo di ottenere maggior numero di lettori. il tutto per i soliti soldi. E se poi si arriva ad avere, come negli usa, le armi in casa saresti contenta? anche quando poi un ragazzo entra nella scuola e fa una strage, come negli usa, saresti contenta? Invece di promuovere la pace e soprattutto l'eliminazione delle armi tu che fai? ti metti a fare i sondaggetti inutili da bar! vergogna.

    Rispondi

    • sabcarrera

      27 Novembre @ 22.10

      Cercherò di usare l'amore quando mi entrerà il ladro armato in casa.

      Rispondi

    • Maurizio

      27 Novembre @ 22.01

      Matteo ma sei il cugino di michele? basta con questa storia, se fosse come dici tu la gazzetta dovrebbe sparire e chiudere il sito o almeno gli spazi commenti, sono due giorni ormai che critichi la gazzetta su ogni articolo che ha pubblicato, anche positivo, sul sindaco. Che colpa ne ha la gazzetta, i giornalisti scrivono e, come dice il balestrazzi, a voi la parola, se poi la gente scrive stupidate e falsità sono cavoli loro, ci sono persone che con i propri commenti si qualificano da soli, cosa deve fare la gazzetta cestinarli? Perchè invece di prendertela con la gazzetta non te la prendi, ad esempio, con alcuni politici che dicono cose senza senso e pure in tv davanti a milioni di persone? Perchè non te la prendi con alcuni direttori di giornale che scrivono e se vantano falsità? Invece no, è più facile prendersela con la gazzetta

      Rispondi

    • 27 Novembre @ 16.00

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Riparto dal dialogo di prima. Hai ragione tu: è meglio che continui a mantenere l'anonimato. Perchè una simili accozzaglia di falsità, luoghi comuni e banalità senza il minimo appiglio non meritano di essere firmate con nome e cognome. Se non al costo di esporsi a una figuraccia.... Se invece vuoi (pur non meritandola) una risposta seria, mi limito a dirti che non sono le persone che si sono messe a sparare ai ladri dopo aver letto la Gazzetta, ma è la Gazzetta che si è interessata della questione dopo una serie di episodi (da Milano a Reggio ed altrove) di persone chehanno sparato ai ladri. Torna quando sei più preparato, grazie

      Rispondi

  • filippo

    27 Novembre @ 13.38

    intanto ieri i 4 albanesi che hanno ucciso un macellaio hanno preso 10 anni per omicidio preterintenzionale....come si vede 2 pesi e due misure, chi si difende prende sempre di più VERGOGNA MAGISTRATI, le leggi le interpretate sempre come vi conviene.....nel dubbio meglio sparare cmq

    Rispondi

    • Biffo

      27 Novembre @ 17.23

      I magistrati non sono esseri umani, ma vivono in un Iperuranio irraggiungibile, onnipotenti, infallibili, intoccabili.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

Prevenzione

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

TRAVERSETOLO

Quattro profughi in un appartamento: è polemica

OSPEDALE

Pronto soccorso, Brescia «corteggia» Cervellin

Universiadi

Folorunso e Fantini: «Vogliamo la finale»

PERSONAGGI

102 anni, addio alla ricamatrice Lina Zanichelli

Fidenza

Morto a 51 anni Giorgino Ribaldi

pedoni penalizzati

Marciapiedi dissestati: problemi di sicurezza

Sissa Trecasali

La barca affondata nel Po non si trova

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

7commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

14commenti

Anteprima Gazzetta

Emergenza terrorismo a Parma: il punto con l'assessore Casa

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Maxi frana al confine con Valchiavenna, 100 evacuati

TRAGEDIA

Avvistati tre alpinisti morti sul Monte Bianco

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente