10°

Ospedale

Nuovi orari europei: confusione e disagi

Nuovi orari europei: confusione e disagi
4

La mappa delle criticità a due giorni dall'entrata in vigore della normativa europea sugli orari di lavoro

Patrizia Celi

Tanta confusione, incontri per decidere nuove strategie e timore per le sanzioni previste dalla normativa: all’Ospedale Maggiore il quadro della situazione a due giorni dall’entrata in vigore della normativa europea sugli orari di lavoro in sanità non è dei più rincuoranti.

Le situazioni più critiche si riscontrano nelle unità operative chirurgiche dove, tra turni di guardia e reperibilità, è difficile rispettare l’obbligo per medici, infermieri e tecnici sanitari di effettuare almeno 11 ore di riposo consecutive ogni 24 ore, con decorrenza dall’inizio del turno e, di conseguenza, anche il limite massimo medio di 48 ore di lavoro settimanali (da rilevare su 4 mesi).

Il fulcro del problema è la reperibilità, che incide soprattutto per i medici, come le consulenze esterne in ospedali anche di altre province. «Nei reparti non chirurgici invece l’impatto è limitato – spiega una coordinatrice che chiede di restare anonima –. Ma il malcontento è trasversale, perché non siamo più liberi di fare scambi di turno tra colleghi, ad esempio per motivi familiari come la malattia di un figlio piccolo».

Altra criticità è la formazione obbligatoria che viene svolta in orario di lavoro e che toglie personale dalle corsie. Rimane poi il nodo cruciale della mancanza di organico infermieristico, perché quasi tutti i reparti hanno solo personale sufficiente a coprire tutti i turni con gli adeguati riposi, ma non in grado di fare fronte a malattie, gravidanze o ferie.

«Abbiamo sempre supplito con volontà e senso di responsabilità, senza mai mettere a rischio il paziente, ma ora il turno rigido ci toglie la libertà» - lamenta un’infermiera dell’area di Emergenza.

Al Pronto soccorso comunque l’impatto si limita ad alcune difficoltà risolvibili, essendo il servizio già organizzato sulla presenza di personale nelle 24 ore con turni adeguati.

«Quello che sta succedendo è l’ennesima vergogna italiana: tenere una legge un anno chiusa in un cassetto, poi tirarla fuori all’ultimo momento e interpretarla riducendo le responsabilità dei dirigenti medici» - sentenzia Granfranco Cervellin, direttore del Pronto soccorso, presidente della sezione di Parma di Anpo (Associazione nazionale primari ospedalieri) e consigliere nazionale.

RAINIERI (LEGA NORD)

«E’ evidente che l’unica soluzione al problema dell’adeguamento alla disciplina comunitaria sul riposo del personale sanitario sia il procedere a numerose nuove assunzioni. Peccato che di questo nel bilancio regionale non vi sia traccia». Così Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia interviene in merito alla nuova normativa sul riposo del personale medico. «Al contrario – attacca - nel bilancio regionale 2016 recentemente presentato dalla Giunta si prevedono le stesse risorse per il Servizio Sanitario Regionale del 2015: 8 miliardi di euro. Quindi delle due l’una: o le risorse ci sono ma sono state trovate tagliando altre spese e probabilmente servizi, forniture e nuove tecnologie, oppure non ci sono proprio». r.c.

IL DIRETTORE GENERALE

Sulle conseguenze all’Azienda ospedaliero universitaria delle nuove disposizioni europee interviene il direttore generale, Massimo Fabi: «L’introduzione della nuova norma non ha avuto impatto sui livelli di assistenza ai pazienti. Il merito è stato di chi ha sempre organizzato i servizi tenendo conto delle leggi, della tutela della salute dei cittadini e del diritto al riposo del personale sanitario». «Manterremo elevata la qualità dei servizi offerti ai cittadini – rassicura il direttore generale – anche autorizzando, in alcuni casi come gli interventi chirurgici che si protraggono oltre l’orario stabilito, una ridefinizione dei turni. Ma in fase di definizione è importante che la turnistica sia trasparente e se ci sarà necessità di uno scambio di turno occorrerà l’autorizzazione del responsabile». Sul tema del personale infermieristico, Fabi ha ricordato che il nuovo concorso ha fornito una graduatoria di 568 infermieri «dalla quale attingeremo risorse in base al piano annuale autorizzato della Regione». p.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    27 Novembre @ 12.34

    POI BISOGNERA' ANCHE STAR BENE ATTENTI a che non usino i nuovi concorsi per 3500 - 4000 Medici ed Infermieri per assumere personale ufficialmente nel Ruolo Sanitario , ma da dirottare , poi , a funzioni amministrative . Sono capaci , credete che sono capaci ! C' è da aspettarsi di tutto !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Novembre @ 12.02

    ADESSO SI ACCORGONO CHE , da anni , si sono riempiti di segretarie , funzionari e impiegati amministrativi , ed hanno trattato il Personale Sanitario come schiavi negri nelle piantagioni di cotone dell' Alabama ! Ci sono Medici che lavorano negli Ospedali a contratto libero professionale , con Partita IVA , per 1500 euro al mese o poco più , "fatturati" mensilmente , con tutte le tasse e i contributi a loro carico , con gli stessi obblighi dei dipendenti , ma senza i loro diritti . Qui a Parma , una "funzionaria" amministrativa di un' Istituzione Sanitaria ha cercato di indurre alcuni Medici a fare , contemporaneamente , la "Guardia Medica" territoriale ed il Medico di Guardia in un Reparto di Lungodegenza ( in provincia) , dicendo che era un dovere morale derivante dal Giuramento di Ippocrate ! Comunque il Ministro della Salute , signora Lorenzin , non laureata né in Medicina né in nient' altro ( ha fatto solo il Liceo ) ha escluso che possano esserci rinvii nell' applicazione della normativa , ordinata dall' Unione Europea , perchè comporterebbero pesanti penalizzazioni per l' Italia, ed ha annunciato un emendamento alla Legge di Stabilità che disporrà concorsi per 3500 - 4000 assunzioni di Medici ed Infermieri . Come al solito corrono a chiudere le porte della stalla quando i buoi sono scappati ! Sono andati alla Bocconi per qualcosa !

    Rispondi

  • Francesco

    27 Novembre @ 05.19

    Ma gli stipendi sono rimasti quelli italiani, sembriamo Pierino che vuol imitare il papà a fare i peti e lui si fa la cacca adosso.

    Rispondi

    • silviococconi

      27 Novembre @ 09.55

      Che "finesse" !? ...

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

CRIMINALITA'

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

Il caso

Duc, si lavora per riaprirlo

agenda

Weekend a Parma e in provincia: protagonista il Carnevale

Collecchio

E' morto a 51 anni Massimiliano Ori

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: strage sfiorata Foto Video

Lutto

Franco Scarica, addio alla fisarmonica da Oscar

CALCIO

Parma, i conti tornano

collecchio

Assemblea pubblica su situazione Copador, sabato 4 marzo

sport

Inaugurato il Parma Golf Show

Ambiente

Attiva la nuova Ecostation di via Pertini nel parcheggio di via Traversetolo

Donatori

Elezioni Avis: Giancarlo Izzi «in pole»

AL CAMPUS

Elio e le Storie Tese in forma per l'Europa

RUGBY

Zebre, altro mesto rinvio

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

foto dei lettori

Fontana di Barriera Repubblica

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

Milano

Cade al Bicocca Village, grave ragazza 14enne

FORT LAUDERDALE

"Musulmano?", figlio Mohammed Ali fermato in aeroporto

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

1commento

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia