19°

29°

caos multe

La Finanza torna a Parma gestione entrate

La Finanza torna a Parma gestione entrate
Ricevi gratis le news
10

Parma gestione entrate e riscossione di multe e tributi: la procura ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di abuso d'ufficio, anche se al momento non risultano indagati. Intanto, dopo la «visita» di venerdì scorso, ieri la Finanza è tornata nella sede della partecipata comunale, in viale Fratti. Leggi tutti i dettagli.

Georgia Azzali

La prima, venerdì mattina. Ieri, la replica. La Finanza è tornata negli uffici di Parma gestione entrate, in viale Fratti. Ed è certo che le «visite» si ripeteranno. Perché se è pur vero che al momento nessuno risulta iscritto nel registro degli indagati, sul tavolo della procura c'è un fascicolo aperto. Abuso d'ufficio, il reato ipotizzato. Solo un'ipotesi, per l'appunto. E tutta da verificare, perché l'inchiesta, coordinata dal pm Paola Dal Monte, potrebbe anche finire in nulla di penalmente rilevante. O al contrario, scoperchiare un vaso di Pandora che porterebbe a far mettere nero su bianco reati ben più pesanti.

Quei documenti sotto la lente

Al centro dell'indagine la «guerra delle multe», ma anche più in generale l'attività di riscossione della partecipata del Comune. Faldoni su faldoni, ma anche materiale informatico: gli uomini del Nucleo di polizia tributaria stanno acquisendo tutta la documentazione dal 2011 ad oggi riguardante le ingiunzioni di pagamento e le procedure di riscossione della società.

Riflettori puntati, dunque, sugli ultimi cinque anni di attività della partecipata, nel mirino del Movimento nuovi consumatori. L'associazione porta avanti da tempo una battaglia fatta di esposti e ricorsi. Diversi anche vinti, come nel caso della sentenza di un paio di settimane fa. L'ultimo, ma non l'unico, pronunciamento da parte di un giudice di pace che ha «bocciato» Parma gestione entrate. La società, infatti, non sarebbe stata legittimata a riscuotere per conto del Comune prima dell'iscrizione all'apposito Albo. Quindi, prima del 6 novembre scorso, giorno in cui la partecipata ha provveduto a farlo. Ed è chiaro che l'iscrizione non può essere retroattiva, ma è altrettanto vero che dal 2006 Parma gestione entrate incassa multe e tributi per conto del Comune.

Colpa o dolo?

Sia ben chiaro: nessun giudice ha detto che le multe non sono valide, ma è stato sancito - salvo ribaltamenti in appello - che la società non era legittimata ad operare, perché il suo nome non risultava nell'Albo, come previsto nella Finanziaria del 2008. Ma perché Parma gestione entrate non si è iscritta, nonostante il problema fosse stato posto già dal commissario Ciclosi? Semplice disattenzione o volontà di non farlo? Traducendo in termini giuridici: colpa o dolo? Una differenza sostanziale. E' il punto su cui si concentreranno gli investigatori, una volta acquisita e spulciata la documentazione. In particolare, gli inquirenti si starebbero chiedendo se la mancata iscrizione (fino al 6 novembre scorso) all'Albo sia dovuta a questioni economiche. Perché le società devono rispettare parametri precisi per entrare a far parte dei riscossori. Oppure, la partecipata era priva di altri requisiti che hanno stoppato l'iscrizione?

Danno erariale in agguato

Tutte risposte a cui dovrà rispondere l'inchiesta penale. Ma per il Comune potrebbero presentarsi altri grattacapi. Dopo le varie sentenze dei giudici di pace degli ultimi mesi, hanno cominciato a fioccare le impugnazioni contro le multe. E il numero pare destinato a crescere. Ma se i cittadini dovessero avere ragione, nelle casse pubbliche non entrerà un bel po' di soldi. Una montagna di quattrini, considerando il numero vertiginoso delle contravvenzioni. Così, potrebbe configurarsi un enorme danno erariale di cui il Comune potrebbe essere chiamato a rispondere.

Una grana pesante. Così come quella sul fronte penale, ammesso che l'inchiesta faccia emergere precise responsabilità. Ma per ora sono migliaia le pagine da passare al setaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Patrizia Adorni

    02 Dicembre @ 14.00

    per "sottosopra" faccio presente che è l'Ente riscossore che non va bene, che è stato messo in ipotesi di abuso d'ufficio, non le multe che vengono date. Non cominciamo a sviare l'attenzione dal problema. il servizio dev'essere reinternalizzato, i trasgressori hanno diritto di pagare la multa e nulla di più, tutti quegli interessi su interessi, spese di notifica, oneri ecc.ecc. vanno solo a dare da mangiare ad un apparato superfluo che grava su chi deve pagare. E molte volte non si tratta solo di multe, ma di stato di forza maggiore non poter onorare quanto dovuto. E' per questo che noi amici di Beppe Grillo, 5 stelle, stiamo raccogliendo le firme per chiudere questi enti terzi che appesantiscono le sanzioni e a strozzare le persone in difficoltà.

    Rispondi

    • gigiprimo

      02 Dicembre @ 20.32

      vignolipierluigi@alice.it

      Mi piacerebbe vedere i pentastellati in giro per Parma a incassare a costo zero i soldi delle multe, a costo zero per i cittadini naturalmente e per il Comune accompagnati dalle Fiamme Gialle.

      Rispondi

    • Vercingetorige

      02 Dicembre @ 17.41

      BENE SIGNORA ADORNI , allora facciamo così : visto che Parma Gestione Entrate è un "apparato superfluo che grava su chi deve pagare " , ricordiamo che si tratta di una S.p.A. , una Società per Azioni , di proprietà del Comune di Parma e del Socio Privato I.C.A. s.r.l. di La Spezia , che lei vorrebbe giubilare , ma , la sua quota di pacchetto azionario , all' I,C,A. , bisognerebbe pur pagargliela . POI , L' ASSESSORE FOLLI vorrebbe togliere ad IREN l' appalto per la raccolta dei rifiuti , affidandolo ad una nuova "partecipata" . Le "partecipate" , come lei dovrebbe sapere , sono il "non plus ultra" delle lettiere per i gatti ! Ma l' Assessore Folli non è un " 5 stelle" ? O lei lo ha già espulso ? Ma non può mica , sa ? Lo può espellere solo il suo "amico" Beppe Grillo !

      Rispondi

      • Patrizia Adorni

        03 Dicembre @ 09.12

        non ad una nuova partecipata, ad una municipalizzata. Le spese ci sono per ogni cosa che si fa. è una questione politica, di priorità e di mantenere promesse elettoraledel proprio schieramento, che si presume siano cose in cui uno crede. Prendiamo ad esempio Nogrin. Ha avuto la risolutezza di contrastare una situazione marcia per poterla poi sanare. Certo che sono scelte coraggiose, che implicano stanziamenti e studi notevoli ma l'Italia bisogna risanarla, non si può continuare a tenere in piedi carrozzoni che costano miliardi. Risanare ed aggiustare è una ricetta che, secondo noi 5 stelle, è l'unica che porterà risultati vincenti.

        Rispondi

  • Valter

    02 Dicembre @ 08.14

    Inchiesta della Procura!!! Sembra di essere tornati indietro nel tempo!!! Tutto cambia perché nulla cambi!!! Complimenti!!!!

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    02 Dicembre @ 07.11

    la rivolta di atlante

    NON SARÀ CHE LA MULTA È STATA PRESA DA QUALCHE PEZZO DA NOVANTA E LA COSA NON È STATA DIGERITA .....

    Rispondi

    • gigiprimo

      02 Dicembre @ 13.25

      vignolipierluigi@alice.it

      Potrebbe essere così, avvocati rampanti, figli o nipoti di qualche casata. Comunque le multe sono valide, basta sapere dove sono andati i versamenti, se il comune ha coperto i debiti vuol dire che il pizza non ha fatto miracoli, li han fatti i parmigiani.

      Rispondi

  • sindaco

    02 Dicembre @ 06.45

    ahahahah... e c'è ancora qualcuno che crede che le multe non siano un business... che pena mi fanno certe persone...

    Rispondi

    • gigiprimo

      02 Dicembre @ 13.32

      vignolipierluigi@alice.it

      Pensa se dovessero cominciare a multare i ciclisti! e vedo ancora tanti col telefonino in mano, in bicicletta, in motorino, in macchina e autisti di bus. Per non parlare dei pedoni che attraversano la strada senza controllare se arriva qualcuno, tanto la vita è sua e se va male ne godranno gli eredi!

      Rispondi

    • salamandra

      02 Dicembre @ 09.53

      E quindi non diamo le multe e viva l'anarchia e il caos! che pena mi fanno certe persone...

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

2commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

3commenti

SPORT

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

il personaggio

«Chicco» Taverna l'ex rugbista che doma le onde

SOCIETA'

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti