19°

Furti

La suora sorprende il ladro

La suora sorprende il ladro
Ricevi gratis le news
2

Nuova raffica di furti nelle scuole cittadine. E suor Domenica dall'asilo di via Imperia racconta la sua notte di paura.

Laura Frugoni

Ha quella luce tenera e bonaria nello sguardo che t'aspetti di vedere, quando incontri una suora. Scende giù nell'atrio della scuola d'infanzia «Sorelle Ferrari» di via Imperia dove respiri già aria di Natale (il grande presepe ancora in fieri ma Gesù bambino è già al suo posto) anche se a guastarla basta uno sguardo alle due porte d'ingresso fracassate. Suor Domenica, sono arrivati i ladri anche qui da voi? «Sì, stanotte - allarga le braccia la religiosa - uno l'ho anche visto: no, non di faccia. Sono arrivata a metà delle scale e ho gridato quando è passato 'sto ragazzo. Snello, giovane, agile. Mi è andata bene. Magari mi dava una bastonata in testa...». La suora comincia a raccontare la notte tumultuosa che è stata, dietro quei muri decorati da disegni infantili che custodiscono una storia lunga generazioni di bambini: fu don Agostino Chieppi nel primo dopoguerra a fondare la scuola, che è gestita dalle Piccole Figlie. Paura suor Domenica? Tanta, e lei non lo nasconde. Ma per l'intruso non trova parole dure: «Poveretto, era un po' maldestro. Ha fatto parecchio rumore, si sarebbe svegliato anche un reggimento...». Il ladro ignorava che al piano di sopra ci sono le stanze delle suore. Ma come mai si è svegliata solo lei? Gli occhi della sorella sorridono sotto le lenti da vista: «Sa com'è, siamo in sei ma le altre sono un po' più vecchierelle, hanno intorno agli ottant'anni. E poi siamo abituate a sentir il rumore degli addetti all'immondizia che di notte vengono a spostare i bidoni...».

Lei però non ci ha messo molto a capire che quel trambusto non c'entrava con il tour della spazzatura. Il ladro è arrivato alle 4: dal retro (c'è un buco nella recinzione, dall'altra parte una cabina elettrica), ha provato a tirare su una tapparella ma era troppo pesante. Anche con la porta principale ha fatto cilecca. Al terzo tentativo ce l'ha fatta (ha smontato il vetro della porta di sicurezza) e una volta dentro, ha cominciato una ricognizione capillare mettendo il naso in ogni angolo. «Guardi qui, tutti questi armadietti scassati. Il computer però non l'ha preso». Non stupisce: il pc è fisso, solo i portatili vanno a ruba. Alla fine cos'ha preso? «Una piccola macchina fotografica digitale, non costerà più di cento euro». Il raid è durato una mezz'ora. E mentre il balordo era di sotto impegnatissimo, di sopra suor Domenica si angustiava, non sapeva che fare, paralizzata dal panico. Scendere giù neanche a parlarne: troppo pericoloso. Ma perché non ha chiamato i carabinieri? «Ci ho pensato... Ma avrei dovuto scendere di sotto e attraversare il cortile per raggiungere il cancello e con il ladro dentro la scuola avevo paura. Lo so, ho sbagliato: avrei dovuto chiamarli, ma in quei momenti non riesce a essere ben lucidi». Dopo le sue urla è scappato. Poi cos'è successo? «Tutte e sei siamo scese in pista, per vedere cos'aveva combinato». E avete chiamato i carabinieri. La suora abbozza un altro sorriso serafico: «Li abbiamo chiamati alle nove del mattino».


Altri blitz alla «Toscanini» e alla «Micheli»: bottino magro

«I ladri? Vanno a rubare ai poveri. E quindi da noi». E' uno dei tanti sfoghi - di insegnanti, presidi, bidelli - raccolti al volo ieri mattina, durante il deprimente giro nelle scuole visitate dai ladri l'altra notte. Uno dei tanti: ormai si fa una certa fatica a tenere aggiornata la lista degli istituti violati. Anche perché parecchi sono già al secondo o al terzo giro. L'altra notte i raid sono stati tre: oltre alla scuola d'infanzia di via Imperia, sono entrati alla Toscanini di via Cuneo e alla Micheli. Istituti tutti nella zona di via Venezia, vicini tra loro: non serve il fiuto di Sherlock Holmes per immaginare che lo stesso tizio (magari con un complice) si sia fatto il giro delle scuole del quartiere. Alla Micheli è la terza incursione da ottobre: a parte un paio di porte scardinate, non hanno portato via nulla. «Non c'è più niente da rubare», allarga le braccia la vice preside Laura Verdone. Idem alla Toscanini: «Hanno spaccato qualche porta, sono entrati dalla mensa e hanno fatto saltare l'allarme» informa la preside Elena Conforti. L'allarme comunque è scattato, forse per quello sono spariti in fretta e furia. Arrivederci al prossimo tour.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma - Entella 3 - 1: fai le tue pagelle

10' GIORNATA

Parma-Entella 3-1: fai le tue pagelle

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

AUTOSTRADA

Incidente in A1: ci sono 7 chilometri di coda tra Parma e Fidenza

Autostrade consiglia di uscire a Parma per chi viaggia verso Milano

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

6commenti

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

30commenti

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

Foto del lettore Andrea

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

1commento

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

FORMULA 1

Hamilton trionfa: le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen sul podio

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro