-5°

salso

Investe cane e scappa: rischia denuncia

Investe cane e scappa:  rischia denuncia
28

Investe un cane sulla strada che da Salso conduce a Pellegrino parmense e scappa: rischia denuncia e multa. Omissione di soccorso, i vigili stanno cercando l'automobilista

Manico Lamur

Rischia una denuncia per omissione di soccorso il conducente dell’auto che ad elevata velocità nella mattinata di ieri ha investito e ferito un cane e poi si è dileguato senza fermarsi a prestare soccorso e senza avvertire le forze dell’ordine. L’episodio è accaduto verso le 9,30 a San Giovanni in Contignaco sulla strada che da Salsomaggiore conduce a Pellegrino Parmense. L'automobilista, dopo aver travolto il cane, si è dato alla fuga a tutta velocità.

La bestiola, pur ferita in modo serio e vistosamente dolorante, è riuscita ad allontanarsi a sua volta dal luogo dell'incidente. All’episodio hanno assistito alcuni automobilisti di passaggio che hanno avvertito la polizia municipale.

La pattuglia, arrivata a San Giovanni in Contignaco, ha perlustrato la zona alla ricerca dell’animale e ha interrogato gli abitanti della zona (lungo la strada sono presenti infatti numerose abitazioni), alla ricerca di eventuali indizi per risalire all’autore dell’investimento ed all’identificazione del cane. Grazie a queste testimonianze, gli agenti della polizia municipale sono riusciti ad arrivare al legittimo proprietario dell’animale suonando al campanello dell’abitazione: il cane, fortunatamente, era già stato riportato a casa da alcuni vicini che lo avevano riconosciuto, mentre al proprietario non è rimasto altro da fare che portare l’animale, che presentava una zampa fratturata, dal veterinario affinché gli venissero prestate le cure del caso. Gli agenti di polizia municipale, grazie ai dettagli forniti dalle telefonate degli automobilisti che hanno assistito all’incidente e dei residenti della zona, cercheranno di risalire al proprietario dell’autovettura per dare successivamente un nome ed un volto al conducente che ora rischia, con la nuova normativa introdotta nel codice della strada, una denuncia per omissione di soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LaoTzu

    19 Dicembre @ 07.08

    Basta fare un giro la mattina in Cittadella (la Polizia Municipale non c'è mai a dare qualche meritataissima contravvenzione) per vedere la miriade di gente maleducata e incivile, con uno, due, anche tre cani a testa, che, fregandosene delle regole chiaramente scritte a tutti gli ingressi che impongono di tenere i cani al guinzaglio (salvo che nell'apposito spazio recintato sul batione sud-ovest) li lascia liberi senza guinzaglio a fare i loro escrementi dappertutto. Prima del "rispetto" per i cani dovrebbe esserci quello per gli altri.

    Rispondi

  • nerosso

    13 Dicembre @ 16.14

    "Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali"....diceva Gandhi ... i commenti e i comportamenti di molti ci dicono che siamo ancora lontani...d'altra parte basti pensare alle volte in cui capita agli esseri umani...figuriamoci se ci si preoccupa di un animale....

    Rispondi

  • Michele E

    12 Dicembre @ 22.24

    sabcarrera mi viene molto difficile pensare che l'auto abbia cercato volontariamente di centrare il cane sul ciglio della strada, rischiando per questo di finire nel fosso. Mi sembra quantomeno più probabile che il cane abbia attraversato quando la macchina sopraggiungeva, e anche qui l'automobilista più scriteriato avrà pur cercato di schivarlo, se non altro per non danneggiare la macchina. Mi dici che colpe può avere il conducente in questo caso? E lascia pur lì di dire 30/h in città e 50 fuori: non li fai nemmeno tu, non ti ho mai visto! e se ti ho visto eri quello al cellulare!

    Rispondi

    • sabcarrera

      13 Dicembre @ 09.58

      Scusate il testo predittivo sul telefonino. In bici vado forte ma i 30 km/h in città non li faccio. L'automobilista avrà tentato di evitarlo, forse no. Il fatto rimane che diamo più importanza alla carrozzeria che alle creature.

      Rispondi

      • Michele E

        13 Dicembre @ 11.12

        Io dall'articolo e dai commenti desumo che si discuta di chi sia la responsabilità dell'incidente e chi sia da multare piuttosto che di carrozzerie. Se tu vedi il dito...

        Rispondi

  • sabcarrera

    12 Dicembre @ 20.29

    Quando c'e un piccolo incidente con danni al autoveicolo ci si ferma con foot,vigili, bestemmie ....... Neanche fosse una creatura Vicente.

    Rispondi

  • sabcarrera

    12 Dicembre @ 18.58

    Premio Nobel per la pace agli automobilisti che non hanno mai colpe andranno diritti in paradiso.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      12 Dicembre @ 20.05

      Se sopportano i ciclisti di Parma non c' è dubbio ! Indulgenza Plenaria come al Giubileo !

      Rispondi

      • Paolo

        12 Dicembre @ 21.49

        paolo.regg@email.it

        Grande Vercingetorige!

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

1commento

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

1commento

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

Parma Calcio

Coric, risoluzione consensuale del contratto

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto