11°

17°

Polemica

«Alessia? Se fosse viva la insulterei»

«Alessia? Se fosse viva la insulterei»
Ricevi gratis le news
33

La bufera sul web non si è ancora placata, la consigliera pentastellata di Civitavecchia s'è dimessa dopo quell'agghiacciante commento su Facebook sull'omicidio di Alessia Della Pia.

L'autrice spiega le sue ragioni. E il caso diventa politico.

Laura Frugoni

Contrappasso mediatico. Alla fine quella che «se l'è cercata» è proprio lei: linciata sulla piazza virtuale dal popolo del web, ripudiata dalla pubblica agorà di cui faceva parte fino a ieri. Costretta a dimettersi.

Fino a ieri Rosanna Lau - consigliera del Movimento Cinque Stelle e delegata del sindaco di Civitavecchia - dalle nostre parti nessuno sapeva chi fosse. Ora non più: la sua fama improvvisa la deve a quel post duro come pietra comparso ieri sulla sua pagina Facebook. C'è rimasto poche ore, più che sufficienti per scatenare la rete.

Il post parlava di Alessia Della Pia - uccisa a botte, questo lo sappiamo tutti: proprio oggi è una settimana - anche se il suo nome nemmeno c'è. Dimenticato, probabilmente.

Alessia nel post è «una donna italiana quarantenne» che ha intrecciato «una relazione con un tunisino di 26 anni». Già quella una doppia colpa, pare di intuire. Il tunisino, prosegue il post, «l'ammazza come un cane... non voglio vedere il suo nome nella lista delle “martiri”... Dire che se l'è cercata è il minimo... Se fosse sopravvissuta l'avrei insultata».

Infine chiosa: «provo pena per sua figlia». Figlia che peraltro Alessia nemmeno aveva (ha un figlio, invece, che si chiama Mirko) ma anche questo sarà parso un dettaglio. L'importante è esternare, pazienza se non sai neanche di chi parli.

Il post è sparito in fretta: la bomba è diventata invisibile, immenso il fungo che s'è alzato.

Ormai funziona così su Internet, il caso si apre, monta e si chiude a una velocità supersonica. Sui social piovono ondate di commenti inorriditi.

Sul sito della Gazzetta ne trovi un illuminante spaccato e, va detto, non tutti condannano («un po' estrema come opinione, il dramma è che se l'è cercata veramente», scrive Berta che definisce Alessia «una sprovveduta»).

Contemporaneamente si scatena la bufera politica, che prende la solita piega dello scontro tra noi e voi. Due deputati del Pd si rivolgono al sindaco di Civitavecchia, il pentastellato Antonio Cozzolino, per chiedere di sollevare la consigliera dall'incarico.

Rosanna Lau gli toglie le castagne dal fuoco e fa tutto da sola. «Il mio post era un grido di rabbia, solo rabbia - corregge il tiro sempre su Facebook -. Sono le stesse parole che non molto tempo fa ho detto a un'amica vessata e maltrattata dal compagno». Annuncia il ritiro dalla scena politica: «Come sempre tutto viene deviato. Mi dimetto, ma non vi permettete per nessun motivo di accusarmi di aver voluto giustificare un omicidio».

Quando il dado ormai è tratto, interviene anche il sindaco su quanto dichiarato «dalla mia ex delegata»: Cozzolino prende le distanze e chiude con un lapidario «la violenza è sempre da condannare».

Indignato anche il nostro primo cittadino Federico Pizzarotti, che sulla sua pagina Fb definisce imperdonabili quelle frasi. «Frasi di cui questa signora si dovrebbe vergognare all’istante. Il femminicidio è un crimine contro i diritti e contro l’umanità. Nessuno, nessuno, può permettersi di infangare la memoria di chi ha perso la vita così tragicamente. Si vergogni per quello che ha detto, e chieda scusa alla memoria di Alessia e a Parma».

Qualcuno si prende la briga di ricordare che in passato la sanguigna consigliera si era ritrovata al centro delle polemiche per altre esternazioni colorite. Come quando in via dei Fori Imperiali a Roma avevano sostituito i sampietrini con l'asfalto e lei su Fb aveva tuonato: «Ma impiccateli tutti».

La tempesta è diventata già bonaccia e domani di sicuro arriverà qualche altra «sparata», un altro caso su cui la rete rastrellerà opinioni in libertà.

Però qui resta un retrogusto amaro. Resta il fatto che quella parola orrenda che ci tocca pronunciare un giorno sì e l'altro pure - femminicidio - nessuno riesce a cancellarla dal dizionario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Immanuel

    13 Dicembre @ 22.43

    I grillini sembrano solo preoccuparti del fatto che questa uscita vergognosa possa gettare un po' di fango sopra una loro rappresentante. ... interessante ...

    Rispondi

  • Ivo

    13 Dicembre @ 19.46

    @michele perché 20 anni prima di Pizzarotti e i 5 stelle ( L era del benessere ) cosa è stato fatto per Parma ? Ricordo che erano anni di boom economico, non c erano extracomunitari , e nemmeno L Europa che c è lo chiede ( quando serve ) . Ricordo semafori sulla Tangenziale fallimenti sperperi e debito creato .

    Rispondi

    • silviococconi

      14 Dicembre @ 10.14

      Veramente i semafori sulla tangenziale erano ben prima della rinascita ubaldiana , dovresti aggiustare il tuo tiro con la storia ed il tempo !? ... Quello che dici era 30-40 anni fa ormai !? ...

      Rispondi

  • Francesco

    13 Dicembre @ 18.45

    brundofrancesco@libero.it

    Ha detto quel che pensa, meno male, molti la stessa cosa la pensano e non la dicono, che se ne fa una donna di un uomo come questo marocchino ? se lo porti a casa qualcuno di quelli che insultano la signora Lau.

    Rispondi

  • Ilaria

    13 Dicembre @ 15.41

    Siamo arrivati ad un punto strano....... questo era un delinquente! Già stato in galera, a me hanno insegnato che " dimmi con chi vai e ti dirò chi sei" quindi a buon intenditor poche parole ! Aggiungo anche che, percome io la penso, una persona soprattutto se riveste un ruolo politico ha il dovere ed il diritto di dire come la pensa, la trasparenza a pieno è quello che serve.

    Rispondi

    • silviococconi

      14 Dicembre @ 10.20

      Cara Ilaria. ci vuole anche esoprattutto etica del vivere, quella che ormai sembra si sia persa per cui uno che ha una funzione pubblica cosiccome certe cose non devono essere dette da nessuno, altrimenti siamo animali deficienti, come ho detto a Francesco poc'anzi !

      Rispondi

  • rodolfo

    13 Dicembre @ 15.39

    IL Pizzarotto non ha perso l'occasione per dire delle cavolate, come rinnegatore del suo movimento non ha capito che non e' stata profanata la tomba della ragazza uccisa, non e' stato violato il suo corpo, l'espressione usata avera lo stesso peso di una ramanzina da parte di una madre. Popolo ignorante che subito prende fischi per fiaschi

    Rispondi

    • silviococconi

      14 Dicembre @ 10.42

      Secondo me il vero ignorante, caro Rodolfo, sei tu perchè non hai capito il perchè la frase è stata "choccante" : cmq. sia quella ragazza è stata ammazzata di botte e quello è il fatto da condannare, indipendentemente che Lei poveretta fosse una "spostata" che cmq. magari lo aveva anche amato: quindi dire certe cose e soprattutto in pubblico ed avendo anche un ruolo pubblico è veramente da delinquente al pari di chi l'ha ammazzata e se Voi non lo capite, mi dispiace, ma non solo non avete etica del vivere, come ho detto prima ad Ilaria, ma non siete nemmeno capaci di intendere ...

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

1commento

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va