-5°

Felino

Studentesse investite: 20enne in Rianimazione

Studentesse investite: 20enne in Rianimazione
5

Camminavano su via Calestano, intorno alle sei di domenica mattina: sono state travolte da un'auto che viaggiava ad alta velocità verso Sala. Vittime due studentesse universitarie: una, originaria di Brescia è gravissima ed è ricoverata in Rianimazione; l'amica, coetanea di Roma se l'è cavata con qualche contusione. La Polstrada dovrà chiarire la dinamica dell'incidente.

Samuele Dallasta

Due ragazze travolte da un'auto sulla strada per Sala Baganza. Una - universitaria ventenne originaria di Brescia - è gravissima, e si trova ora ricoverata nel Reparto di Rianimazione del maggiore; l'amica, anche lei universitaria della stessa età originaria di Roma, se l'è cavata con qualche contusione. Visitata al pronto Soccorso è stata dimessa con una prognosi di tre giorni.

Un incidente terribile, avvenuto intorno alle 5 e 45 della notte tra sabato e ieri e di cui si ignorano molti punti.

Non è chiaro, per esempio, se le due studentesse stessero attraversando la strada o camminassero lungo il ciglio della strada, via Calestano, nel lungo rettilineo che da Felino porta al ponte sul Baganza.

L'impatto è avvenuto all’altezza dell’attraversamento pedonale situato in prossimità della fermata dell’autobus presente tra le rotatorie del centro commerciale e dell’ex curva della balestra.

Le ragazze sono state investite da una vettura che probabilmente viaggiava da Felino a Sala Baganza ad alta velocità.

Il mezzo era guidato da un ragazzo residente nella zona che, nello scontro, è rimasto illeso. Il conducente, che viaggiava solo, si è fermato immediatamente. Nell’impatto con la parte anteriore dell’auto le due ragazze sono state sbalzate in avanti di diversi metri finendo poi rovinosamente a terra. La più grave delle due pare che, prima di cadere a terra, abbia anche colpito un palo che sorregge un cartello stradale per poi perdere subito conoscenza. La seconda studentessa invece non ha mai perso conoscenza.

Subito dopo l'incidente è partita immediata la chiamata ai soccorsi. Sul posto sono giunti in pochi istanti i militi dell’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino con i rispettivi mezzi di soccorso. Inizialmente i militi avrebbero prestato soccorso alla più grave delle due. Quest’ultima infatti, dopo le prime cure sul posto, è stata assicurata alla barella e trasportata in ambulanza, a sirene spiegate, al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Parma. Simile il trattamento riservato dai militi alla seconda studentessa originaria di Roma che, dopo le prime cure sul posto, è stata trasportata anch’essa in ambulanza al Pronto Soccorso.

Entrambe le universitarie sono state trasportate al Maggiore con un «codice rosso», quello riservato a coloro che hanno ferite o traumi gravi e che sono in immediato pericolo di vita. Una volta arrivate al Pronto Soccorso, la studentessa bresciana è rimasta nell’area rossi mentre l’amica romana è stata trattata nell’area gialla, dedicata ai pazienti di media criticità e che necessitano accesso rapido alle cure.

Dopo le prime cure, la più grave delle due è stata ricoverata nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata ma in condizioni stabili.

La seconda dopo poche ore è stata dimessa con diverse contusioni ed una prognosi di tre giorni. Quanto accaduto è tuttavia avvolto ancora in un alone di mistero. Non è chiaro infatti cosa stessero facendo a piedi le due studentesse alle 5.45 lungo la provinciale che collega Sala Baganza a Felino come non è ancora stato reso noto dalle forze dell’ordine se il conducente della vettura abbia assunto alcolici o altre sostanze che avrebbero potuto alterare le capacità di guida. Subito dopo i soccorritori sul posto si sono recati gli agenti della Polizia Stradale di Parma. Quest’ultimi, dopo i rilievi eseguiti sul luogo del sinistro, dovranno fare chiarezza sulla dinamica del sinistro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    14 Dicembre @ 20.37

    Vergognose le giustficazioni. VERGOGNATEVI! nei centri abitati si va piano ! Speriamo nella'omicidio stradale e il criminale che ha investito due persone paghi. Vergogna! Neanche nel terzo mondo si sente dar la colpa alle persone investite! Incivili!

    Rispondi

  • paolo

    14 Dicembre @ 10.35

    ah sono perplesso....alle sei di mattina attraversi quando non arriva nessuno, strisce o non strisce, e forse questo qualche pedone non lo ha ancora capito o lo capisce tardi. Attraversare alla sei di domencia mattina quando un auto può viaggiare veloce e pensare sono sulle strisce si ferma l'auto è un comportamento corretto dal punto di vista del codice della strada, incosciente di fatto!!! Io mi sono trovato due ragazzi che attraversavano sulle strisce al buio, con un pò di nebbia sulla via spezia. Li ho mancati per poco. Le strisce andrebbero abolite in alcuni punti pericolosi e si attraversa quando non passa nessuno . comunque auguri alle ragazze.

    Rispondi

    • enrico

      14 Dicembre @ 22.50

      Paolo, non esistono motivi validi per giustificare il fatto che non ti fermi quando sulle strisce sono presenti pedoni. Troppo spesso vedo incoscienti che mi superato mentre lascio passare i pedoni. Non sono io lo stupido di turno, non lo sono i pedoni, sono volgarmente arroganti e prepotenti coloro che non rispettano questi modesti precetti del vivere civile! E poi danno degli stupidi a noi...

      Rispondi

    • salamandra

      14 Dicembre @ 11.17

      A me sembra che tu ti sita autogiustificando. Hai dato nell'ordine la colpa ai pedoni che attraversano e poi alla posizione delle strisce. Io direi che viceversa NON tenevi una velocità adeguata alla visibilità. Via Spezia NON È una pista da corsa.

      Rispondi

  • nippo

    14 Dicembre @ 07.25

    Non so se questo è il caso, ma i pedoni devono andare contromano e, quando c'è poca luce, indossare un giubbotto catarifrangente, si fa veramente fatica a vedere una persona vestita di scuro alla sera.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

3commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

25commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

La Grandi rischi: "Diga su una faglia riattivata: se il suolo cade nel lago, c'è effetto Vajont"

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party abusivo in un capannone in disuso: identificati 200 giovani

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

TARDINI

Vittoria un po' sofferta ma 3 punti importanti: il commento di Paolo Grossi Video

sky

Caressa ricorda Filippo Ricotti prima di Milan-Napoli

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto