10°

20°

Felino

Studentesse investite: 20enne in Rianimazione

Studentesse investite: 20enne in Rianimazione
5

Camminavano su via Calestano, intorno alle sei di domenica mattina: sono state travolte da un'auto che viaggiava ad alta velocità verso Sala. Vittime due studentesse universitarie: una, originaria di Brescia è gravissima ed è ricoverata in Rianimazione; l'amica, coetanea di Roma se l'è cavata con qualche contusione. La Polstrada dovrà chiarire la dinamica dell'incidente.

Samuele Dallasta

Due ragazze travolte da un'auto sulla strada per Sala Baganza. Una - universitaria ventenne originaria di Brescia - è gravissima, e si trova ora ricoverata nel Reparto di Rianimazione del maggiore; l'amica, anche lei universitaria della stessa età originaria di Roma, se l'è cavata con qualche contusione. Visitata al pronto Soccorso è stata dimessa con una prognosi di tre giorni.

Un incidente terribile, avvenuto intorno alle 5 e 45 della notte tra sabato e ieri e di cui si ignorano molti punti.

Non è chiaro, per esempio, se le due studentesse stessero attraversando la strada o camminassero lungo il ciglio della strada, via Calestano, nel lungo rettilineo che da Felino porta al ponte sul Baganza.

L'impatto è avvenuto all’altezza dell’attraversamento pedonale situato in prossimità della fermata dell’autobus presente tra le rotatorie del centro commerciale e dell’ex curva della balestra.

Le ragazze sono state investite da una vettura che probabilmente viaggiava da Felino a Sala Baganza ad alta velocità.

Il mezzo era guidato da un ragazzo residente nella zona che, nello scontro, è rimasto illeso. Il conducente, che viaggiava solo, si è fermato immediatamente. Nell’impatto con la parte anteriore dell’auto le due ragazze sono state sbalzate in avanti di diversi metri finendo poi rovinosamente a terra. La più grave delle due pare che, prima di cadere a terra, abbia anche colpito un palo che sorregge un cartello stradale per poi perdere subito conoscenza. La seconda studentessa invece non ha mai perso conoscenza.

Subito dopo l'incidente è partita immediata la chiamata ai soccorsi. Sul posto sono giunti in pochi istanti i militi dell’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino con i rispettivi mezzi di soccorso. Inizialmente i militi avrebbero prestato soccorso alla più grave delle due. Quest’ultima infatti, dopo le prime cure sul posto, è stata assicurata alla barella e trasportata in ambulanza, a sirene spiegate, al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Parma. Simile il trattamento riservato dai militi alla seconda studentessa originaria di Roma che, dopo le prime cure sul posto, è stata trasportata anch’essa in ambulanza al Pronto Soccorso.

Entrambe le universitarie sono state trasportate al Maggiore con un «codice rosso», quello riservato a coloro che hanno ferite o traumi gravi e che sono in immediato pericolo di vita. Una volta arrivate al Pronto Soccorso, la studentessa bresciana è rimasta nell’area rossi mentre l’amica romana è stata trattata nell’area gialla, dedicata ai pazienti di media criticità e che necessitano accesso rapido alle cure.

Dopo le prime cure, la più grave delle due è stata ricoverata nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata ma in condizioni stabili.

La seconda dopo poche ore è stata dimessa con diverse contusioni ed una prognosi di tre giorni. Quanto accaduto è tuttavia avvolto ancora in un alone di mistero. Non è chiaro infatti cosa stessero facendo a piedi le due studentesse alle 5.45 lungo la provinciale che collega Sala Baganza a Felino come non è ancora stato reso noto dalle forze dell’ordine se il conducente della vettura abbia assunto alcolici o altre sostanze che avrebbero potuto alterare le capacità di guida. Subito dopo i soccorritori sul posto si sono recati gli agenti della Polizia Stradale di Parma. Quest’ultimi, dopo i rilievi eseguiti sul luogo del sinistro, dovranno fare chiarezza sulla dinamica del sinistro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    14 Dicembre @ 20.37

    Vergognose le giustficazioni. VERGOGNATEVI! nei centri abitati si va piano ! Speriamo nella'omicidio stradale e il criminale che ha investito due persone paghi. Vergogna! Neanche nel terzo mondo si sente dar la colpa alle persone investite! Incivili!

    Rispondi

  • paolo

    14 Dicembre @ 10.35

    ah sono perplesso....alle sei di mattina attraversi quando non arriva nessuno, strisce o non strisce, e forse questo qualche pedone non lo ha ancora capito o lo capisce tardi. Attraversare alla sei di domencia mattina quando un auto può viaggiare veloce e pensare sono sulle strisce si ferma l'auto è un comportamento corretto dal punto di vista del codice della strada, incosciente di fatto!!! Io mi sono trovato due ragazzi che attraversavano sulle strisce al buio, con un pò di nebbia sulla via spezia. Li ho mancati per poco. Le strisce andrebbero abolite in alcuni punti pericolosi e si attraversa quando non passa nessuno . comunque auguri alle ragazze.

    Rispondi

    • enrico

      14 Dicembre @ 22.50

      Paolo, non esistono motivi validi per giustificare il fatto che non ti fermi quando sulle strisce sono presenti pedoni. Troppo spesso vedo incoscienti che mi superato mentre lascio passare i pedoni. Non sono io lo stupido di turno, non lo sono i pedoni, sono volgarmente arroganti e prepotenti coloro che non rispettano questi modesti precetti del vivere civile! E poi danno degli stupidi a noi...

      Rispondi

    • salamandra

      14 Dicembre @ 11.17

      A me sembra che tu ti sita autogiustificando. Hai dato nell'ordine la colpa ai pedoni che attraversano e poi alla posizione delle strisce. Io direi che viceversa NON tenevi una velocità adeguata alla visibilità. Via Spezia NON È una pista da corsa.

      Rispondi

  • nippo

    14 Dicembre @ 07.25

    Non so se questo è il caso, ma i pedoni devono andare contromano e, quando c'è poca luce, indossare un giubbotto catarifrangente, si fa veramente fatica a vedere una persona vestita di scuro alla sera.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera. Bilancio comunale: avanzo di 54 milioni

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

6commenti

Anteprima Gazzetta

Bocconi killer: avvelenato un cane al Parco Ducale

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

3commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

6commenti

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

Parma

Coppini, sì del Consiglio all'iter per l'ampliamento della sede di strada Vallazza

La minoranza si divide fra astenuti e favorevoli

Gazzareporter

Strada Beneceto: raccolta... poco "differenziata"

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

1commento

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

LEGA PRO

Via alla prevendita dei biglietti per il derby Parma-Reggiana

tg parma

1° Maggio: presentati gli appuntamenti di Cgil, Cisl e Uil. Manca il concertone.. Video

Università

I volti dei cadaveri diventavano maschere: libro e mostra sullo studioso Lorenzo Tenchini

In un volume la collezione ottocentesca dell’anatomico dell’Ateneo di Parma. E a ottobre al Palazzo del Governatore la mostra. “La Fabrica dei Corpi. Dall’anatomia alla robotica”

Parma

Finto dipendente dell'acquedotto truffò un'anziana: condannato a 8 mesi

L'uomo era riuscito a farsi aprire la porta di casa e a prendere gioielli in oro per un valore di circa 10mila euro. a una 80enne

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

Primarie Pd

Renzi, Emiliano e Orlando: divisi su tutto nel dibattito tv

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport