-2°

FUNERALI

L'addio straziante ad Alessia

L'addio straziante ad Alessia
Ricevi gratis le news
1

Addio straziante nella chiesa di San Lazzaro ad Alessia Della Pia, la donna massacrata di botte in via Bersaglieri. «Una ragazza piena di luce che in cambio della sua pena riceverà grandi benefici dal Signore», ha detto il parroco.

 

Chiara Pozzati

Mamma Daniela si china sulla bara. Quasi la accarezza, mentre sussurra all’orecchio della figlia. Chissà quante volte dev’esser successo. Lei che bisbigliava parole dolci alla sua «bambina», la stessa a cui si sforza di dire addio di fronte a una piccola folla. E lo fa con gigli candidi, a stelo lungo. Tre omaggi d’amore posati con delicatezza, quasi timore, sul cuscino variopinto di fiori.

Il tempo si ferma, sembra sospeso: tutto per Alessia Della Pia, la 39enne uccisa nell’appartamento di via Bersaglieri. Per un giorno solo lei, ci interessa. Il suo massacro. Il suo sogno spezzato. Ennesimo volto di quell’ossessione (non chiamiamolo amore) troppo spesso dimenticata, perché si consuma dentro le mura domestiche. Dove le vittime sono sempre e solo da una parte. Per un giorno non è molto importante sapere se Mohamed Jella, tunisino di 27 anni, a 9 giorni da quel delitto che ha fatto il giro d’Italia, sia pentito o abbia la minima coscienza dell’orrore commesso. Perché nella chiesa di San Lazzaro si pensa a «quella ragazza piena di luce, di bellezza. Una ragazza giusta, che in cambio della sua pena riceverà grandi benefici dal Signore», rintocca l’omelia di don Luca Bigarelli.

Sul sagrato un’altra donna, un’amica d’infanzia cresciuta con Alessia in quartiere, ha portato un bocciolo di rosa bianca. Fragile, eppure potente omaggio alla 39enne che non c’è più. Un ricordo di purezza per Alessia «che pur avendo cambiato giro di amici e frequentazioni, rimaneva quella bambina generosa con cui sono cresciuta», svela con un groppo in gola.

Nel primo banco, talmente vicini uno all’altra che paiono un’unica persona, spiccano mamma Daniela e Pietro, un secondo padre per Alessia. Più indietro ci sono anche Mirko, il figlio della 39enne e Luca, il fratello con gli occhi gonfi di commozione. Entrambi circondati dall’affetto degli amici più stretti. Anche il sindaco Federico Pizzarotti partecipa alla celebrazione, presenza discreta, che si sottrae ai taccuini per avvicinarsi ai genitori ed esprimere la propria vicinanza in forma privata. E c’è chi non entra, ma rimane a vegliare oltre la porta della chiesa: «Vedi, questo è il momento in cui i leoni diventano conigli - sussurra amaramente un vecchio amico -: non riesco a vedere la bara. Proprio non ce la faccio».

A leggere le Letture, con viva emozione, sono due suore missionarie saveriane: «Che ben conoscono e possono comprendere il dolore della perdita - ribadisce don Luca - perché anche loro hanno perso tre consorelle in Burundi, trucidate, ammazzate con la stessa violenza usata contro Alessia». Donne innocenti così diverse tra loro, però legate da una fine tragica. «Ma le rivedremo - conclude con parole di speranza il parroco -: quando l’amore di Cristo, più forte di ogni cosa, eliminerà la morte per sempre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marzio

    16 Dicembre @ 11.19

    E' l'augurio che gli faccio anch'io.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande