15°

Annunziata

I musulmani: «Visiteremo la mostra dei presepi»

I musulmani: «Visiteremo la mostra dei presepi»
15

Dopo le polemiche per la mostra dei presepi dell'Annunziata disertata dalle scolaresche, le associazioni dei musulmani annunciano: «Andremo noi a visitarla».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    19 Dicembre @ 12.28

    R E N Z

    Biffo, certo è difficile ripercorrere di preciso le tappe, ma quella di Roma "rasa al suolo dai Barbari" è una bufala da tempo appurata. I barbari saccheggiavano ma non distruggevano + di tanto... gli edifici romani erano talmente poderosi che ci vollero secoli x distruggerli, non potevano certo farlo i visigoti a mazzate, anzi volevano diventare anche loro romani. Ne è a dimostrazione il fatto che il Pantheon, unico tempio pagano trasformato in chiesa, è ancora lì, intatto perfino il tetto. Terme ed edifici pagani sono stati distrutti perchè peccaminosi (le terme: come cristiani abbiamo ricominciato a lavarci verso il XIX secolo) o "infestati" dagli idoli-demoni pagani come i fori e le basiliche. Il colosseo è rimasto perchè testimonianza del martirio. Poi sono vere le vicende storiche che dici, l'abbandono, la decadenza. Cmq un fatto è EVIDENTE: se il cristianesimo non è stato la causa della decadenza, allora ne è stata una conseguenza. Come è conseguenza del nostro rammollimento e decadenza l'invasione, sia in armi sia "pacifica", che viene da oriente (altro elemento comune alla storia antica) e che è in atto. Sul "carro del vincitore"... ci stanno saltando i vari "antirazzisti" e politically correct che aprono le porte all'invasore, e ci fanno lucrosi affari adesso: "intanto gli diamo la scheda telefonica... facciamo qualche zero virgola il PIL... e poi chi vivrà vedrà". Cosa vedrà? Vedrà le chiese trasformarsi in moschee, come il pantheon si traformò in chiesa, e specialmente come si vedono già a Costantinopoli / Istanbul a Cipro ecc... E' l'incedere della storia, non ci possiamo fare niente. Sicuramente mi sbaglio eh... Si fa per dire e per confrontare le idee. eh... .

    Rispondi

  • RENZ

    19 Dicembre @ 10.23

    R E N Z

    Vercingetorige. Sta di fatto che la Roma pagana ammetteva tutte le religioni, esattemente come i cristiani moderni: il Dio Mitra, dio Sole, Osiride e gli dei egizi, gli ebrei... tutti convivevano, Roma era come New York. Poi sono arrivati i Nazareni che hanno cominciato a instillare il germe dell'intolleranza, dicendo che il loro era l'unico Dio e tutti gli altri Ca***te (quello che dicono oggi gli Islamici integralisti e moderati). La reazione romana fu causa di tali atteggiamenti. E' del resto evidente che Nerone non può aver incendiato Roma distruggendo la sua collezione di arte greca, mentre i sospetti sui cristiani non son stati fugati. Trecento anni dopo Costantino, del quale non è certa la conversione al cristianesimo, ha dichiarato tutte le religioni uguali (editto di Milano) e successivamente ha sancito il crisianesimo come religione di stato. I soliti politici che danno ragione al più forte o al più pericoloso, o al meglio organizzato, non è cmbiato nulla. Da quel momento tutte le religioni che convivevano (certo con alti e basssi ma le testimonianze archeologiche di pluralismo religioso sono evidenti) sono state messe al bando, gli ultimi pagani perseguitati e uccisi come i primi cristiani (vedi il caso di Ipazia). RISULTATO: la piu' splendida capitale di sempre in 300 anni di crstianesimo, si è ridotta ad un cumulo di macerie, non certo a causa dei barbari, che non avevavono nemmeno la capacità di distruggere fori terme e templi, ma per la costante distruzione degli edifici profani. Con le statue marmoree degli idoli (considerati demoni) si faveva la calce, esattemente come fanno ora gli integralisti con i buddha e le statue degli antichi dei.Al tempo di Costantino (320 d.c.) Roma era ancora splendida, dopo 300 anni di cristianesimo rimanevano macerie. Esattamente come le capitali "islamizzate" di oggi. Quanto all'amore universale... le guerre sono continuate con le medesime modalità senza soluzione di continuità fra epoca pagane e cristiana, idem la schiavitù e le differenze sociali fra nobili ricchissimi e plebei sono state anzi consolidate rese ancora più dure nella civiltà cristiana. Vedo enormi affinità fra pagani di ieri e i "cristiani" di oggi, medesima ricca decadenza rilassamento dei costumi e perdita di forza morale. Mentre vedo identica fede "assoluta", disprezzo x le altre religioni, mito dei Martiri, nei primi cristiani così come negli integralisti islamici di oggi. E credo che vinceranno loro anche stavolta. Si per parlare...

    Rispondi

    • Biffo

      19 Dicembre @ 11.37

      Renz, non fu Costantino a proclamare il cristianesimo religione di Stato, ma Teodosio, 70 anni dopo. I primi cristiani non erano affatto intolleranti; furono perseguitati perché negavano la divinità dell'imperatore e rifiutavano di onorarlo come tale. Proclamare che Roma venne ridotta in macerie dai cristiani, che abbattevano i templi pagani, è semplicemente ridicolo. Nerone non incendiò Roma, come non lo fecero certo i cristiani, per non tirarsi la zappa sui denti. Fu un incendio spontaneo dei quartieri popolari, con casupole tutte in legno, che Nerone evitò che fosse domato. Roma decadde prima perché fu prima abbandonata come sede dell'Imperatore, per Costantinopoli, Milano e poi Ravenna, e fu rasa al suolo da Vandali e Visigoti. Se diverremo tutti islamici, sarà perché nomi italiani siamo sempre pronti a saltare sul carro del padrone vincente del momento.

      Rispondi

  • Vercingetorige

    18 Dicembre @ 20.25

    MA CHE PASTICCIO ! I Cristiani non erano un "manipolo di fanatici integralisti provenienti dalla Palestina" , ma i seguaci di una Religione che cambiava radicalmente il concetto di Divinità , il rapporto di Dio con gli uomini , le relazioni degli uomini fra di loro. Il Cristianesimo , per il suo messaggio d' Amore e , forse soprattutto , di Perdono , si è diffuso in pochi anni , fra tutte le classi sociali , ricche e povere , in tutto il bacino del Mediterraneo , e non potevano certo essere "tutti di Nazareth". Se si fosse trattato solo di "un manipolo di fanatici integralisti provenienti dalla Palestina" , la repressione romana li avrebbe distrutti , invece l' imperatore Costantino si è visto costretto a riconoscerli ed a scendere a patti con loro , perchè , ormai , il loro messaggio morale si radicava dovunque. Un "manipolo di fanatici integralisti provenienti dalla Palestina" non avrebbe certo potuto indurre Costantino ad indire il Concilio di Nicea . Poi , che , secondo i suoi detrattori , il Cristianesimo sia una Religione inventata da ( San ) Paolo , lo sappiamo tutti . Storia vecchia ! E' vero che i Testi Sacri sono , a volta , confusi , ma ciò è dovuto all' infinita serie di traduzioni in lingue diverse che hanno subito . Dall' aramaico all' ebraico , dall' ebraico al greco , dal greco al latino......... Personalmente non mi sentirei nemmeno di escludere qualche manomissione. Il trattato "De vera doctrina contra Christianesimum" di Celso è completamente scomparso . Non se ne trova più traccia. Che il 25 dicembre sia la festa pagana del "sol invictus" , trasformata in cristiana , lo sappiamo tutti . Non abbiamo idea della data di nascita di Gesù . Qualcuno ha ipotizzato giugno , ma , forse , è sbagliato anche l' anno. CHE IL SIGNIFICATO RELIGIOSO DEL NATALE SIA STATO SNATURATO DALLA SOCIETA' DEI CONSUMI E DEI COMMERCI E' EVIDENTE A TUTTI , al punto che , secondo alcuni sondaggi di opinione, oltre il 70 % degli intervistati lo ritiene un evento ansiogeno e vorrebbe che fosse già passato. QUESTE COSE , PERO' , PERDONATEMI , SONO LA SCOPERTA DELL' ACQUA CALDA . IN QUESTO PERIODO LE RIMESTIAMO OGNI ANNO ! Facciamo così : vogliamo parlare di Storia del Cristianesimo ? Va bene ! Ne parliamo a febbraio !

    Rispondi

  • RENZ

    18 Dicembre @ 19.10

    R E N Z

    Dico la verità: mi riconosco nella civiltà cristiana, e in casa faccio il Presepe. Ma Se però fossi vissuto nei primi secoli, avrei difeso la religione tradizionale dei Romani (poi chiamata per disprezzo "pagana"). Effettivamente ci siamo fatti "abbindolare" da un manipolo di fanatici integralisti provenienti dalla Palestina; erano tutti di Nazareth, meno Marco che era di Gerusalemme e Paolo che aveva la cittadinanza romana. Quando il prete legge la bibbia in chiesa... non ci capisce nulla nessuno, mentre i racconti della mitologia antica insegnano molto della vita e dell'animo umano. INFATTI i cardinali del rinascimento si facevano dipingere nelle loro residenze le storie mitologiche... mica la bibbia. Pagani eravamo e pagani siamo ritornati... perchè la festa di luci, auguri, magnate, abbracci, bevute, consumi, regali, addobbi, babbinatale, bambini, cinema, messe di mezzanotte, presepi, canzoni americane e... chi +ne più ha +ne metta che facciamo ogni anno a dicembre... sarà mica una roba cristiana eh?

    Rispondi

  • Biffo

    18 Dicembre @ 18.13

    Si tratta di un'iniziativa assurda; sarebbe come se dei cristiani si recassero in moschea, perché ci sono molti musulmani che non la frequentano. Ma che senso ha? Non è che la contropartita sarà poi la richiesta inappellabile della costruzione di una moschea, dato che hanno dimostrato di essere dei bravi bimbi fiolocristiani, eh?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      18 Dicembre @ 20.38

      NON E' UN' "INIZIATIVA ASSURDA" ! E' UNA BELLA LEZIONE agli pseudointellettualoidi ibridi , che , purtroppo , hanno la responsabilità di educare i nostri bambini , che , dopo millenni di Civiltà Cristiana , adesso si vergognano del Presepio ! NON E' QUESTIONE DI "LAICITA' " ! Un ateo intelligente non crede in Dio , e nessuno lo obbliga a crederci , ma non si vergogna certo del Presepio, dell' Albero , o del canto "Tu scendi dalle Stelle " ! Questo dico da socialista ( non craxiano ) .

      Rispondi

      • Biffo

        19 Dicembre @ 11.46

        Verci, ma mi dici che ci andrebbe mai a fare un musulmano in una chiesa cattolica, a visitare un presepe? Che cosa può provare, di fronte ai simboli di una religione che non lo tocca minimamente, anzi, gli è da secoli nemica, anche per sistema sociale e politico, ad essa legato? Tu che ci andresti mai a fare una capatina in una moschea, dove si adora un Dio diverso ed opposto al nostro, in tutti sensi? Io credo che sarebbe sufficiente, in questo come in altri casi, un reciproco rispetto.

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Chiede i soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

5commenti

Il fatto del giorno

L'ultima verità sulla legionella

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

4commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

3commenti

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

5commenti

Bassa

Furti a Mezzano Superiore: nel mirino anche l'asilo e il circolo Anspi Video

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

La trasmissione di TvParma "Lettere al direttore" seguirà l'evento

1commento

parma calcio

Parma, lotta di nervi col Venezia. Lucarelli: "Attenzione alla Feralpi" Video

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

20commenti

tg parma

Pesticidi nel Po: dati preoccupanti, trovate anche sostanze proibite

Pubblicato un dossier Ispra

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Discoteca offre 100 euro alle donne senza slip, è polemica

tv

Rai: anche per gli artisti arriva il tetto degli stipendi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

Ginevra, 126 anteprime La guida