22°

32°

Aggredito anziano

Rapinato l'incasso di un distributore

Rapinato l'incasso di un distributore
Ricevi gratis le news
3

Il figlio non si sentiva bene e così l'incasso lo ha ritirato il padre. Ma l'uomo, anziano e malfermo sulle gambe, è stato seguito e aggredito. Finendo anche a terra. Ecco il racconto di quanto accaduto e la testimonianza del benzinaio. Che dice: «Come si fa adesso a non avere paura?»

Luca Pelagatti

Per agire i rapinatori sanno di avere bisogno di due cose: sangue freddo e un'arma. Il bandito che ha fatto sparire l'incasso della stazione di servizio Elp sulla tangenziale Nord l'arma non ha neppure dovuto estrarla. Perché ha agito di sorpresa. E perché la sua vittima, di certo, non poteva reagire. E lui lo sapeva.

«Evidentemente ha studiato il momento, ha atteso e seguito l'auto di mio padre-, spiega il titolare della pompa di benzina. - E ha compreso che non gli si sarebbe potuto opporre».

Già, perché l'uomo, oltre che parecchie primavere sulle spalle, ha la salute malferma. E adesso, in più, conosce anche la paura.

«E' successo qualche sera fa, pochi minuti dopo le 19 - prosegue il benzinaio. - Io quel giorno non mi sentivo molto bene, avevo un problema ad un ginocchio e sono dovuto andare dal medico per un trattamento. Così, diversamente dal solito, ho lasciato mio fratello solo a gestire la stazione di servizio».

In condizioni normali questo non avrebbe dovuto significare nulla. Ma, è chiaro, che qualcuno li stava tenendo d'occhio. E ha capito che era il momento giusto per agire.

«Verso le 19 mio fratello ha chiuso l'impianto, raccolto l'incasso come ogni sera. E mio padre ha preso in consegna i soldi, alcune migliaia di euro, per portarli a me, a casa. Noi abitiamo fianco a fianco, sembrava un gesto di routine. Nessuno poteva immaginare cosa sarebbe successo». Dieci minuti dopo l'anziano era davanti a casa, nella zona di via Venezia. Ed è sceso dall'auto parcheggiata nel solito posto, nel solito stallo per disabili. Perché l'abbiamo detto: l'uomo ha problemi di salute. E il gesto del bandito anche per questo fa ancora più schifo.

«Non ha neppure avuto il tempo di scorgere il bandito. Quell'uomo gli è arrivato da dietro, gli ha tirato uno spintone, lo ha buttato a terra. Poi gli ha strappato la borsa con l'incasso ed è fuggito».

Un piumino lungo e chiaro e un paio di jeans: ecco le uniche cose del rapinatore che la vittima è riuscita a vedere. Prima di alzarsi a fatica e arrivare con il passo incerto alla casa del figlio. «Mi ha suonato alla porta: l'ho trovato che tremava, con gli occhi lucidi. “Mi hanno appena rapinato”, ha solo avuto la forza di mormorare».

Subito, è ovvio, è partita la telefonata alla forze dell'ordine che hanno mandato in quella laterale di via Venezia una pattuglia.

Ma di tracce da raccogliere, purtroppo, non se ne sono trovate. E i dettagli per un identikit proprio non ci sono.

«Ora, l'unica speranza è qualche dettaglio possa essere stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza. Forse in un fotogramma ci potrebbe essere l'immagine di un'auto che segue quella di mio padre».

Ma, si sa, sono speranze. La realtà è che per un colpo del genere è assai difficile incastrare il responsabile. Se, come è probabile, il bandito si era preparato forse non ha neppure dovuto pedinare l'auto, forse anzi l'ha preceduta per attendere la sua vittima. Ma queste, anche queste, sono congetture.

«La sola cosa sicura è che non si può vivere con la paura che accadano cose come queste», è lo sfogo del titolare della stazione di servizio. Che di furti e razzie dei balordi ha una certa esperienza. «In oltre vent'anni di lavoro mi era già capitato di essere derubato, di avere problemi. Ma una rapina come questa mai».

E una rapina non ti porta via solo i soldi. Ma anche la tranquillità. «E' inutile fingere, sono preoccupato. Ho due bambini piccoli e mi spaventa pensare che possa succedere di nuovo, magari qui a casa. Mio figlio questo timore lo sente ancora più di me. Ha paura a restare solo».

Paure non da bambino, queste. Queste sono i timori di chi ha scoperto troppo presto che i cattivi non sono solo nelle favole. Ma ci sono per davvero e sono capaci anche di fare male ad un nonno. Senza neppure un'arma ma con sangue freddo. E nessuna remore a fare male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    19 Dicembre @ 14.21

    del resto questi sono gli effetti dei famosi svuotacarceri del PD, 5 in due anni, per non mandare in galera più nessuno...grazie renzi

    Rispondi

  • BRUNO C.

    19 Dicembre @ 09.10

    x Michele : E CASA COSA FA' ?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

turku

Finlandia, c'è anche un'italiana tra i feriti a colpi di coltello. La Polizia: "E' terrorismo"

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti