10°

22°

Emergenza

Un week end di furti in appartamento

Un week end di furti in appartamento
Ricevi gratis le news
28

Scelgono una zona e passano in rassegna le strade cercando case dove colpire. Sono i topi di appartamento che in questo fine settimana hanno agito in molte abitazioni soprattutto nella zona sud. Prese di mira le case ai piani bassi dove sono spariti oro, gioielli e i ricordi di una vita.

Luca Pelagatti

Memorizzate quest'orario: tra le 18 e le 20. Probabilmente voi in questa fascia del pomeriggio, durante lo scorso fine settimana, stavate tornando a casa o acquistando gli ultimi regali per il Natale. Intanto c'era qualcuno che vi stava derubando. No, forse non proprio voi. Ma un vostro vicino o una casa a poca distanza dalla vostra. Perché il periodo prima del Natale è quello degli auguri. E dei topi d'appartamento. Lo sanno bene le forze dell'ordine che tra sabato e ieri sono stati costretti ad un vero e proprio tour de force per compiere sopralluoghi in appartamenti svaligiati. In particolare nella zona sud della città. La gran parte delle richieste di intervento, come detto, sono arrivate a cavallo dell'ora di cena. Quando i proprietari rientrando hanno trovato le stanze messe a soqquadro. Che qualcosa stesse accadendo si è iniziato a capire nel pomeriggio quando alcuni residenti nella zona del Botteghino hanno notato un paio di persone andarsene con una fretta ben più che sospetta da alcune abitazioni monofamiliari. Ma un esame esterno non ha permesso di scoprire cosa fosse accaduto. Almeno fino a quando al momento di rientrare i residenti di un appartamento di via Traversetolo si sono trovati davanti alle tracce evidenti del passaggio dei ladri. Pochi minuti dopo è stata la volta di una palazzina in strada Antina: anche qui, case mese sottosopra. E a quel punto l'allarme ha iniziato a suonare senza sosta. Sono arrivate segnalazioni di furti messi a segno in strada Argini Parma (dove è stata svaligiata una villa), via Paolo il Danese, via Pastrengo, via Sant'Eurosia. Ovvero in tutto il quadrante a est del letto della Parma.

Impossibile dire se ad agire sia stata sempre la stessa banda: ma in ogni caso la tecnica utilizzata è sempre la stessa. I ladri hanno scelto appartamenti al piano rialzato e al primo piano penetrando in casa da una portafinestra raggiunta arrampicandosi si tubature e strutture sporgenti dalla facciata. Anche l'oggetto del desiderio, più o meno, è sempre lo stesso: i ladri hanno tralasciato gli oggetti di grosse dimensioni, scomodi da trasportare e difficili da piazzare, e hanno svuotato cassetti delle camere da letto e armadi cercando gioielli e oro. Solo in via Paolo il Danese sono riusciti a trovare una somma di alcune centinaia di euro in contanti mentre negli altri casi sono scappati con qualche collana, anelli e orologi. Il calcolo del danno verrà fatto in queste ore: ma in totale si tratta di diverse migliaia di euro. Zona sud abbiamo detto; ma non solo. Le denunce arrivate segnalano colpi messi a segno anche in via Bacchini, una traversa di via Emilia Est, e in via Muzzi, alle spalle di via Toscana. Anche in questi casi i ladri hanno scelto appartamenti al primo piano dove sono riusciti ad arrivare ai balconi. In via Bacchini è stato rotto il vetro di una finestra che era stata lasciata chiusa ma non con le tapparelle abbassate. I consigli per cercare di contrastare queste razzie sono sempre gli stessi, come ricorda la polizia di Stato nel suo sito: quando si esce abbassare sempre le tapparelle e chiudere le finestre e soprattutto per chi abita ai piani bassi possono esser utili delle inferriate in acciaio; anche un sistema di allarme è consigliabile per obbligare i ladri ad una fuga veloce. Senza avere il tempo di cercare e soprattutto portare via i gioielli e l'oro. Sono i ricordi di una vita che i ladri poi finiranno per vendere per poche decine di euro. Pronti a rimettersi in strada per cercare nuove case da svaligiare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    22 Dicembre @ 08.44

    R E N Z

    Jeffroy, in pieno transagonismo polemico, parla di "sistema euronazicomunista". osservando la realtà, vediamo un PD che vuol diventare PARTITO DELLA NAZIONE, ed è già iscritto al Partito SOCIALISTA EUROPEO. Quindi un Partito di (ex) maggioranza che vuol essere NAZIONALE e SOCIALISTA. Mi sa che Jeffroy dice meno "sapa e badìl" di quel che sembra...

    Rispondi

    • jeffroy

      22 Dicembre @ 11.38

      Basta chiedersi se siamo stati mai interpellati, quando ancora c'era una nazione, sul volere o meno entrare nell'UE; certo che no, perché allora si poteva ancora credere che il politico o lo statista agissero nell'interesse della gente della propria terra, e non come ora che spudoratamente fingono di "fare" e invece entrano in politica per mettersi le spalle al coperto con un vitalizio (del resto coi tempi che corrono è bene prepararsi un rifugio). Ci hanno delicatamente calato in tutto il minestrone in cui oggi bolliamo senza accorgercene. Politica, media, opinione popolare ormai plagiata secondo i dogmatismi del sistema, ci fanno accettare tutto, dalla caduta di quel muro voluta da multinazionali e banche interfacciatesi con l'allora iniziato in Londra Gorby. E tutto ci inghiottiamo accettandolo come fisiologico. Dal senso di colpa per essere bianchi, occidentali e civilizzati, all'accettazione del convivere col terrorismo perché anche quello è colpa nostra ...

      Rispondi

  • ANONIMUS

    21 Dicembre @ 13.29

    Titolo sbagliato... IL SOLITO WEEK END.. anche i ladri a natale devo fare dei regali!!

    Rispondi

  • jeffroy

    21 Dicembre @ 13.10

    @Michele: lei ha molto più che ragione a evidenziare le responsabilità di Casa; purtroppo però bisogna prendere atto che lui fa, o meglio non fa, in base a ciò che il suo superiore dal sorriso kitsch che siede sulla poltrona di sindaco, per intenderci quello che ha concesso la vuota e demagogica onorificenza della cittadinanza civica ai figli degli immigrati solo in quanto tali, gli dice di non fare. E che ancor di più costui si allinea col lassismo imperante imposto dal governicchio delle banane dei sostenitori dell'eu-europa unita. Nessuno vuole ammettere che chi ci ha invaso, proveniente dall'est europa messo in mutande dalla caduta dell'Urss, o presente in italia da sempre e tollerato nelle sue meravigliose enclave della illegalità quali i campi nomadi, agisce pacificamente col benestare di tali incuranti partiti politici, i cui rappresentanti che compaiono negli spettacolari show politically correct, ci dicono sfacciatamente che la criminalità è questione di percezione, che "stanno facendo" e che stanziano fondi per le forze dell'ordine. Provi a scoprire a quante pattuglie è affidata la nostra sicurezza e capirà che non è solo il caso di CASA, ma è anche la tolleranza della gente che accetta questa decadenza, un po' perché se ne frega, un po' perché è stata abituata a non poter più parlare o dissentire, pena i vari marchi inventati ad hoc dal sistema, e anche perché non c'è proprio nulla da fare, se non accettare cristianamente di porgere guance, beni materiali, e deretani, a coloro che "indotti dallo stato di necessità" (come da sentenza di un giudice che non ha disposto l'arresto per violazione di proprietà privata devastazione di una casa nel padovano) agiscono in tale senso. Spero inoltre che questo commento scevro di insulti le giunga integro perché in più, il cittadino deve anche subire e varie censure imposte dal sistemino informativo e politicamente corretto di provincia.

    Rispondi

    • federicot

      21 Dicembre @ 18.00

      federicot

      quasi tutto sbagliato, ma vi piace leggere ciò che preferite e trovate sempre qualcuno che vi scrive ciò che volete. Frutto del sistema informativo e della scarsissima cultura. Auguri.

      Rispondi

      • jeffroy

        21 Dicembre @ 20.14

        certo che se a dire: "tutto sbagliato" è uno che incolpa, coi suoi commenti letti nel tempo (e per fortuna che si commenta da solo e con lui dimostra le sue capacità intellettive) più il derubato per avere una bella bici o un po' di denaro in casa e non il ladro è tutto dire... Tutti questi furti esistono da quando siamo stati invasi da quelli dell'est; poi ci sarà anche chi lavora, ma noi dobbiamo difenderci da quelli che anche grazie al sistema giudiziario e di gestione della nostra giustizia sono fuori il giorno dopo e liberamente reiterano il reato. e a proposito della base popolare di cui il sistema si avvale, ecco in fedricot il solito disturbatore negazionista e provocatore.

        Rispondi

      • 21 Dicembre @ 18.03

        REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Semmai è questo commento che è frutto di scarsissima lettura. Dire che ci scrivono ciò che vogliamo in un sito nel quale ci mandate tonnellate di critiche e opinioni divergenti (e tu per primo lo sai, visto che ne sei uno dei primi produttori) o è distrazione o è malafede. Scegli tu. Auguri

        Rispondi

        • federicot

          21 Dicembre @ 18.55

          federicot

          A posto allora, tutto in regola. La gente pensa che esistano solo milioni di stranieri che ci assalgono per portarci via tutto. Quale sia la realtà non importa. Auguri poi per cosa?

          Rispondi

    • sindaco

      21 Dicembre @ 15.44

      92 minuti di applausi.

      Rispondi

    • 21 Dicembre @ 14.53

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Arriva integro, compresa l'ultima inutile e sciocca frase, signor anonimo

      Rispondi

      • RENZ

        21 Dicembre @ 17.29

        R E N Z

        Scusate... prima di tutto: "anonimo" è chi è senza nome, Uno pseudonimo non è un anonimo... apostrofare un partecipante al forum come "signor anonimo" è come l'asino che da del cornuto al bue. Se uno DICE UNA CAVOLATA, giusto rispondere a tono ma senza rimarcare l'anonimato che è modalità lecita di partecipazione. Se per anonimo intendete "nome e cognome" dello scrivente, Nelle risposte della Redazione, elemento interessante e valore aggiunto di questo sito, (molti siti di quotidiani sono disinteressati ai commenti dei lettori e la vostra presenza e attenzione vi rende onore) non recano "nome e cognome" del redattore scrivente... e quindi? L'uso di pseudonimi non mi sembra una cosa brutta, da rinfacciare... è una modalità accettata in questo forum, e quindi non "diamoci dell'anonimo" come se fosse chissà quale macchia sulla coscienza dell'interlocutore, sintomo di vigliaccheria, sospetto di malafede. Si confrontano le opinioni, non i nomi. Che c'è di male? Le parole sono importanti!

        Rispondi

        • 21 Dicembre @ 17.58

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Aderisco al 98%. Ecco l'altro 2%: 1) Nessuno impedisce la "legittima" partecipazione al forum in forma anonima. Quando però da una "normale" opinione ci si allarga a lezioni etico/professionali non posso non rimarcare una contraddizione quando tali lezioni ci vengono impartite appunto dietro anonimato. 2) Non regge invece il paragone con noi. Redazione gazzettadiparma.it non è un nickname come "marihugo" o simile (dietro il quale il lettore non sa proprio chi c'è): qui c'è una redazione di una testata che si assume comunque la responsabilità di ciò che scrive. Non solo: ma senza voler peccare di presunzione, credo sia abbastanza notorio che il caposervizio di questa Gazzetta web si chiami Gabriele Balestrazzi. Semmai, dopo 24 anni di "esibizione" a TV Parma e tante firme su questo sito, la mia paura- all'opposto - è quella di stancare i lettori. Ma più di una volta, anche e soprattutto in disquisizioni di questo genere, ho firmato per esteso in prima persona. Quindi qualche differenza c'è.

          Rispondi

        • jeffroy

          21 Dicembre @ 18.32

          l'ultiima riga è stata scritta perché ieri, sproposito del presepe visitato dai musulmani, avete censurato un concetto che è alla base della nostra situazione socio-politica-mediatica.. intelligenti paura

          Rispondi

        • 21 Dicembre @ 18.43

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Censuriamo frasi diffamatorie, volgari, offensive, razziste. Per il resto, non temo di dire che siamo uno dei siti più aperti (anche alle critiche) e non temo di ripetere che quella riga era inutile o in malafede.

          Rispondi

        • federicot

          21 Dicembre @ 21.01

          federicot

          Mi dai la definizione di aperto alle critiche?

          Rispondi

        • jeffroy

          21 Dicembre @ 20.28

          E quali sarebbero le frasi diffamatorie volgari ed offensive ? per aver detto che politicamente siamo sotto un regime euronazicomunista ? e quelli che qui danno dei razzisti o fascisti a chi non adora gli immigrati ? dai su, ci avete preso per degli automi analfabeti e pecoronizzati come sistema impone. Anche voi avete stancato; la gente è stufa di politicaa delle balle, di informazione intorbidente e manipolatrice e avete perso lettori e credibilità. A voi auguri e non di natale.

          Rispondi

        • 22 Dicembre @ 07.25

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Vedo che anche tu ti sei iscritto al nostro funerale. Mettiti in fila con federicot e altri, e non abbiate fretta: i conti vanno meglio, e i lettori sono molto più fedeli che in quasi tutta Italia, sulla carta e sul web. Ma so che in fondo ne siete felici: quale altro sito darebbe ospitalità alle vostre critiche fatte con lo stampino del pregiudizio più banale...? A lei auguri, anche di natale.

          Rispondi

        • jeffroy

          21 Dicembre @ 20.12

          e quali erano le frasi razziste ? il sistema non euronazicomunista ? e avete ricensurato anche una domanda a voi rivolta .. braaavi. correggo "intelligenti pauca!!"

          Rispondi

        • 21 Dicembre @ 20.17

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - La mia risposta era riferita alle nostre regole generali: io ieri non c'ero, ma se il commento è stato cestinato il motivo dovrebbe essere uno di quelli che le ho elencato. Se lei ritiene che non sia così lo rimandi e vediamo.

          Rispondi

  • filippo

    21 Dicembre @ 10.02

    5 decreti svuotacarceri in 3 anni, questa è la cura del pd per la sicurezza, tagli alle forze di polizia, chiusura di 8 centri di espulsione su 13, detenuti scesi da 68000 a 53.000...cosa fanno questi 15.000 fuori? e poi quando succede un reato, come l'accoltellamento a fidenza, i deputati parmigiani del pd fanno le interrogazioni parlamentari contro le leggi da loro votate...

    Rispondi

    • antonio

      21 Dicembre @ 13.33

      Molti di questi usciti andranno a fare volontariato nelle case di riposo una volta alla settimana

      Rispondi

    • RENZ

      21 Dicembre @ 12.03

      R E N Z

      Bravo Filippo, i numeri sono importanti...

      Rispondi

  • p

    21 Dicembre @ 08.37

    oggi sono uscite le classifiche del sole 24ore sulla qualità della vita e tutti già a urlar vittoria e brindare, ma se si guardano i parametri sulla sicurezza (FURTI e RAPINE) Parma è messa malissimo, oltre a far girare la camionetta dell'esercito tutte le mattine in via primo groppi forse bisognerebbe far qualcosa di più

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

OPPORTUNITA'

55 nuove offerte di lavoro

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

1commento

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel