10°

Rapine

Cresce la paura

Cresce la paura
38

«Abbiamo toccato il fondo»: la gente dell'Oltretorrente e di San Leonardo, si definisce esasperata dall'escalation di violenza e rapine di questi ultimi giorni. Crescono insofferenza e rabbia «perché chi delinque rimane impunito». C'è chi invoca nuove leggi, chi teme che «prima o poi ci sarà chi tenterà di farsi giustizia da solo».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la camola

    01 Gennaio @ 15.53

    probabilmente i politici di roma hanno fatto in modo di armare le forze dell'ordine che devono contrastare i delitti con "fucili di legno"

    Rispondi

  • fortunato

    25 Dicembre @ 16.52

    ma a chi ci dobbiamo rivolgere per avere un po' di sicurezza. Sono deluso, schifato da quelli che stanno in" ALTO "e che dicono faremo questo e quello, poi ? solo chiacchiere e basta. Non si può andare avanti cosi, non se ne può più !!!

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    25 Dicembre @ 11.23

    la rivolta di atlante

    CHI TEME CHE PRIMA O POI SI ARRIVERÀ ALLA GIUSTIZIA POPOLARE.... STIA SERENO.... È UNA RICETTA OMEOPATICA DI SICURA APPLICAZIONE. CI MANCANO SOLO UN PAIO DI INGREDIENTI ANCORA, MA L'ARRIVO DEL PIATTO BOLLENTE È SICURO..... SPOSTARSI CHE SCOTTA.

    Rispondi

  • Uccio

    25 Dicembre @ 09.54

    Michelotto trascrivo pari pari da gazzetta di Reggio: Ma c’è ben altro. Secondo i dati del Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno pubblicati pochi giorni fa su questo giornale, la situazione reggiana è in preoccupante controtendenza. Mentre in Italia i reati denunciati, nel 2014, calano, a Reggio sono aumentati del 3,6%, i borseggi del 26%, i furti d’auto del 24,5%, i furti in abitazione, quelli che fanno più paura, del 20%, le rapine del 14%, le estorsioni addirittura il 58%. Anche se, alcuni di questi reati, sono meno numerosi a Reggio che altrove, il dato preoccupante, è il loro forte incremento rispetto all’anno precedente. Le forze dell’ordine sono ben consapevoli di questo fatto. Non è un caso che proprio nella nostra città il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica si sta riunendo con una frequenza che non ha pari. Questa consapevolezza e l’abilità nelle operazioni anticrimine, danno sollievo, ma la preoccupazione dei cittadini cresce, perché ormai si ruba di tutto. Si ruba nelle case e nelle farmacie, si ruba nei bar e i bancomat delle banche, i cavi di rame e le biciclette. A fronte di questo che appare come un vero e proprio attacco di bande organizzate, l’ottusità delle pene italiane aumenta l’insicurezza delle persone perbene e la frustrazione delle forze dell’ordine. Un alto funzionario delle forze dell’ordine sintetizzava con una battuta la situazione italiana: “Reato grave, condanna pesante, pena sospesa”. Basterebbero meno anni di reclusione, ma effettivi, per avere non solo un effetto deterrente superiore, ma anche per riconquistare la fiducia dei cittadini e, con la vicinanza delle istituzioni, infondere coraggio e sicurezza.

    Rispondi

  • Uccio

    25 Dicembre @ 09.41

    Michelotto, come al solito non sei obiettivo e consideri il 96º posto nella lista della sicurezza colpa della città mentre quando si parla del 13º posto nella lista generale, è merito della provincia. Come dicevo prima la sicurezza è materia del Ministero dell'Interno e, di conseguenza, di Prefettura e Questura. Chi decide quanti poliziotti o carabinieri e quali e quanti mezzi inviare sul territorio non è certo il sindaco, di qualsiasi partito esso sia. Ribadito questo, vi consiglio di andare a leggere gli articoli dei giornali di altre città; io ci vado spesso è il risultato è sorprendente: tutti si lamentano di una insicurezza generale dovuta a troppo permissivismo delle leggi e ad una mancanza della certezza della pena, che serva come deterrente. Tutti i giorni mi riprometto di fare copia incolla di qualche articolo preso da giornali di altre città, se la gazzetta non mi censura. Parto da un giornale toscano: BECCATIFirenze, movida e degrado in centro: sniffano cocaina in pubblico.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

gossip

Rispunta Rosy Maggiulli. Intervistata da Playboy

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

CRIMINALITA'

Razzia di tonno, liquori e caffè in un magazzino

Il caso

Duc, si lavora per riaprirlo

agenda

Weekend a Parma e in provincia: protagonista il Carnevale

Collecchio

E' morto a 51 anni Massimiliano Ori

viale mentana

Auto si ribalta e sbatte contro altre vetture: strage sfiorata Foto Video

Lutto

Franco Scarica, addio alla fisarmonica da Oscar

CALCIO

Parma, i conti tornano

collecchio

Assemblea pubblica su situazione Copador, sabato 4 marzo

sport

Inaugurato il Parma Golf Show

Ambiente

Attiva la nuova Ecostation di via Pertini nel parcheggio di via Traversetolo

Donatori

Elezioni Avis: Giancarlo Izzi «in pole»

AL CAMPUS

Elio e le Storie Tese in forma per l'Europa

RUGBY

Zebre, altro mesto rinvio

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

foto dei lettori

Fontana di Barriera Repubblica

maltempo

Allerta meteo Protezione civile: forti temporali in Emilia Romagna

Allerta arancione per il rischio idrogeologico

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

FORT LAUDERDALE

"Musulmano?", figlio Mohammed Ali fermato in aeroporto

Cina

Incendio in un hotel, almeno tre morti e 10 feriti Video

WEEKEND

L'INDISCRETO

Da Presley a Hemingway: nipoti d'arte

1commento

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Calciomercato

Ranieri: "Il mio sogno è morto"

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia