11°

17°

Il racconto

Un sabato notte in Oltretorrente

Un sabato notte in Oltretorrente
Ricevi gratis le news
19

Non c'è bisogno delle risse per movimentare le notti oltretorrentine. Ecco un resoconto «ora per ora», pervaso di amara ironia, di un sabato notte qualsiasi in certi borghi di là dall'acqua: scritto da chi in questi ci vive (e tenta, invano, di dormire).

Cristina Pelagatti

Non c’è bisogno di risse per movimentare le serate, la cronaca di un ordinario sabato notte in Oltretorrente è più che vivace.

Ore 1.15
Il sentiero urinoso
In vicolo Santa Maria un ragazzetto si aggira circospetto in cerca dell’angolo più adatto dove aprire la patta. Poco importa che a due passi ci sia un locale notturno ancora in piena attività. Poco importa che la sottoscritta brandisca un telefono e minacci la pubblicazione della foto. La giovane speranza si cala in testa il cappuccio della felpa, sale sul gradino dell’uscio di una casa e vuota la vescica contro una porta; avanti di pochi passi rivoli di urina dipartono da tutti i portoni del vicolo. Il sentiero urinoso termina con lo spiazzo davanti al parcheggio: qui c’è un cestino dei rifiuti, ma si preferisce lasciare il rudo sulle panchine o sulla scalinata dell’edificio universitario.

Ore 1.25
Bisognini in libertà
In un vicolo nei pressi un bellissimo e nobilissimo cane dal manto grigio esce per i bisogni nel mezzo del borgo, senza che la presente proprietaria raccolga nulla: quando anche gli abitanti se ne fregano del luogo in cui vivono, il risultato non può essere che un’allure generalizzata di letamaio.

Ore 1.30
Rudo sparso
In borgo Cocconi il solito rudo abbandonato in buste davanti a un palazzo a fine serata è sparso sul marciapiede.

Ore 2.20
Musica a palla
Stesso borgo: arriva il fenomeno, un classico di tutte le serate oltretorrentine, il demente in macchina con autoradio a tutto volume che spara musica, tra l’altro orrenda, per circa 20 minuti, abbandonando il mezzo acceso in divieto mentre si va a bere un chupito con gli amichetti.

Ore 2.30
Tappi nelle orecchie
Il mio ospite, già in pigiama, immagina di scendere con un bisturi a bucare furtivamente le gomme dell’auto-techno, si infila i tappi e va a letto dicendo che se vivesse qui in borgo Cocconi, visto l’inquinamento acustico, sarebbe già finito o internato o arrestato.

Ore 3.00
Urlando contro il cielo
Un gruppo di oche starnazzanti passa in via D’Azeglio cantando a squarciagola «Voglio andare ad Alghero». Ecco, e andateci ad Alghero, però occhio, magari lì esiste un regolamento urbano e controlli che impediscano di berciare e lordare e vi passa la voglia. Qui in Oltretorrente invece, terra di nessuno, c’è totale deregulation e sì che invece di togliere i «muri della gentilezza» e perseguire i gestori dei locali seri e responsabili se per caso un cliente si trova sulla soglia con un bicchiere di vetro in mano, basterebbe un poco di sorveglianza, e di multe (tra l'altro abbondantemente annunciate dal regolamento di polizia urbana nuovo di zecca) per ripianare in poche serate l’annoso debito utilizzato da anni solo come paravento per non risolvere nulla. Da queste parti prima o poi gli abitanti si organizzeranno, pagando ad esempio di tasca propria un ex wrestler in pensione da far girare avanti e indietro per i borghi, che faccia partire l’educativa «s'ciafadora» ad ogni minimo accenno di rissa, abbandono di rifiuti, minzione selvaggia. Vogliamo arrivare a questo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    18 Gennaio @ 19.13

    L'Oltretorrente ha quel che semina...----il quartiere delle barricate, antifascista, antirazzista, distrutto da quelli che loro difendono

    Rispondi

    • dottor carie

      18 Gennaio @ 20.03

      orgogliosamente antifascisti e antirazzisti

      Rispondi

  • Enzo

    18 Gennaio @ 16.22

    per cassa (pardon, casa) non è degrado, è integrazione. anche per la paci e gli altri della giunta. integrazione e accoglienza. chi dice che è degrado, è solo un razzista xenofobo.

    Rispondi

    • marirhugo

      18 Gennaio @ 21.23

      bravo enzo,hai ragione al 10000 per cento, per difetto.E'un razzista xenofobo

      Rispondi

  • Fausto

    18 Gennaio @ 12.32

    Sara semplicistico, ma credo che non ci sia la volontà di risolvere il problema. Mentre credo che l'isis sia un problema di difficile soluzione credo che sistemare l'oltretorrente sia oggettivamente un problema di facile soluzione, considerata la dimensione fisica dell'oltretorrente e che stiamo parlando di malandrini e non di terroristi o camorristi. come Pubblica amministrazione e forza pubblica alzare le mani davanti a problemi di questo tipo ci facciamo veramente una brutta figura...., non facciamolo passare come un problema irrisolubile, ma mettiamoci un po' di determinazione per trasmettere che ci sono guardie e ladri e che possiamo stare tranquilli che i primi, se ci si mettono, sono più bravi dei secondi!, così saremo tutti un po' più sereni, entusiasti e fiduciosi nel futuro invece che depressi dal pensiero che tutto va male e che a nulla c'è soluzione...Forza Cari sindaco Pizzarotti, questo potrebbe essere uno dei 'sogni' da regalare ai parmigiani e oltretutto, come dicevo in apertura, credo sia anche un sogno che ci puoi regalare spendendo poco... forza caro sindaco, ci accontentiamo di poco...

    Rispondi

  • marco

    18 Gennaio @ 11.32

    ma quante balle se si riveriscono a questo sabato,dopo la rissa si sta da papa....pure io ci abito e pure io ero in giro..

    Rispondi

    • E.

      18 Gennaio @ 11.54

      pure? Un vero parmigiano...si capisce subito...!

      Rispondi

    • 18 Gennaio @ 11.36

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Due cose, anonimo: 1) Non siamo abituati a inventarci notizie 2) Quando impari l'educazione ci risentiamo. Grazie

      Rispondi

      • marirhugo

        18 Gennaio @ 21.52

        che schifo gazzetta: il 95% e' anonimo qui sopra: e allora fate il piacere di dirlo a tutti. a quelli che vi fanno le sviolinate e a a quelli che vi mandano dove sapete bene.

        Rispondi

        • 19 Gennaio @ 08.12

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - 1) Quello che c'è da fare lo stabilisci in un sito tuo 2) Tu la Gazzetta la devi solo ringraziare per l'enorme pazienza che ha con te, anonimo e arrogante nickname

          Rispondi

      • Biffo

        18 Gennaio @ 11.45

        Marco è di quelli che hanno percezioni particolari, su certe faccende,tipo ESP di sinistra ipocrita. Lui non vede, non sente, non parla.

        Rispondi

        • marco

          18 Gennaio @ 12.36

          L'articolo parla di un ragazzo che fa la pipi,un cane che fa la cacca,uno che passa in macchina con lo stereo alto,e delle persone che passano cantando...stop. se questi sono problemi mi sa che dovrete scrivere articoli per ogni quartiere della città.

          Rispondi

        • 18 Gennaio @ 12.59

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Marco ha le idee un po' confuse: prima dice che inventiamo, poi riscrive per dire che descriviamo non -problemi. Facciamo ua cosa: quando ti sei messo d'accordo con te stesso ci risentiamo, così non perdiamo tempo in due.

          Rispondi

        • marco

          18 Gennaio @ 13.15

          "balle" inteso come cavolate...cmq un grande articolo di denuncia.

          Rispondi

        • 18 Gennaio @ 13.18

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Meno male che non era interessante: altrimenti quanti commenti ci mandavi...?

          Rispondi

        • Biffo

          18 Gennaio @ 18.02

          I residenti della zona, del quartier S. Leonardo, e di Viale Piacenza, chi transita per il Piazzale della Stazione e per la Pilotta, sono tutti degli infami nazi-fascio-leghisti.

          Rispondi

  • Angelo

    18 Gennaio @ 11.06

    E siamo solo a Gennaio, vedremo la Primavera e l'Estate. Per quanto riguarda le multe ai locali pubblici definiti nell'articolo "seri" facciano vedere quante multe sono state irrogate perchè i loro clienti erano all'esterno con il bicchiere di vetro. Seondo mè neanche una.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va