17°

32°

Il caso

Lettera sulla Ti-Bre, tutti contro Pizzarotti

Lettera sulla Ti-Bre, tutti contro Pizzarotti
Ricevi gratis le news
41

Dure critiche all'appoggio di Pizzarotti ai comitati contrari all'opera. La replica: «Ho solo chiesto di ascoltare». Ecco tutti gli interventi

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    10 Febbraio @ 12.06

    R E N Z

    CONDIVIDO LG 09 Febbraio 14.44 il PARMENSE è una zona ad alto numero di prodotti DOP e IGP, nomi noti in tutto il mondo, primo fra tutti il "Parmigiano"; la nostra ricchezza è data dal terreno, cementificare e asfaltare ci porta inevitabilmente ad essere più poveri. salvo un MOMENTANEO introito per chi cementa e per chi asfalta.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    09 Febbraio @ 21.37

    Sul tema ti-bre sì o ti-bre no non riesco a prendere posizione, perché mi pare ci siano buone ragioni su entrambi i fronti. Ma sull'opportunità che il sindaco, a nome della città, si esprima con una lettera di raccomandazione privata e confidenziale per una associazione chiaramente di parte, la dice lunga sullo spessore istituzionale e sull'opportunismo di questo personaggetto.

    Rispondi

  • Maurizio

    09 Febbraio @ 16.33

    Fatemi capire bene, pizzarotti ha sbagliato schierandosi dalla parte dei no tibre mentre i politici di tutti i colori che si sono schierati contro la tibre hanno fatto cosa buona e giusta…… Comunque lasciando perdere le beghe politiche probabilmente chi vuole puntare sul trasporto su ferro è più competente e lungimirante rispetto ad altri che ancora si ostinano a voler puntare sul trasporto su gomma e inoltre propagandano presunte ricadute positive per parma…. Quali sarebbero le ricadute positive per parma? Più inquinamento e basta (ricordiamo Elvio Ubaldi quando lanciò la provocazione della chiusura dell’autostrada per inquinamento…) perché di altro non ne vedo, si certo più comodità per i turisti ma i turisti a parma verrebbero ugualmente. Parliamo di incrementi di traffico? Si perfetto peccato che arrivato a Parma dovresti prendere l’autocisa, non propriamente come la milano bologna quindi ci sarebbe un aumento del traffico e dei disagi perché adeguare la cisa ci vorrebbero qualche decina di anni. Poi perché tutti i paesi più evoluti di noi sono così poco competenti e lungimiranti tanto da puntare da anni sul trasporto su ferro e acqua? Infine cosa vuoi puntare su una bretella che già in partenza è l’opera più costosa al km in Italia? Più del passante di mestre e con un solo ponte come opera complessa? Costa più dell’alta velocità e della salerno reggio calabria che ha un tracciato prevalentemente montano…

    Rispondi

    • celso

      09 Febbraio @ 22.08

      Più inquinamento ? Se per andare a Verona vai da Modena inquini meno che devi fare 50 km in più ? . Se fai a statale fino a Mantova inquini meno ? . Se fai la ferrovia , il traffico che c'è adesso ci sarà ugualmente . Ma ti immagini un carico che da Villafranca (per dire) deve arrivare a Langhirano su rotaia ? La comodità per i turisti ? . Ma per i parmensi no ? . Dovresti prendere la Cisa ? Perchè , adesso da dove arrivano , solo che dopo devono passare da Modena e giù più inquinamento !! . Per quanto riguarda la Cisa non cambierebbe niente . Scusa , ma tu pretenderesti di cambiare l'Italia non facendo la Tirreno-Brennero ?. Questo è un altro discorso da fare su scala nazionale non certo localmente . Una migliore viabilità è un diritto di tutti . Queste sono le stesse beghe che ci hanno fatto ciulare la Mediopadana . Ma scusa , tu sforni cifre sui costi finali di tante opere che non riescono a quantificarli neanche gli addetti ai lavori . Tanto se non li spendono qui sarà altrove

      Rispondi

      • Maurizio

        10 Febbraio @ 21.31

        Costo medio di appalti simili alle autostrade all'estero di circa 10 milioni di euro, costo medio del costo a km della salerno reggio calabria di circa 20 milioni di euro, autostrada simile alla cisa ma di lunghezza notevolemente maggiore, costo medio del passante di mestre, opera in territorio pianeggiante di circa 42 milioni di euro al km, questi non sono cifre a caso ma costi verificati sui lavori finiti. I prosciutti di langhirano già oggi viaggiano in gran parte sulla milano roma,il guadagno con la ti-bre sarebbe minimo, in ogni caso questo è un esempio ma già oggi le merci viaggiano sulla tratta genova milano e milano venezia, un ti-bre genererebbe un aumento di traffico poco funzionale per la cisa attuale.

        Rispondi

      • salamandra

        10 Febbraio @ 09.30

        Le autostrade generano traffico che altrimenti non ci sarebbe stato. Poi si può discutere se questo effetto sia controbilanciato dalla minor lunghezza del percorso di chi già adesso compie quel tragitto.

        Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          10 Febbraio @ 19.01

          Il traffico è un po' come l'energia, che non si crea e non si distrugge: si sposterebbe da dove ce n'è di più a dove ce n'è meno. È ovviamente un paradosso estremo, ma per far capire che non è esattamente come affermi con la tua prima frase.

          Rispondi

    • marco850

      09 Febbraio @ 20.56

      secondo me, con tutto il rispetto, le mancano i basilari rudimenti di logistica per affrontare un discorso di questo tipo: si documenti sulla lunghezza delle tratte che rendono conveniente il trasporto intermodale (sul piano economico perchè ini rapidità il treno è sempre perdente rispetto al camion): visto che la maggioranza del traffico è sull'asse VENETO- LIGURIA dato che i porti liguri sono più serviti di quelli sull'Adriatico non esiste la convenienza col ferroviario, considerando poi che la pontremolese sarebbe inadeguata. Il traffico via strada sull'asse VR-SP esiste già oggi e allungando il percorso di 80 km inquina di più. Si guardi quali paesi utilizzano i trasporti via acqua e vedrà che le caratteristiche morfologiche sono diverse da quelle di un paese spezzato dagli appennini; e magari verifichi se le aziende (dove oggi regna il concetto di JUST IN TIME) possono reggere i tempi biblici del trasporto ferroviario. Cordiali saluti.

      Rispondi

      • Maurizio

        10 Febbraio @ 21.40

        lei parla di just in time e infatti da ciò si capisce che per parma non ci sarebbe nessun vantaggio, il grosso dei nostri prodotti ormai è l'alimentare, l'alimentare non bisogna di just in time in quanto tutto è calcolato e i trasporti vengono già oggi fatti pricnipalmente su gomma (sull'asse milano roma proincipalmente anche per quanto riguarda l'estero) e poi sugli aeroporti milanesi o sui porti liguri o toscani. Parliamo poi della materia prima in entrata, anche questa avviene principalmente sull'asse milano roma o piacenza torino, in minima parte la materia prima alimentare in entrata arriva da nord europa. Senza contare poi i tempi di realizzazione della ti-bre, ora parte il primo stralcio, a quando lo stanziamento dei fondi per l'opera completa e a quando la sua ultimazione?

        Rispondi

  • io

    09 Febbraio @ 16.27

    cara gazzetta, tutti contro pizzarotti non lo so; io non direi... di sicuro voi siete contro il pizza a prescindere, perchè di errori certamente in questi anni ne ha fatti molti, ma è stato (almeno per ora) onesto e, checchesenedica, ha risanato le casse disastrate del comune. La gazzetta a mio parere non gliene ha mai dato atto e non gliene ha mai perdonata mezza. sono estremamente convinto che voi dobbiate fare i "cani da guardia" ,ma qui mi sembra più un tiro al piccione-pizzarotti.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      09 Febbraio @ 21.42

      Le casse disastrate del comune sono state risanate: 1) dal commissario Ciclosi con le tasse al massimo, 2) dai parmigiani, 3) dai debiti usciti dal bilancio grazie al fallimento spip, 4) dalle rate di mutui scadute e pagate, come avrebbe fatto qualunque altra amministrazione, 5) dai soldi che già erano in cassa, ma sono stati liberati dal governo, grazie all'allentamento del patto di stabilità. Basta con le balle del debito risanato da Pizzarotti.

      Rispondi

      • Maurizio

        10 Febbraio @ 21.23

        dimentichi anche le riduzione di sprechi e di spesa, tante voci che solitamente voi amate commentare ma che stranamente ora non dimenticate come le spese di rappresentanza ridotte di qualche centinaio di migliaio di euro annuo, i rimborsi spese della giunta che inspiegabilmente sono passati da qualche migliaio di euro al mese pro capite a qualche euro o a qualche decina di euro pro capite ogni qualche mese, riduzione al contrario di quello che dice ghiretti per le spese di promozione e per le consulenze esterne, sommiamo queste voci e si risparmia qualche milione di euro totale annuo solo che, ripeto, alle opposizioni e ai tifosi da stadio queste cose non interessano

        Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          11 Febbraio @ 22.03

          Sui rimborsi spese, mi pare sinceramente ci sia poco da vantarsi: se non fai niente, spendi poco... Ah, no: sono andati all'utilissima sagra della tagliatella di kagawa..! E sulle spese di rappresentanza, adesso non ricordo esattamente quali fossero i termini della questione, ma soltanto che venivano calcolate in voci di costo differenti rispetto ad altre realtà, ma non è che fossero scomparse... E le consulenze esterne in comunicazione, cosa fanno esattamente, a parte difendere anonimamente anche su questo sito qualsiasi mistificazione proveniente dalla giunta? Non è dato sapersi, però abbiamo lo statuto comunale tradotto in cinque lingue... Sti ca...!

          Rispondi

        • Maurizio

          12 Febbraio @ 18.59

          Altra cosa io purtroppo sono stato testimone dello sperpero delle giunte precedenti, vari aperitivi pagati con i soldi dei contribuenti, ho visto persone e assessori fare il bello e cattivo tempo ovunque e soprattutto spesso senza pagare, o magari adesso pizzarotti e le sua giunta scopriremo che sono dei gran delinquenti ma almeno per le esperienze che ho avuto io con loro boh, mi sono meravigliato per il semplice fatto che pagano e anche per gli amici e oltretutto non fanno richieste assurde con tono arrogante, non ero abituato a questo

          Rispondi

        • Maurizio

          12 Febbraio @ 18.52

          Bene non ricordi la questione ma è vantaggio della giunta, prima i costi erano diciamo divisi in diverse voci e ogni voce diversa era più alta della voce di costo attuale che raggruppa tutte le voci di costo, purtroppo non ricordi ma vedere le cifre che circolavano prima c'è da aver paura e infatti la magistratura se ne è occupata e se ne sta occupando..... Secondo te poi le consulenze sono ridotte solo alla comunicazione? Mi pare strano che tu non lo sappia dato che sei preparato su tanti argomenti, evidentemente tu fai parte di chi accusa a prescindere, non è tanto diverso da quello che fanno i consulenti di comunicazione della giunta ovvero quello che fanno tutti i consulenti. Sui rimborsi spese poi si dovrebbe seguire una linea quando si scrive, quando è utile si parla di rimborsi spese elevati, si critica il sindaco per il fatto che sia sempre in giro ma poi quando si parla sul merito, ecco che le spese sono minori....

          Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          12 Febbraio @ 20.37

          Ti sbagli alla grande: consulenti di comunicazione normali non reclutano anonimi troll per difendere i loro padroni. Quello lo fa Putin. E sui rimborsi spese, la mia linea è univoca: pochi soldi sono sempre troppi, se spesi male (e delle missioni del sindaco, da kagawa in giù, ne ricordo veramente poche di utili). Ma non parlarmi degli sprechi di chi c'era prima, che poi venivano anche lasciati sulle spalle dei fornitori: ho amici che aspettano ancora soldi che non prenderanno mai, ma il discorso non riguarda il passato, ma il presente e, spero di no, il futuro.

          Rispondi

        • Maurizio

          13 Febbraio @ 18.17

          Se ti può consolare ci sono ditte fallite che aspettano i soldi del comune, dipendenti lasciati a spasso e questo lo dico da quando vignali era ancora in carica, il problema è che tanta gente rivorrebbe in comune questi personaggi e tanti responsabili ancora in carica si permettono pure di fare la morale. Per la comunicazione evidentemente non ne conosci abbastanza di consulenti, i migliori passano buona parte del tempo sui siti e di persone che ne utilizzano ne abbiamo anche nel consiglio comunale tra le fila dell'opposizione, per la maggioranza non saprei sinceramente chi scrive quì, l'unico che scrive cose veramente a caso e senza senso che può essere un trol falsamente contro l'amministrazione è michele, uno che scrive talmente le cose a caso e false che può anche essere un fan del sindaco

          Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          13 Febbraio @ 20.17

          Ogni tanto appaiono e sono abbastanza facili da riconoscere: lodi sperticate al sindaco, non entrano nel merito delle questioni, parlano genericamente di debiti precedenti, quasi mai scrivono da Parma, addossano sempre ogni colpa a Vignali, al PD o a Renzi. Lo pseudonimo LaoTzu ne è un buon esempio.

          Rispondi

      • salamandra

        10 Febbraio @ 09.25

        1) Pizzarotti poteva benissimo cambiare la situazione, 2) e chi ne era responsabile se non chi ha eletto i precedenti amministratori? 3) era evidentemente conveniente 4) eh già, chiaramente debiti fatti da sindaci di altro calibro. Ma lei realmente crede che con un sindaco come Ubaldi o Vignali il debito sarebbe stato risanato? Basta con le balle del debito non risanato da Pizzarotti.

        Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          10 Febbraio @ 19.06

          Magari la prossima volta si chiarisca le idee, prima di commentare: i punti 3 e 4 sono privi di senso, perché alcune voci (non tutte ovviamente: si stenda un velo pietoso sul ponte nord) erano investimenti, vocaboli inesistenti per ragionieri di basso calibro, che vedono solo costi senza capirne la valenza futura. Ma fino alle prossime elezioni, creda pure alle balle di Pizzarotti.

          Rispondi

  • la rivolta di atlante

    09 Febbraio @ 16.15

    la rivolta di atlante

    LA BASE DELLA DEMOCRAZIA E' ASCOLTARE TUTTI IN BASE ALLA PERCENTUALE DI VOTI , PERCUI LA DEMOCRAZIA SENZA LA MATEMATICA E' UNA DITTATURA DELL'URLO PIU' FORTE O DEL MODO PIU' AGGRESSIVO ... LE REGOLE SONO REGOLE E C'E' NE SONO DI IMPORTANTI COME QUESTA UMILIATA DA UNA LETTERA DI RACCOMANDAZIONE O DI INFIME ... COME UN DIVIETO DI TRANSITO A NOTTE FONDA .... SE UN POLITICO NON CAPISCE LA DIFFERENZA NON MERITA PIU' IL VOTO DEL POPOLO , TANTO NON LO RAPPRESENTERA' MAI CON EQUITA'.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti