10°

24°

oltretorrente

Parma: i viali della droga

Parma: i viali della droga
Ricevi gratis le news
41

Pedalano avanti e indietro lungo i viali, si fermano nel parcheggio, si siedono davanti agli ingressi delle case. Sempre più spacciatori in viale Mille e Vittoria: tanto che il parcheggio tra i viali è diventato ormai un nuovo market della droga.

Chiara Pozzati

Cacciati da una zona, non spariscono: semplicemente, si spostano in un'altra, lì vicino. Molti degli spacciatori che infestavano il quartiere Pablo e viale Piacenza si sono «trasferiti» tra viale Vittoria e viale del Mille. Fermi tra le macchine del parcheggio spalmato tra ai viali, quasi sempre in bicicletta, aspettano i clienti: ma non c'è molto ad attendere, i compratori non mancano. E la bustina passa di mano in mano, nell'angolo più buio. E' la cronaca di un venerdì sera tra piazzale Santa Croce e piazzale Barbieri. Viali illuminati, viavai di auto: ma i corrieri in bicicletta fanno affari. Abbastanza vicini alla movida di via D’Azeglio, ancora fiacca vista la stagione, ma soprattutto in una fetta d’Oltretorrente che offre di tutto, comprese ottime vie di fuga.

Come via Zara, via Spalato, strada del Quartiere, via Gulli e via della Salute. Tutte in penombra, semideserte dopo una cert’ora: semplice farsi inghiottire dalle ombre e far perdere le proprie tracce. E ci risiamo: i pusher al minuto infestano viale dei Mille, ma soprattutto viale Vittoria. Alcuni, addirittura, abbandonano momentaneamente le biciclette e gironzolano avanti e indietro rasenti ai muri. Sono quasi tutti di origine africana, è difficile vedere spacciatori dell’est: ognuno ha la sua piazza e guai a invadere i confini altrui.

Al contempo il viavai di parmigiani di ogni età è frequente, complice pizzerie, eleganti residenze e anche la presenza del Bingo. Coppie, studenti, over 40 di ogni estrazione sociale passano di là anche nelle sere piovose. In molti tirano dritto e affrettano il passo, tra lo sdegno e la paura, altri trovano quel che cercano. Così qualcuno si rintana stranamente nel parcheggio e, semplicemente, aspetta. Perché questo c’è da fare se hai già fatto il tuo ordine sotto la luce giallognola dei lampioni o riparato dalla pensilina dell’autobus. Un uomo-ombra, a piedi, spunta all’improvviso nel parcheggio. Si avvicina, un guizzo di mani e via. Tutto in pochi secondi. Mentre la gente normale è costretta a fingere di non vedere per timore di ritorsioni.

Ecco le nuove regole del mercato dello spaccio più fluido e libero, in cui la mappa del business non è più così chiara come una volta. Certo rimangono le vie con gli spacciatori fissi, come sanno loro malgrado i residenti di San Leonardo e del Pablo. Qualcuno bazzica sempre nelle zone della movida, a servizio dei clienti occasionali. Per il resto è un mercato che si sposta sullo scambio dinamico: consegne a domicilio, consegne volanti in strada (dai finestrini delle macchine), consegne in luoghi pubblici (tipo il parcheggio che abbiamo tenuto sotto controllo venerdì). Sarà un mercato illegale, ma le regole ferree del commercio sono sempre le stesse: trasformarsi per rispondere alle richieste della clientela. E per non dare punti di riferimento a polizia e carabinieri. Per rimanere nel giro, insomma, bisogna adattarsi. Cambiare strategie di continuo. E lo stesso per indagare e acciuffare l’esercito di spacciatori. Certo è che i fattorini della droga studiano un «take away» sempre più sicuro. Sebbene i posti auto siano tutti occupati nel venerdì sera zuppo di pioggia, non c’è anima viva fra le vetture silenziose. Eccetto, dicevamo, per qualche uomo-ombra, pelle olivastra, cuffia calcata in testa che si materializza all’improvviso e allo stesso modo scompare. D’altronde, sono quasi sempre «puliti» i cavallini che zigzagano sui marciapiedi. Nella maggior parte dei casi hanno pure i documenti in regola e te ne accorgi dal sorriso strafottente che sfoggiano durante i controlli. Ma fa rabbia anche vederli scheggiare in lungo e in largo su quelle bici da battaglia, con i campanellini però, sempre curiosamente, funzionanti. E, a volte, li senti trillare all’improvviso alle spalle perché vanno talmente veloci che devi sgombrare il campo se non vuoi essere travolto. Scampanellate continue e telefonate fiume – più o meno autentiche – in lingue incomprensibili. E così fino al prossimo cliente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    15 Febbraio @ 10.09

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    L'unico modo per fare smettere gli spacciatori di "lavorare" è abbattere la domanda. Quindi ci deve essere una forte repressione e punizione dei consumatori, con buona pace dei vari sociologi psicologi e compagnia cantante

    Rispondi

  • silviococconi

    15 Febbraio @ 09.35

    Il problema che in tra i viali non si vede mai un vigile e nemmeno gli addetti al parcheggio, che cmq. potrebbero segnalare alle forze dell'ordine i movimenti : una Giunta incapace delle minime azioni; stanno persino lasciando andare il servizio di "car&bike-sharing" com mezzi rotti e mal tenuti !? ... Pizzarotti prima te ne vai e meglio stiamo e ci risolleviamo : altro che il nuovo, questi "Grillini/Cazzini" sono peggio di tutti quelli che li hanno preceduti da 30 anni a questa parte !? ...

    Rispondi

  • Davide

    14 Febbraio @ 16.05

    La massima pena per lo spaccio di modica quantità è 5 anni. Dal 2015 sino a 5 anni di pena non si va in carcere...quindi????

    Rispondi

  • dottor carie

    14 Febbraio @ 15.59

    io mi chiedo perchè per qualcuno ogni notizia è buona per dare contro al PD....bah.... gli stessi che magari vorrebbero essere governati da gente come Borghezio e Le Pen,,,,,

    Rispondi

    • Francesco

      14 Febbraio @ 19.53

      brundofrancesco@libero.it

      ti meriti uno come Renzi che ti assiste, ti consola e ti fa fare la pipi a suo comando.

      Rispondi

      • silviococconi

        15 Febbraio @ 09.37

        Invece Salvini è uno docile e mansueto , vero ?! ...

        Rispondi

      • dottor carie

        14 Febbraio @ 21.53

        bah....commenti profondi vedo...

        Rispondi

    • filippo

      14 Febbraio @ 17.02

      clonatore di nick tieni renzi che ti dà 80 euro di mancia ogni tanto e ti fa 5 svuotacarceri...contento tu

      Rispondi

      • dottor carie

        14 Febbraio @ 19.55

        io non sono originario di parma, ma le chiedo: trova la città molto peggiorata in questi 2 anni di renzi rispetto a quando governava la destra? che poi i famosi svuotacarceri come li definisce lei li hanno votato tutti in parlamento eh....tranne la lega (e ho detto tutto....)

        Rispondi

        • filippo

          14 Febbraio @ 21.48

          di sicuro è peggiorata, clonatore di nick

          Rispondi

        • silviococconi

          15 Febbraio @ 09.38

          Cmq. la città non la governa Renzi !

          Rispondi

  • Ανδρεας

    14 Febbraio @ 15.11

    Unica soluzione: andare a randellare a volto coperto chi non parla il dialetto. A Bologna ha funzionato.

    Rispondi

    • 14 Febbraio @ 15.16

      REDAZIONE - Allora ripassatelo in questa sezione: http://www.gazzettadiparma.it/sezioni/753/dialetto-notizie

      Rispondi

      • Ανδρεας

        14 Febbraio @ 16.46

        http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/bolognina-giustizieri-spacciatori-1.1667775 spero che il prossimo articolo che la redazione mi consiglia si simile a questo... P.s vorrei segnalare alla redazione che il market della droga si è esteso anche in zona crocetta.

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Ristorante Bagno Gelosia

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Lealtrenotizie

Viadotto sul Po chiuso, Governo vaglia fattibilita' ponte di barche

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

3commenti

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

22commenti

venezia-Parma

Brutto momento, D'Aversa: "Dobbiamo uscirne con la voglia di lottare" Video

tg parma

Blitz col coltello in farmacia, è caccia ai rapinatori Video

1commento

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

2commenti

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

gazzareporter

Rifiuti "in bella mostra": la segnalazione dalla zona ospedale

3commenti

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

4commenti

Ritratto

I They, la famiglia del volley

FORNOVO

Bertoli, il chimico che sapeva tutto sul petrolio

Anticipi/posticipi

Parma-Avellino domenica 29 ottobre Il calendario fino alla 13a

2commenti

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

14commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

omicidio

Cuoco reggiano ucciso in Francia nel 2015: due arresti

gran bretagna

L'agenzia dei trasporti di Londra non rinnova licenza a Uber. Che fa subito ricorso

SPORT

Gallery sport

Il ritorno di Valentino Rossi: le foto

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte