10°

22°

L'ESPERTO

«Ti-Bre indispensabile. Ecco perchè»

«Ti-Bre indispensabile. Ecco perchè»
Ricevi gratis le news
16

Antonio Rizzi, ordinario di Logistica industriale all'Università di Parma spiega i benefici che portebbe la Ti-Bre per Parma

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni

    16 Febbraio @ 18.17

    ottimo l'intervento del prof Rizzi. D'altronde dice cose normalissime e di buon senso. Comprensibilissime da chiunque. Per rimarcare l'enorme opportunità economica che la Tibre rappresenta per Parma, al di là di meri calcoletti per stimare come si inquina di più o di meno (comunque importantissimi): non è certamente questa la sola logica secondo la quale si realizza un'infrastruttura. Si provi a pensare se non ci fosse l'autocisa: non esisterebbe l'interporto, non esisterebbero le aree produttive di rubbiano e varano (nuovi poli tecnologicamete avanzati della provnicia) e nemmeno quelle di felegara e noceto. Fate voi quanti posti di lavoro. Non solo: non esisterebbe il turismo della val taro soprattutto sulla magnifica Berceto e non esisterebbe il polo industriale di borgo taro. Ed il nostro appennino sarebbe un colabrodo deserto (come lo sono realmente invece altre vallate non servite da infrastrutture). La Tibre è quindi l'occasione per Parma per una nuova stagione di sviluppo, per non costringere figli e nipoti ad emigrare da altre parti. Ma chi predica la decrescita felice, a queste cose non pensa evidentemente, oppure forse non hanno figli: pensano che lo sviluppo si inneschi da solo....

    Rispondi

    • antonio

      16 Febbraio @ 23.17

      Quasi tutte queste cose esistevano prima dell'autocisa, comunque la descrizione è bella

      Rispondi

  • Parma

    16 Febbraio @ 14.22

    Premesso che sono d'accordo sulla realizzazione della ti-bre autostradale e ferroviaria, la tesi dell'esperto prof. Rizzi mi lascia molto perplesso

    Rispondi

    • 16 Febbraio @ 17.23

      Il commento non sarà pubblicato perché conteneva un'espressione offensiva. Redazione Gazzettadiparma.it

      Rispondi

  • Silvio

    16 Febbraio @ 09.30

    Personalmente continuo a ritenere più utile la Cispadana della quale, alcuni giorni fa, hanno sbloccato i fondi. Considerato che, secondo il progetto, la parte non autostradale partirebbe da San Secondo e si collegherebbe con l'attuale tratto a Brescello, la quale permette già di poter prendere la A22 a Pegognaga o Reggiolo/Rolo, sarebbe una validissima alternativa. E la Ti.Bre. facciamola sì, ma ferroviaria.

    Rispondi

  • Silvio

    16 Febbraio @ 09.15

    Ci si dimentica di dire che "Antonio Rizzi, ordinario di Logistica industriale all'Università di Parma" è anche il Presidente di TEP.

    Rispondi

    • 16 Febbraio @ 09.28

      Nessuno vuole nasconderlo: sulla Gazzetta di Parma, dove il suo intervento è completo, lo trova segnalato

      Rispondi

      • Silvio

        16 Febbraio @ 09.34

        Non ho detto che lo si voglia nasconderlo. Bastava metterlo in didascalia. E poi non compro la Gazzetta...

        Rispondi

  • gerry

    16 Febbraio @ 09.13

    Domanda, ma perchè non si è mai parlato di Ti-Bre al di sotto del Pò? Andrebbe a servire un territorio importante come Luzzara, Guastalla, Viadana sul mantovano, Suzzara e collegarsi a Reggiolo sulla A22, evitando i costi per il ponte dalle parti di Casalmaggiore. Penso che se parliamo di economia è molto più importante il territorio al di sotto del fiume, dall'altra parte Casalmaggiore, Bozzolo o Piadena e ultimo Goito sarebbero a mio modo di vedere molto meno importanti.

    Rispondi

    • Silvio

      16 Febbraio @ 09.33

      Gerry hai perfettamente ragione. Non per altro alcuni giorni fa sono stati sbloccati i fondi per la Cispadana, che sarà autostrada da Reggiolo/Rolo fino a Ferrara, ma il tratto di viabilità ordinaria già presente, dovrebbe essere rafforzato e, secondo il progetto, partirà da San Secondo per innestarsi poi nell'attuale tratto a Brescello. E con quella si arrivà già a Pegognaga o Reggiolo/Rolo (A22).

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Crozza torna in Rai. Per Fazio

Fazio e Crozza sul palco di Sanremo 2013

televisione

Crozza torna in Rai. Per Fazio

1commento

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

MUNICIPIO

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

10commenti

COLLECCHIO

Una discarica nel guado del Baganza, scatta la protesta

Municipale

Incidente stradale, ieri sera, in Località "Il Moro"

Tordenaso

Addio a Bortolameotti, uomo dal cuore grande

1commento

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

TABLEAUX VIVANTS

Se bimbi e fotografi (over 60») fanno robe da circo

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

Scuole

Studenti a rischio a Corcagnano

1commento

"Robe da Circo"

Bimbi e fotografi ne combinano di "tutti i colori" Video

gazzareporter

In piazza Garibaldi è arrivato Capitan Acciaio Gallery

L'INTERVISTA

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

«L'emergenza sicurezza è frutto della mancata certezza delle pene e delle espulsioni difficili» dice Pizzarotti a pochi giorni dall'udienza con papa Francesco.

50commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

3commenti

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

1commento

BASKET

Fulgor, si presenta l'orgoglio di Fidenza

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'omaggio a Verdi: un dovere e un piacere

di Francesco Monaco

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

Germania

Elezioni: vince la Merkel, estrema destra in Parlamento

FURTI

Colpi in tutta Italia, presi "maghi" chiave bulgara. Il deposito a Reggio Emilia

3commenti

SPORT

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

Sport USA

NFL, altro successo per i Falcons

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano 30 anni dopo Gallery

siracusa

Tenuta come schiava in casa, arrestato marito marocchino

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery