21°

31°

Comune

Raccolta rifiuti, il Consiglio si spacca

Raccolta rifiuti, il Consiglio si spacca
Ricevi gratis le news
26

I rifiuti e il sistema di raccolta dividono ancora una volta il consiglio comunale di ieri, proseguito fino a oltre le 22. La mozione presentata da Roberto Ghiretti di Parma Unita e sottoscritta da tutti i consiglieri di minoranza sull'onda delle 6.500 firme in calce alla petizione popolare per il cambio del sistema di raccolta è stata respinta dalla maggioranza compatta.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    11 Marzo @ 09.37

    @FILIPPO BERTOZZI: Purtroppo è come dico io e c’è anche un sito online che aveva riunito tutti i collegamenti alle delibere e contratti ma non ricordo quale, l’unico margine di manovra sarebbe percorribile da atesir facendo leva sul fatto che il contratto era con enia che non esiste più ma sarebbe una battaglia giudiziaria da trascinarsi per molti anni e a ciò va aggiunto che dovrebbero essere d’accordo almeno una buona maggioranza dei sindaci di Parma, il problema è che iren è politica, l’area parmense è composta da vari colori e mettersi contro iren hai solo da perderci, può farlo pizzarotti, può farlo la lega ma non altri partiti (l’unico politico ad aver detto qualcosa è stato mari politico di lungo corso di sinistra. Le raccolte dei giorni festivi guarda che non è un problema di pizzarotti bensì di iren (io quest’anno per oltre un mese non ho buttato rifiuti perché non passavano grazie al calendario) che fa un calendario e poi le cooperative non lo rispettano (lo scorso anno da me in provincia sono passati a ritirare il rifiuto che non era da esporre, risultato sacchi per 2 settimane in strada). Alla fine il comune comunica, la gazzetta pubblica ma i grillini oltre a saper comunicare male hanno contro tutti, ci sono una marea di dichiarazioni di alcuni politici da querela che in un paese normale porterebbero alla fine dell’avventura politica ma alla fine per farsi ascoltare non è importante che ciò che si dica sia vero o falso, l’importante è dirlo e da qui nascono le false notizie. Ti faccio un esempio, comunicato stampa di Ghiretti sui cantieri fermi alla Racagni smentiti dopo qualche ora da foto pubblicate on line dalla gazzetta a testimonianza dei lavori ma l’effetto per l’opinione pubblica è quello voluto (cantiere fermo), ancora raccolta di firme per cambiare il metodo di raccolta ben sapendo che il comune solo non ha potere per modificare questo (effetto voluto, colpa del comune) o ancora foto di isole ecologiche con cassonetti a Verona per la differenziata ben sapendo che la raccolta a Verona si sta estendendo come a parma, con il porta a porta (effetto voluto, far passare il messaggio che a verona non si faccia il porta a porta. Ancora problema sicurezza (tralasciamo che ghiretti dal 2011 afferma che “nei prossimi giorni presenteremo il nostro piano sicurezza”, siamo nel 2016), si accusa l’amministrazione per la scarsità di mezzi, poche volanti, scarcerazioni facili e tanto altro, siamo sicuri che sia così? Comunque ancora una volta effetto v

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      11 Marzo @ 10.11

      Tutto probabilmente vero, ma dei punti da me citati, non dici niente...

      Rispondi

      • Maurizio

        12 Marzo @ 15.46

        Per le comunicazioni sulla raccolta festiva cosa vuoi, iren comunica, i comuni comunicano quello che programma iren se poi iren e le cooperative non raccolgono o raccolgono i rifiuti sbagliati sono problemi loro e si ritorna al punto di partenza, ATESIR. come vedi sui punti da te citati ho detto tutto e avevo già detto tutto prima

        Rispondi

      • Maurizio

        12 Marzo @ 15.42

        I punti da te citati sono la conseguenza delle polemiche spesso sterile delle opposizioni, passaggi extra e notturni sono tutte cose che fanno perchè solo a parma città si ci lamenta di problemi che ci sono ovunzi, anzi da noi in provincia la situazione è peggiore perchè i nostri sindaci sono sordi alle lamentele,e questo ci può stare, ma non va bnee che siano sordi anche alle segnalazioni circostanziate di abbandoni di rifiuti con tanto di nomi e cognomi. Per il resto cose come diminuzione dei conferimenti consentiti è così ovunque si faccia la differenziata spinta e pure il rifiuto da pagare extra è così nei comuni che hanno il sistema di raccolta come parma ma quì si parte dal presupposto sbagliato perchè il sistema incentiva chi produce meno rifiuti ma si dovrebbe incentivare chi differenzia di più anche perchè che in questo modo si incentivi a produrre più rifiuti sono tutte frottole.

        Rispondi

  • RENZ

    09 Marzo @ 11.02

    R E N Z

    Allora se si è SPACCATO, buttatelo nei rifiuti. Non riciclabile: Secchio NERO

    Rispondi

    • Nàno

      09 Marzo @ 15.11

      No no Renz, e' altamente inquinante, va avviato alla termodistruzione come i rifiuti di cat.1 vedasi ad es. i rifiuti ospedalieri!!!!!!

      Rispondi

  • sindaco

    09 Marzo @ 10.06

    vedere degli addetti pagati con soldi dei cittadini perdere il loro tempo a controllare dentro la spazzatura altrui mi fa RIBREZZO, SCHIFO, VERGOGNA.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      09 Marzo @ 11.21

      NON CONTROLLANO NIENTE , "SINDACO" ! Vuol fare una prova ? Metta qualche osso di braciola nel sacco giallo della plastica , e vedrà se qualcuno se ne accorge ! Ma , poi , Folli calcola quel sacco come "differenziato" e va in giro a vantarsene. Colpiscono bar , negozi , ristoranti , locali pubblici perché sono facili da identificare e perseguire.

      Rispondi

      • Maurizio

        09 Marzo @ 14.13

        i calcoli non li fa folli, i calcoli vengono fatti sulla base della destinazione finale del rifiuto, una braciola non fa nulla ma mettiamo tutti la braciola in ofgni sacco e vedrete che quel sacco va a finire direttamente nell'indifferenziato e quindi incenerito e i calcoli vengono fatti per quello, nelle percentuali c'è anche il rifiuto proveniente dalle discariche abbandonate in strada. folli non è un luminare, non dategli tanta importanza, solo legge i report di rifiuti di arpaer reperibili in rete e attualmente gli ultimi dati sono relativi alla raccolta 2014

        Rispondi

        • Vercingetorige

          09 Marzo @ 18.32

          E , allora , perché è lui a metterci sempre la faccia a favore di IREN davanti a noi e davanti al resto d' Italia ? Si dissoci !

          Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          09 Marzo @ 15.42

          Di uno capace di dichiarare "gli abbandoni di rifiuti si riducono a circa un Kg all'anno per abitante: pochi, ma purtroppo molto visibili" (180 tonnellate all'anno, ossia una tonnellata ogni due giorni, riversate per strade, parcheggi e fossi, sarebbero poche?!), oppure: "vedere dei sacchi per strada è una percezione molto evidente", si può essere certi che non capisca quello che legge, neanche se si limitasse a Topolino.

          Rispondi

        • Maurizio

          09 Marzo @ 19.05

          Beh allora valli a leggere te e poi spiegaceli, magari poi vediamo le differenze ta quello che dice folli e dici tu.... Poi in queste tonnellate l'anno se andate a ben vedere sono compresi i rifiuti abbandonati provenienti da cantieir edili che rappresentano sicuramente la maggioranza, già un camion di roba vediamo quanto pesa e comunque il problema non è legato a folli che sicuramente è sempre meglio di altri che votano una mozione ben sapendo che il comune di parma non può cambiare metodo di raccolta se non uscendo da iren, ben sapendo che anche se il contratto di raccolta è scaduto, il comune di parma dovrà servirsi sempre da iren per la raccolta a meno di abbandonare in toto l'inceneritore di parma e questo grazie agli accordi stipulati non ricordo se da vignali o ubaldi con l'allora enia. Tradotto, iren comanderà sempre a parma e i consiglieri che ieri hanno appoggiato la mozione di ghiretti non sono meglio di folli

          Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          10 Marzo @ 16.28

          Se fosse come dici tu, e non lo so ma non lo metto in dubbio, una persona minimamente intelligente non si farebbe detestare da un'intera città: basterebbe dichiarasse pubblicamente che ha le mani legate da contratti sottoscritti in precedenza. Invece, secondo me qualche margine di manovra lui l'avrebbe, se non altro per quanto riguarda le scelte sui passaggi di raccolta notturni a maggior costo, i conferimenti alle ecostazioni da pagare extra, la diminuzione dei conferimenti consentiti, la mancanza di chiarezza nelle comunicazioni sulla raccolta nei giorni festivi (sistemate dopo un anno, e ancora non completamente) e tutta una serie di dichiarazioni infelici sulle responsabilità dei cittadini. Invece a lui questo sistema sta bene e lo sposa a pieno, quindi per me è indifendibile.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti