15°

29°

Tagliate le utenze

New - Condominio senz'acqua per colpa dell'amministratore

New - Condominio senz'acqua per colpa dell'amministratore
Ricevi gratis le news
3

Anziani, bambini, donne: tutti senz'acqua per colpa della truffa di un amministratore di condominio che ha preso i soldi delle spese e se li è intascati non pagando i fornitori. E' successo ieri a Baganzola ma in città i casi aumentano. Ed è allarme...

Luca Pelagatti

La procedura l'hanno rispettata tutti. I condomini hanno pagato le spese nelle date previste, Iren ha spedito i solleciti come indicato dai regolamenti visto che non riceveva quanto spettava e alla fine, sempre rispettando la prassi, ieri mattina ha staccato le utenze: lasciando diciotto appartamenti senza acqua corrente. Insomma, tutto semplice e a norma di legge. C'è un solo dettaglio sbagliato: tutti hanno fatto la loro parte. Tutti tranne l'amministratore di quel condominio di Baganzola che ha incassato le spese dei residenti e si è ben guardato dal pagare il fornitore. Avendo pure, per guadagnare tempo prezioso, la sfrontatezza di cestinare i solleciti.

«Già, perché sapeva benissimo che a lui non sarebbe successo nulla. Lui si tiene i soldi e noi restiamo senz'acqua», spiega con rabbia a fatica contenuta uno dei residenti che aggiunge: «Qui ci sono bambini piccoli, anziani. Viste le condizioni dovranno trasferirsi altrove. Le sembra logico?».

Domanda retorica: la risposta è ovviamente no. Ma sarebbe solo un episodio inqualificabile se questo fosse un caso isolato. Invece fatti del genere succedono quasi ogni giorno. E la colpa è quasi sempre della stessa persona, un amministratore che negli ultimi mesi si è scoperto avere intascato somme a molti zeri. Senza però pagare mai quanto avrebbe dovuto.

Del caso di questo amministratore, e di almeno altri due professionisti con comportamenti simili, la «Gazzetta» si era già occupata qualche mese fa. Era quando i solleciti di Iren hanno iniziato ad arrivare agli abitanti di molti palazzi di città e provincia: «Risultano insoluti, occorre pagare al più presto», scriveva tra agosto e ottobre l'ex municipalizzata. Grazie a quelle lettere centinaia di parmigiani hanno scoperto di essere stati imbrogliati da chi avrebbe dovuto tenere in ordine i conti delle loro case. E le denunce per appropriazione indebita hanno iniziato a fioccare.

«Nel nostro caso - prosegue uno dei residenti di Baganzola - le somme che l'amministratore si è intascato non riguardano il riscaldamento ma le altre spese generali tra cui appunto la fornitura dell'acqua». Ad un conto fatto a spanne potrebbero essere circa quindicimila euro. Ma potrebbero anche essere di più. Si, perché queste truffe si scoprono solo quando è davvero troppo tardi. Ovvero quando vengono staccate le utenze o arrivano le lettere degli avvocati. In questo caso a portare la notizia sono stati i rubinetti: non usciva più acqua. «Nel nostro palazzo ci sono bambini piccoli e anziani con difficoltà. Sono tutti destinati a restare a secco». Almeno fino a quando i residenti salderanno di nuovo le bollette che avevano già pagato. Ma i soldi, per una strana circostanza, sono rimasti incastrati nelle mani dell'amministratore.

Lo stesso contesto in cui si trovano ora altre decine di persone: solo per fare un esempio, in un grosso palazzo di via Verdi, il solito amministratore ha fatto sparire oltre centomila euro destinati a Iren prima che un abitante insospettito riuscisse a spulciare i conti. La sorpresa è stata terribile: erano profondati in un rosso profondo. Questo perché la prassi scelta da questi amministratori infedeli è sempre la stessa. I soldi arrivati sul conto corrente del palazzo vengono puntualmente prelevati e girati su conti personali del professionista o utilizzati per pagare servizi che, secondo il contratto, erano di pertinenza dell'amministratore. Risultato? Conti condominiali azzerati e debiti che, secondo la legge, sono tenuti a saldare i condòmini, non l'amministratore che si è intascato i soldi. Una beffa che non è l'unica. Perché tra i tanti soldi prelevati dal conto dei residenti ci sono sempre quelli delle parcelle dell'amministratore. Insomma, per pagarsi il proprio compenso si garantisce grande puntualità. Peccato sia proprio l'unico caso.

Leggi tutte le Top News: 24 ore PARMA - ITALIA/MONDO - SPORT

24 ORE PARMA - Top news città e provincia

24 ORE ITALIA-MONDO - Tutte le flash news 

24 ORE SPORT - Top news

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    12 Marzo @ 09.18

    Essendo un amministratore che ha lasciato senz'acqua tanti palazzi sarebbe più logico scrivere il nome....magari è anche amministratore del mio condominio.....

    Rispondi

  • brancaleone

    11 Marzo @ 22.29

    Alla redazione della Gazzetta di Parma Allora, lo scriviamo o no il suo nome e cognome, magari anche dove abita, senza rispettare la privacy? Ps. scrivo a ragion veduta.

    Rispondi

    • 11 Marzo @ 22.33

      REDAZIONE - Lo scriveremo se ci sarà un provvedimento nei suoi confronti: altrimenti, come ho già spiegato, rischieremmo querele per diffamazione Ps: scrivo a ragion veduta anch'io, visto che questo mestiere lo faccio da un po' di anni e visto che anche il codice penale lo conosco abbastanza. Grazie

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti