20°

36°

IL CASO

Consulente fa sparire quasi 4 milioni dei clienti

Consulente fa sparire quasi 4 milioni dei clienti
Ricevi gratis le news
3

Nel giro di nove anni avrebbe fatto sparire quasi 4 milioni di euro dei propri clienti, facendo transitare parte della somma sul conto di un pensionato suo complice. Promotore finanziario, parmigiano, è ora sotto processo per appropriazione indebita aggravata e continuata. Ricettazione, l'accusa per l'anziano fiancheggiatore.

Georgia Azzali

Lui, promotore finanziario, avrebbe trovato il modo per far fruttare alla grande i (propri) soldi. Perché quel fiume di denaro che gli avevano affidato alcuni clienti per investirlo e farlo lievitare sarebbe finito sui suoi conti correnti e su quelli di un complice: oltre 3 milioni e 700mila euro nel giro di poco meno di nove anni. Il professionista, parmigiano, 68 anni, e il fiancheggiatore, 73, residente a Reggio, sono stati citati a giudizio, dopo un'inchiesta coordinata dal pm Lucia Russo: il primo, ormai ex promotore di Banca Fineco (che è del tutto estranea ai fatti), è accusato di appropriazione indebita aggravata e continuata, l'altro di ricettazione continuata e aggravata. La prima udienza, nonostante l'inchiesta fosse stata chiusa già qualche anno fa, si è svolta nei giorni scorsi, ma il procedimento è stato subito rinviato all'aprile del prossimo anno. Diverse, comunque, le strade processuali scelte dai due: il promotore ha deciso di patteggiare, dopo aver concordato con la procura una pena (sospesa) sotto i 2 anni, mentre l'altro imputato affronterà il processo.

Certificato penale «sporcato», ma niente carcere per il consulente: gran parte delle somme sparite dai conti sono comunque state recuperate e bloccate durante l'inchiesta. Decine i clienti gabbati, benché non tutti siano stati identificati, e sei quelli che hanno deciso di costituirsi parte civile.

Già dal 2003-2004 il promotore si sarebbe dato da fare per creare il tesoro. Le sue «vittime»? Preferibilmente anziane e in diversi casi con conti cointestati a figli, coniugi o conviventi. Tutte conquistate da quel consulente così garbato, professionale e rassicurante. Si fidavano di lui. E hanno continuato per anni a farlo. Tanto da affidargli tutti i propri risparmi affinché lui li investisse e li facesse fruttare. C'era chi consegnava al consulente assegni in bianco, oppure con la dicitura «mio proprio»: di fatto, un via libera al promotore per fare di quei pezzi di carta ciò che desiderava. Secondo la procura, infatti, il controvalore di quegli assegni veniva poi versato dal professionista sui propri conti correnti e anche su quelli del pensionato. Non meno di 2 milioni la cifra complessiva che sarebbe transitata sui conti del 73enne reggiano. Che continua a negare di aver avuto accordi con il promotore, ma per l'accusa quel capitale vertiginoso è assolutamente ingiustificabile considerando che l'uomo può contare su una pensione da 1.800 euro al mese. E troppi, comunque, sarebbero quei soldi anche ipotizzando investimenti super redditizi da parte del pensionato.

In particolare, il promotore si sarebbe appropriato di 2.700.000 euro appartenenti a undici clienti, residenti tra Parma e provincia, facendo poi confluire circa 2 milioni su vari conti del pensionato, accesi in diversi istituti di credito, e il resto versandolo sui propri conti o comunque facendolo «sparire». Tutte persone beffate a cui è stato possibile dare un nome. Ma l'inchiesta, grazie anche a una consulenza tecnica che ha ricostruito i percorsi degli assegni e i movimenti bancari, ha stabilito anche che altri 877.000 euro sarebbero arrivati illecitamente sui conti dei due imputati e ulteriori 190.000 su quello del pensionato. Denaro finito sui conti dei due tramite versamenti in contanti o con assegni circolari. Da quali conti venissero queste somme non è stato possibile accertarlo, ma - secondo la procura - comunque soldi «privi di giustificazione alla luce delle condizioni personali e delle attività da essi esercitate e pertanto ritenuti riferibili ad altri clienti allo stato non identificabili», si legge nel capo di imputazione.

Un giochino che avrebbe funzionato per anni. Fino alle prime denunce, nel 2012. E all'avvio dell'inchiesta. Che ha ricostruito le vie dei soldi e dell'inganno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    15 Marzo @ 10.35

    nome,cognome e foto!!!

    Rispondi

  • Francesco

    15 Marzo @ 08.27

    brundofrancesco@libero.it

    Come al solito, non c'è nome ne cognome.

    Rispondi

  • Marzio

    15 Marzo @ 08.16

    Purtroppo và così, ci sono mille modi di fregare il prossimo. A me ad esempio, non hanno versato il tfr nel fondo pensionistico che avevo sottoscritto. Se lo moltiplichiamo per il numero dei dipendenti, la cifra non è tanto inferire a questa. Andiamo ad aggiungerci l'accumulo della quota sociale (55€ al mese x 5 anni) i 4 milioni li superiamo. Credo che parlarne possa essere uno strumento per arginare questo fenomeno che sta dilagando, purtroppo per paura di perdere il posto di lavoro, la gente si rassegna e subisce queste cose.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

tg parma

Parma, Germoni: "Ottimo ritiro, devo conquistarmi il posto" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti