16°

Inchiesta

Regio: mal di «prima»?

Regio: mal di «prima»?
5

La cosa non poteva passare inosservata: molti posti vuoti in platea e diversi palchi chiusi in occasione della «prima» di «Lucia di Lammermoor» al Teatro Regio. Una spia della disaffezione del pubblico (c'erano già state avvisaglie in precedenti «prime»), una questione di prezzi o lo scarso richiamo di un allestimento che nelle settimane passate era già andato in scena a Modena, Reggio e Piacenza? Ecco come hanno risposto alla nostra inchiesta la direzione del Regio e i rappresentanti delle associazioni dei «melomani», palchettisti e loggionisti compresi. 

La questione dei costi sembra essere tra le prime cause del calo di presenze, anche se il direttore generale del Regio Anna Maria Meo tende a minimizzare: «I palchi che sono rimasti vuoti erano in realtà venduti ad abbonati che non si sono presentati. Inoltre, nel passato venivano distribuiti molti più biglietti omaggio". Ma c'è anche il caso del loggione meno "partecipe" di una volta: "Il loggione non contesta più perché non si vuole infierire su artisti che magari sono chiamati all’ultimo minuto e sottopagati", ha risposto ad esempio il presidente di Parma Lirica.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rinasciita

    16 Marzo @ 20.07

    Meglio non parlarne va....mi piange il cuore, cantanti che non regalano emozioni proposti da qualche agenzia, sceneggiature prese in prestito da altri teatri, la Toscanini e il coro che vengono trattati come se fossero gli ultimi arrivati quando sono loro le uniche eccellenze attuali del Nostro Teatro e rappresentano il made in Parma della lirica, Cene di Galà per attirare i media, aperitivi.....il loggione che non si esprime, perchè cosa dovrebbe dire? forse che durante le rappresentazioni si pensa solo ed esclusivamente agli anni che furono? Ricordo ancora gli autobus che arrivavano da tutta Europa da cui scendevano persone di tutte le nazionalità dopo essersi fatti migliaia di km per le serate del REGIO...però anche Parma con i suoi usuali modi garbati deve far sentire la propria voce

    Rispondi

  • Greg

    16 Marzo @ 19.55

    Schiacciare Parma entro i limiti angusti di una regione, genera questo stato di cose. Non c'era partita fra le produzioni del Regio e i teatri della regione. Ora si fanno le stesse cose e a costi superiori. Chi è tanto sciocco da pagare il doppio quando a Reggio vedi la stessa cosa alla metà? Se la stessa situazione si fosse presentata nei tempi che tu ricordi, i loggionisti sarebbero andati a Reggio in bicicletta. Non c'è nulla da mitizzare, ciò che conta è la qualità superiore dell'offerta. Già da tempo ci sono i buttadentro, fra un po' regaleranno anche il sacchetto con i generi di conforto per riempire il teatro e giustificare la permanenza di dilettanti alla direzione dello stesso.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    16 Marzo @ 18.58

    O , FORSE , E' UN ALTRO PEZZO DELL' ANIMA DI PARMA CHE SE NE VA ! La Lirica è stata una tradizione secolare dei Parmigiani , non solo dei ricchi , ma anche dei popolani , che , dal Loggione, terrorizzavano i cantanti con la loro proverbiale severità , pur prendendosi qualche volta le rampogne dei critici più raffinati. Molti davano ai figli i nomi di personaggi dell' Opera . Soprattutto i Socialisti che non volevano dar loro nomi di Santi. In Loggione e nei Retropalchi , tra una "romanza" e l' altra , si cucinavano gli anolini e si affettava salame di Felino. C' era gente che dormiva accampata di notte al freddo davanti al Teatro Regio per potersi accaparrare un biglietto , e qualche maligno diceva che ci fosse anche un po' di "mafia" . La sera di Santo Stefano l' inaugurazione della Stagione Lirica era come la sera di Sant' Ambrogio alla Scala di Milano . C' erano diverse Opere in cartellone. Adesso si fanno un paio di rappresentazioni , in date improbabili , dove vanno a farsi vedere quattro cicisbei . Un altro pezzo dell' anima di Parma che se n' è andato !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi

Sport

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

ponte romano

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

1commento

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

2commenti

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

2commenti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

4commenti

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

12commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

24commenti

tg parma

Giuseppe Buttarelli ce l'ha fatta: da Colorno a Fontanellato contro la Sla Video

Gazzareporter

Campana del vetro con... piumino invernale Foto

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno fino a venerdì

Noceto

«Al Pioppo», quel luogo dell'anima

Comune

Taglio alla Cosap del 10%

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

1commento

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

frosinone

Difende la fidanzata, massacrato di botte: muore 20enne 

3commenti

SOCIETA'

Tecnologia

Samsung "spegne" definitivamente il Galaxy Note 7

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

formula 1

Per il trionfo di Vettel in Australia 10 milioni davanti a Rai1

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017