22°

terrorismo

Bruxelles sotto attacco: esplosioni in aeroporto e metrò

Bruxelles: due esplosioni all'aeroporto: 11 morti, 25 feriti
Ricevi gratis le news
10

Guarda il video

Sale a 34 morti il bilancio degli attentati terroristici che hanno scosso Bruxelles: lo riferisce l’emittente belga Vrt. Secondo l’emittente, 20 persone sono rimaste uccise nell’esplosione nella metro, altre 14 nel duplice attacco all’aeroporto di Zaventem. E il bilancio provvisorio parla di oltre 130 feriti.  E tra di loro ci sono alcuni italiani : lo riferisce la Farnesina.

Un dato definitivo ufficiale non c'è ancora, ma le due esplosioni all’aeroporto della capitale e quella nella metropolitana di Maalbeek - a due passi dalla sede della Commissione europea - hanno fatto scattare il massimo livello di allerta nel cuore dell’Europa e indotto le autorità a rafforzare le misure di sicurezza negli aeroporti delle principali capitali del mondo, incluso quello di Fiumicino.

Da parte loro, online molti sostenitori dell’Isis già festeggiano, riferisce la Bbc, aggiungendo che molti di loro stanno utilizzando l’hashtag in arabo #Brusselsonfire, simile al #Parisonfire utilizzato dopo gli attacchi dello Stato islamico a Parigi del 13 novembre.
«Con gli attacchi di Bruxelles è stata colpita tutta l'Europa», ha detto il presidente francese, Francois Hollande. "I ripugnanti attentati di Bruxelles ci spingono a restare uniti: solidarietà con le vittime e fermezza contro i terroristi": è stato il messaggio del portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, pubblicato su Twitter. «Sono scioccato e preoccupato per gli eventi di Bruxelles. Faremo tutto ciò che possiamo per aiutare», ha affermato il premier britannico David Cameron in un tweet.
Il governo britannico ha rafforzato la presenza della polizia nel Paese, ha annunciato Mark Rowley, il capo dell’anti-terrorismo di Scotland Yard. In particolare saranno presidiati con più agenti gli obiettivi sensibili a Londra, come metropolitana ed aeroporti. L’allerta anti-terrorismo resta al livello «grave», dove si trova dall’agosto 2014, con un attentato «altamente probabile».
Le due cariche esplosive all’aeroporto si trovavano ai banchi accettazione dell’American Airlines e vicino al bar della catena Starbucks: la hall delle partenze è stata completamente devastata. Scene di panico fra i passeggeri, che subito sono stati evacuati dallo scalo, che è stato chiuso.
Testimoni riferiscono di migliaia di persone che per ragioni di sicurezza sono state fatte evacuare sulla pista. Altri raccontano inoltre di aver sentito degli spari prima delle esplosioni e di aver udito delle grida in arabo. Secondo i media belgi, all’interno dello scalo è stata trovata anche una bomba inesplosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefano

    22 Marzo @ 20.10

    Seguitiamo a accoglierli, siamo tutti fratelli. Purtroppo in Italia non ESISTE la libertà di pensiero nonostante la costituzione dica il contrario e pertanto non posso dire come la penso sugli immigrati.

    Rispondi

    • 22 Marzo @ 20.14

      REDAZIONE - Forse è meglio così: cosa vuol dire "gli immigrati"? E' come se uno scrivesse: Non posso dire come la penso "sugli italiani"..... Quali italiani? Lei ad esempio si sente uguale a Totò Riina? Eppure io lei e lui siamo tutti e tre italiani.....A Parma abbiamo decine di migliaia di immigrati: pensa siano tutti ladri o terroristi o spacciatori? Forse se uscissimo dalle contrapposizioni fra tifoserie ("Tutti bravi" contro "Tutti delinquenti") potremmo affrontare il problema più seriamente.

      Rispondi

      • stefano

        22 Marzo @ 22.05

        Redazione siete anche voi responsabili di quello che sta accadendo. Non basta censurare quello che dico io, siete COMPLICI dei delinquenti che infestano l'Italia. Il 99 % dei reati sono commessi da quelli che difendete voi. Pregate Dio che non vi tocchi mai da vicino

        Rispondi

        • 23 Marzo @ 07.16

          REDAZIONE - Qui NESSUNO (urlo anch'io in stampatello...) ha mai difeso chi commette un reato. Quindi non dire idiozie, parla di ciò che sai e di chi conosci oppure stai zitto a leggerti un buon libro. E se sei stato censurato c'era sicuramente un motivo valido: altrimenti, come vedi, pubblichiamo senza problemi anche chi scrive scemenze senza sapere ciò di cui parla. Poi fammi sapere anche la fonte "scientifica" da cui hai tratto quel 99%

          Rispondi

      • stefano

        22 Marzo @ 20.56

        è come accogliere un esercito invasore e cercare di trovare le mele buone. Ma intanto che lo fate morite e venite rapinati. Non esiste un islam moderato! esistono gli islamici e i non islamici. L'islam dice di combattere gli infedeli, lo dice il corano! Seguitate a proporvi a loro favore, ma non chiedete l'aiuto delle persone per bene quando ci sarà la resa dei conti . é un invasione e nessuno se ne rende conto! No, io non mi sento uguale e nemmeno simile a riina, riina ha sangue arabo come tutti i siciliani. 150 anni di unità contro 500 anni di dominazione araba non ci rendono uguali e nemmeno simili. Vada a bolzano e catania e poi mi dica se usanze e tradizioni sono uguali se ne ha il coraggio.

        Rispondi

        • 23 Marzo @ 07.20

          REDAZIONE - Oppure Pietro Maso che ha ucciso la sua famiglia o Erika e Omar e Stasi e Bossetti se sarà colpevole (e uno lo abbiamo avuto pure a Parma): tutti uguali a lei e a me, visto che siamo tutti italiani e stavolta anche del nord?

          Rispondi

  • Vercingetorige

    22 Marzo @ 19.02

    ADNKRONOS , 22/3/2016 ore 17,47 : BRUXELLES , IMAM PALLAVICINI "FERMA CONDANNA MA L' EUROPA PAGA I SUOI ERRORI" "Rinnoviamo la nostra condanna'' per gli attentati a Bruxelles e ''la nostra solidarietà alle famiglie delle vittime''. Così all'Adnkronos l'Imam Yahya Pallavicini, vice presidente della Co.re.is (Comunità religiosa islamica italiana). "Siamo molto preoccupati per questa escalation di violenza e strumentalizzazione della religione - sottolinea - che va di pari passo con gli errori nelle politiche di integrazione, soprattutto nei confronti delle nuove generazioni cresciute in Europa''. Per l'Imam ''è necessario creare i presupposti che portino a un forte senso di appartenenza all'Occidente e a una convinta simpatia per la nostra società. Se ci si limita solo ad accogliere come si fa con le merci senza rivalorizzare un senso di identità europea - aggiunge Pallavicini - alla fine molti giovani, non sapendo perché si trovano in un Paese, vedono nell'Isis una valida alternativa''. Per fare degli esempi Pallavicini parla della Francia: "Ci sono molti musulmani nati e cresciuti in Francia ma che sono stati ghettizzati e non si sono mai sentiti parte della patria e della società in cui vivono. Stessa cosa in Belgio dove in alcuni quartieri di periferia sembra di stare a Casablanca''. Insomma, continua l'Imam, ''se si trapianta il disagio e la miseria culturale e sociale del Nord Africa in alcuni quartieri, i figli cresciuti in questo contesto si sentono spaesati nei confronti della Nazione in cui vivono. E questa mancanza di una chiarezza identitaria apre le porte ai falsi predicatori, alle manipolazioni dell'Isis e all'idea di trasformarsi in giustizialisti''. CAPITO L' IMAM ? ADESSO E' COLPA NOSTRA ! Tanto per capire chi ci mettiamo in casa...........

    Rispondi

  • Vercingetorige

    22 Marzo @ 12.29

    SAREBBE ORA CHE CI RENDESSIMO CONTO , SENZA INFINGIMENTI ED IPOCRISIE , CHE GLI ISLAMICI NUTRONO UN ODIO , SECOLARE , VISCERALE E SANGUINARIO CONTRO DI NOI , CHE , PER LORO , SIAMO I "CRISTIANI" , O I "CROCIATI" , ANCHE INDIPENDENTEMENTE DALLE NOSTRE REALI PROFESSIONI RELIGIOSE ! Si va profilando una terza guerra mondiale tra Islamici e cosiddetti "Cristiani" . E' ora di finirla di tranquillizzarci con considerazioni del tipo : "Ma gli Islamici non sono tutti terroristi". E certo ! Vorrei ben vedere ! Ed è ora anche di smettere di autocolpevolizzarci dicendo che gran parte dei terroristi musulmani , figli di immigrati , sono cittadini di Paesi occidentali nati in Occidente . E' vero , ma non deve tranquillizzarci per nulla , perché significa che l' "integrazione" è una pia illusione e stiamo , in realtà , allevandoci le serpi in seno ! Peraltro , il terrorismo è solo la punta dell' iceberg , l' aspetto armato e sanguinario della guerra, di cui è parte integrante anche l' immigrazione indiscriminata e selvaggia che stiamo subendo.

    Rispondi

    • Bruno

      22 Marzo @ 15.35

      Magari se la smettessimo di bombardare la Siria, la Libia, l'Afganistan, ecc. la parte della guerra riguardante l'immigrazione selvaggia ce la potremmo risparmiare...

      Rispondi

      • Vercingetorige

        22 Marzo @ 16.29

        Ho i miei dubbi , perché le guerre se le fanno tra di loro , scannandosi gli uni con gli altri . I sunniti che scannano gli sciiti , Iracheni e turchi che scannano i Curdi . Sauditi che aiutano i sunniti a scannare gli sciiti , aiutati dagli iraniani a scannare i sunniti. E' vero che fuggono dalla guerra e dalla fame , ma sono una guerra e una fame che si sono voluti loro perché avrebbero avuto , ed avrebbero , la possibilità di costruirsi Società non meno benestanti delle nostre , ma preferiscono scannarsi a vicenda e venire pure a scannare noi . Questo non significa che anche noi non mettiamo il nostro zampino nelle guerre..........ce lo mettiamo, ce lo mettiamo........

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

9commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»