21°

Intervista

A piedi in Svezia con due asinelli

A piedi in Svezia con due asinelli
0

Lo spezzino Carlo Magnani e la moglie svedese Helena Kågemark sono partiti da un paesino toscano e sono diretti a Goteborg. Un viaggio che affrontano a piedi, accompagnati da due asinelli. Il loro itinerario ha toccato il Parmense: Carlo ed Helena spiegano i motivi della scelta e i messaggi che vogliono lanciare.

Andrea Violi

Sono partiti da Albiano Magra, paese vicino ad Aulla, lo scorso 11 marzo per raggiungere Goteborg, in Svezia. A piedi, accompagnati solo da due asinelli. Helena Kågemark e Carlo Magnani - lei svedese 45enne, lui spezzino classe 1969 - contano di arrivare in otto mesi. Lungo il viaggio regalano piantine per creare un «network arboreo». I messaggi di fondo? No alla frenesia del nostro tempo, rispettare gli animali, amare la natura. Anche perché, sottolinea Carlo, «i veri protagonisti sono gli animali, non gli uomini». E i ritmi sono dettati dalle loro esigenze.

SPOSI IN CAMMINO

Carlo ed Helena si mostrano sorridenti, parlano con tono pacato, sono aperti al dialogo. Li incontriamo in un’azienda agricola di Casalbaroncolo, dove per un giorno e due notti sono ospiti di Gregorio Modesti, della fidanzata Cecilia e famiglia. La prima parte del viaggio ricalca l’itinerario che Gregorio - appassionato di cavalli che ha amici in comune con la coppia - ha percorso fra Parma a Sarzana. Così i viandanti hanno toccato Palanzano (Nirone, Pignone, Selvanizza), Sasso di Neviano, Ciano e San Polo d’Enza, Montecchio e Montechiarugolo, Sant’Ilario e Casalbaroncolo. Dopo la sosta, in questo fine settimana si sono diretti a Coenzo, Colorno e nel Cremonese.

Helena e Carlo sono sposati da due anni. Alla domanda: «Dove vivete?», lui risponde: «Fra Albiano Magra e Goteborg... Non siamo ancora stati capaci di decidere dove fermarci a vivere...». Intanto, camminano. Entrambi hanno lavorato nel settore teatrale. Helena è arrivata da Stoccolma nel 1997 per lavorare con un istituto di arte scenica svedese (Institutet för scenkost) a Pontremoli. È attrice e funambola: «Ho sempre camminato su 12 millimetri...», mentre ora marcia con zaini e asinelli. Carlo è un tecnico, anche se ha fondato un’associazione culturale, ha lavorato con vari gruppi in Italia, sulle navi da crociera e in Olanda.

PASSO LENTO E NATURA

Nel 2014 l’idea di una lunga e lenta marcia. Perché? Carlo: «È un po’ una riflessione critica rispetto alla frenesia del nostro tempo». Helena: «Siamo circondati da brutte notizie e violenze; c’è bisogno di cose buone, non possiamo avere sempre paura». Così hanno «interrogato» internet per informarsi su come costruire un viaggio del genere, prendendo contatti con gruppi come «A passo lento» (camminata Padova-Santiago de Compostela). Hanno cercato sponsor: «Ho mandato circa mille e-mail - spiega Magnani -. Pochi hanno risposto». Alla fine i partner sono una decina, fra cui un allevamento di asini (che ha donato uno degli esemplari), un'azienda di calzature sportive, un'altra di stufe, una ditta di trasporti.

Gli animali - Tony, maschio di 8 anni, e Aurora Alba di 7 anni - sono la chiave di tutto. «Gli asini aprono le porte - spiega Carlo -. Perché destano curiosità ma soprattutto perché fanno capire che siamo indifesi e non siamo una minaccia per nessuno. Sono i veri protagonisti; dobbiamo fermarci quando sono stanchi o magari andare dove vogliono loro. Il carico è più leggero possibile: fra un quinto e un sesto del loro peso. Hanno il proprio carattere: Tony è riflessivo e testardo, Aurora è più aperta». E se vede qualcuno con una borsa, subito si avvicina.

Non solo ritmi slow e amore per gli animali. Il progetto lancia un altro messaggio: il rispetto della natura. Da qui l’idea del network arboreo. Chi ospita o incontra Helena e Carlo riceve una piantina cui è «abbinata» un’altra persona che fa parte della «rete»: così le persone si incontrano grazie a nuovi alberi che crescono.

Nel Parmense la coppia italo-svedese si trova bene, ha scoperto curiosità e ospitalità a tratti inaspettata. «A Nirone ci siamo fermati in un’azienda agricola - spiegano Carlo ed Helena -. Abbiamo chiesto di fermarci, loro hanno accettato. A Selvanizza un uomo ci ha visti con gli asinelli e da dietro una siepe ha esclamato “Le pecore dove sono?”. Ci siamo messi a parlare e lui, un pensionato vedovo che vive solo, ci ha ospitati. Ha un grande cuore: al mattino è “sparito”... perché è andato a comprarci il pane! La condivisione è bellissima. In questi giorni abbiamo incontrato tante persone: non è più solo il nostro cammino... ma qualcosa che include. Ovunque ci chiedono di tornare e di dare notizie».

Va bene, ora è tutto bello… Ma i problemi possono esserci, come incontri con malintenzionati. «È la preoccupazione minore - dice la coppia -. In montagna eravamo più preoccupati dei lupi e per la salute degli asini». Un’impresa del genere costa, sebbene ci siano sponsor: Carlo non dà cifre, si limita a dire che spera nel pareggio. Qualche soldo verrà da eventuali iniziative didattiche con gli asini: sono avviati contatti in Canton Ticino.

Ci saranno libri o spettacoli sul viaggio? In quale forma è da decidere, ma Helena assicura che «una presentazione» ci sarà. Intanto, si può seguire il viaggio via internet. Sul sito unattimostoarrivando.blogspot.it ci sono news sul viaggio di Helena e Carlo e i dettagli del loro progetto. Sul profilo Instagram «Un attimo sto arrivando», con un asinello nel logo, sono pubblicate le foto delle varie tappe. Un album destinato a lievitare.

Video e foto sul nostro sito

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cuoco perfetto, chiuse le iscrizioni

tg parma

"Cuoco perfetto", boom di richieste: chiuse in anticipo le iscrizioni Video

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

11commenti

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

3commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Formaggio

La grana del grana

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

2commenti

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

9commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

sport

Alberto Scotti presidente nazionale dei Veterani dello sport

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% della donne in età fertile

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

4commenti

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

tv parma

La ricetta di D'Aversa "Dobbiamo metterci più cattiveria" Video

Formula 1

Ferrari in prima fila, ma la pole è di Hamilton

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»