15°

29°

Accoltellamento

San Leonardo ha paura

San Leonardo ha paura
Ricevi gratis le news
14

Versa ancora in gravissime condizioni il dominicano 39enne accoltellato venerdì sera in via Treviso da un connazionale che ha anche cercato di dargli fuoco. Intanto, ieri mattina nella zona di via Trieste i pareri dei residenti sull'accaduto erano unanimi: «Qui la situazione sta peggiorando, servono più controlli». Anche l'edicolante di via Trieste conferma la sensazione di insicurezza imperante fra i suoi clienti: «C'è molto malumore fra la gente, soprattutto gli anziani hanno paura a uscire di casa. E controlli assidui non ce ne sono». «Ultimamente c'è un continuo via-vai di spacciatori in bici. Occorre più vigilanza», dice un giovane papà con il figlio piccolo.

Francesco Bandini

La mattina successiva alla serata da far west, in via Treviso i segni della mattanza sono ancora evidenti. Un condomino del palazzo al civico 11, armato di mocio e buona volontà, sta finendo di pulire le ultime macchie di sangue che hanno trasformato quel pezzo di marciapiede e di strada in qualcosa di molto simile al pavimento di un macello.

Solo poche ore prima, esattamente in quel punto, un dominicano ha aggredito un connazionale con un coltello, dopo avere bloccato la sua auto speronandola con la propria. Numerosi i fendenti che hanno raggiunto il 39enne sia al petto che alla schiena. L'aggressore ha anche rovesciato addosso alla vittima una bottiglia piena di benzina, ma poi ha desistito dall'evidente proposito di dargli fuoco: troppa la gente che nel frattempo si era affacciata alle finestre dei palazzi e che aveva cominciato a gridare e a telefonare alle forze dell'ordine. E così l'accoltellatore, che fino a quel momento aveva inseguito il connazionale continuando a colpirlo, ha girato i tacchi e, mani in tasca, se n'è andato a piedi in direzione di via Trieste: «Senza fretta, come se stesse passeggiando al parco Ducale», come ha spiegato una testimone.

Il ferito è ancora ricoverato in Rianimazione in condizioni gravissime. Dai primi accertamenti della squadra Mobile, che si occupa delle indagini, risulta che i due si conoscevano e che entrambi hanno precedenti per fatti legati al mondo dello spaccio. E proprio un regolamento di conti per questioni di droga potrebbe essere alla base dell'agguato andato in scena venerdì sera, anche se non si esclude il movente passionale, legato forse a una donna contesa fra i due. Intanto continuano le ricerche dell'aggressore, svanito nel nulla dopo il sanguinoso agguato.

In via Treviso ieri mattina due donne che portano a spasso i propri cani si fermano a guardare quelle macchie rose sull'asfalto. «Vivo qui dal 1975 – spiega una delle due – e non era mai successo niente del genere. È un gran brutto segnale: significa che certa gente si sente libera di fare quello che vuole. Ho parlato con una signora che ha visto tutto dal balcone: era spaventatissima e ha detto che vuole andare ad abitare via». L'altra donna con il cane ha le idee chiare: «In fondo ce la siamo cercata: questa gente ce la siamo presa e adesso ce la teniamo, con tutto quello che ne consegue».

Il quartiere San Leonardo è da anni al centro di fatti di cronaca che preoccupano non poco i residenti, a cominciare dal problema dilagante dello spaccio. E dopo un episodio come quello di venerdì, forse anch'esso legato al mondo della droga, i timori aumentano. «Prima il fenomeno era più verso via Venezia e via San Leonardo, adesso si sta spostando – osserva una signora in via Trieste –. È una vergogna, ci vorrebbero i soldati». Un giovane appena uscito dal forno di via Trieste osserva: «Stamattina ho fatto tre giri di corsa intorno al quartiere: non ho visto una sola pattuglia delle forze dell'ordine, in una zona come questa e dopo quello che è successo ieri sera. Mi rendo conto che polizia e carabinieri sono sottodimensionati, ma se sai che una zona è calda, devi tenerla sotto battuta, altrimenti sarà sempre peggio». E aggiunge: «Mi è nata una bambina a dicembre e mi chiedo: quando avrà quindici anni come saremo ridotti?».

Anche l'edicolante di via Trieste conferma la sensazione di insicurezza imperante fra i suoi clienti: «C'è molto malumore fra la gente, soprattutto gli anziani hanno paura a uscire di casa. E controlli assidui non ce ne sono». «Ultimamente la situazione è peggiorata: c'è un continuo via-vai di spacciatori in bici. Occorre più vigilanza», dice un giovane papà con il figlio piccolo. «C'è poco da fare: questa gente si sente padrona, anche perché qui di pattuglie se ne vedono poche», aggiunge una donna in bici di passaggio in via Trieste. «Purtroppo c'è gente che ha il coltello facile», ricorda l'ex consigliere comunale Giuseppe Massari in sella alla sua bici. Secondo lui però non è tanto il quartiere a essere peggiorato: «È la città in generale che paga la mancanza di cura. I problemi che ci sono qui, e che un tempo potevano essere governati, ora mi sembra che non siano al centro dell'agenda. E la conseguenza è il senso di degrado».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    07 Aprile @ 14.32

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    Ma no è solo una questione di percezione. In realtà i personaggi in bicicletta citati stanno scappando dalla guerra!

    Rispondi

  • marco

    04 Aprile @ 12.03

    S,leonardo ha paura...ma più o meno di salso?per via del lupo vè....

    Rispondi

  • PEPOMAN

    04 Aprile @ 09.01

    COPRIFUOCO E RANDELLARE ALLA GRANDE

    Rispondi

  • hal

    03 Aprile @ 19.52

    MENO TELECAMERE PIU POLIZIA E A CASA GLI IRREGOLARI LA RICETTA LEGHISTA E SEMPLICE MA QUELLA DEI 5 STELLE E' UN FALLIMENTO TOTALE

    Rispondi

  • Biffo

    03 Aprile @ 17.15

    Che scemenza solenne, quella di installare le telecamere. Quando poi hanno acquisito le immagini di centinaia di spacciatori, accoltellatori, scippatori, ladri e via così, che se ne fanno, un documentario da vendere in edicola, a dispense?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti