10°

22°

Incidente

Disavventura per la Sajetta

Disavventura per la Sajetta
Ricevi gratis le news
17

Incidente all'incrocio: un furgone urta «La Sajetta», il popolare corriere Andrea Saccon, 43 anni, volto notissimo in città. Solo un grande spavento e qualche ammaccatura per la nuova cargo-bike.

Damiano Ferretti

Brutta disavventura ieri pomeriggio per Andrea Saccon, in arte «La Sajetta», all’incrocio tra via Palermo e via Trieste. Per fortuna è finita solo un grande spavento e qualche ammaccatura alla sua nuova bicicletta - una cargo-bike «Christiania» - che a partire da venerdì 6 maggio si vedrà girare in lungo e in largo per le strade della nostra città con il progetto denominato «Libri con le ruote». Erano da poco passate le 13 quando, per cause ancora in via di accertamento, un Fiat Ducato bianco ha urtato la bicicletta guidata proprio da Saccon.

Al momento dell’impatto, i due mezzi entrambi provenienti da via Palermo, erano fermi all’incrocio in attesa di svoltare a destra in via Trieste. L'incidente, la cui dinamica esatta risulta ancora incerta, avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi se la bicicletta in questione non fosse stata dotata dell’apposito cassone: nessuna delle persone coinvolte ha riportato ferite.

La cargo-bike di «Sajetta» è rimasta incastrata tra il furgone e il marciapiede. Sul posto si è reso necessario l’intervenuto di due pattuglie della Polizia Municipale per i rilievi del caso e per riportare la calma in quanto si era venuta a creare un’accesa discussione tra il conducente del Fiat Ducato e Saccon.

«Ero fermo all’incrocio (sprovvisto dell’apposito attraversamento ciclabile, ndr) e stavo per svoltare in via Trieste quando all’improvviso mi sono visto arrivare addosso il furgone», ha spiegato Andrea Saccon. «Per fortuna - ha continuato - non mi sono fatto niente ma se avessi avuto una bici da corsa o una mountain-bike, i danni sarebbero stati certamente maggiori e non me la sarei, certo, cavata con qualche ammaccatura alle ruote della bici». Già nel febbraio del 2015 Andrea Saccon, 43enne volto notissimo di Parma, era stato protagonista, suo malgrado, di un’altra disavventura: in viale Fratti subì il furto della bici e del carretto utilizzati per le sue abituali consegne. Li ritrovò però dopo poche ore.

Proprio in sella alla sua cargo-bike, che ieri ha avuto bisogno delle riparazioni del meccanico, Andrea Saccon - dal 6 maggio al 3 giugno 2016, ogni venerdì dalle 17 in poi - porterà i libri in bicicletta per facilitare la lettura nei parchi cittadini con il progetto «Libri con le ruote» ideato dallo stesso Saccon insieme a Federica Sassi e Virginia Maini dell’associazione «Parmakids» con patrocinio e sostegno del Comune, Parchi del Ducato e libreria «Libri e formiche» e con il supporto economico di Fondazione Cariparma e Fondazione Monteparma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Funghetto

    20 Aprile @ 13.55

    Su Facebook dice che era fermo e che il furgone non lo ha visto e ha tagliato la curva. Mi sembra molto plausibile, tra l'altro è capitato anche a me. Inqualificabili come al solito quasi tutti i commenti. Gente che, siccome si rende conto di guidare in modo pericoloso, cerca di raccontarsi la storiella della bici trasgressiva. Si autoassolvono in modo da rimanere sereni mentre continuano a telefonare alla guida, o a non rallentare ai passaggi pedonali e altri comportamenti meno evidenti ma ugualmente gravi.

    Rispondi

    • gigiprimo

      21 Aprile @ 09.36

      vignolipierluigi@alice.it

      Guarda bene, quella strisciata sul furgone, che parte da prima del portellone per arrivare al punto di contatto del 'carrello' del triciclo, non può essere stata fatta dal furgone in movimento. E' stato il triciclo a strisciare nell'infilarsi a destra del furgone.

      Rispondi

      • Funghetto

        21 Aprile @ 13.41

        La strisciata che dici pare tutto ma non lasciata dal carrello. E' troppo dritta, troppo larga, troppo lunga. Il furgone è più largo nella fascia in basso, dove c'è il rigo è impossibile che il carrello tocchi. L'unica cosa che si capisce dalla fiancata è che l'autista è recidivo e prende botte da ogni dove.

        Rispondi

    • marco850

      20 Aprile @ 19.22

      i ciclisti invece sono tutti disciplinati ed osservano con scrupolo il codice della strada, lasema ster!

      Rispondi

  • Annalisa

    20 Aprile @ 13.38

    Quando avremo risolto il problema delle bici sui marciapiedi, avremo risolto il problema degli spacciatori!!!! ...oppure quelli non contano?

    Rispondi

  • gigiprimo

    20 Aprile @ 12.36

    vignolipierluigi@alice.it

    PS.: Ho capito dove è successo, ci passo spesso e in auto ti tieni distante dal marciapiede per favorirti la svolta a destra, anche dato le dimensioni di via Trieste, a maggior ragione per un furgone. Dato che il traffico non manca, prima di uscire guardi a sinistra e destra e inizi a svoltare, può succedere che arrivi il solito ciclista 'fantozziano' che si infila nello spazio che tu hai lasciato per la manovra, e se non sei svelto a frenare, lo stampi contro il marciapiede. Non dico che sia successo questo, forse pensava che voltasse a sinistra e ha approfittato a superarlo, superare un'autovettura ferma ad un incrocio non è regolare, quindi anche in bicicletta più calma, specialmente sui marciapiedi, a quando le multe? Nel caso in esame, probabilmente ha visto il ciclista ma non l'ingombro del furgone che è più basso, dovrebbe avere dei segnali di ingombro come i furgoni con carichi sporgenti. L'importante è che non si sia fatto male, auguri.

    Rispondi

  • harryblatera

    20 Aprile @ 12.31

    Non ho idea di quello che è successo in questo caso specifico, però io vedo spesso 'sta sajetta che va letteralmente come gli pare, contromano, si lancia negli incroci senza guardare e poi urla a dietro alle auto che prendono lo spavento perchè si immette senza guardare, ignora le regole come faceva mio nonno in bici pensando che ha la precedenza sempre perchè ciclista.

    Rispondi

  • gigiprimo

    20 Aprile @ 09.01

    vignolipierluigi@alice.it

    Però non si dice dove è avvenuto, se vi è una pista ciclabile e il resto sarà stabilito dalle rilevazioni dei Vigili, ma come scritto da altri, senza mettere in dubbio la buona volontà di 'sajetta', perché tante volte lo vedo in fallo, molto 'spavaldo'?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

OPPORTUNITA'

55 nuove offerte di lavoro

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

1commento

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel