-4°

-2°

Emergenza

Ora si può sparare alle nutrie

Ora si può sparare alle nutrie
Ricevi gratis le news
22

Nuovo piano di intervento della Regione per arginare il fenomeno nutrie: ora si può anche sparare.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Massimiliano

    30 Aprile @ 22.58

    @giorgio mezzatesta, caro Dottore, mi spiace contraddirla, però, almeno a quanto studiato durante il corso di Protezione Civile, nella quale ho militato per anni, i fontanazzi scavati questi dolci animaletti sono una delle cause principali di straripamento dei fiumi in quanto compromettono la struttura degli argini. Se vuole possiamo anche parlare di uno studio condotto dall'università di Pavia sui danni che questi deliziosi roditori provocano all'agricoltura, poiché nutrendosi dei germogli delle piante rasano le colture a zero distruggendo di fatto i raccolti. Infatti nei paesi dove queste simpatiche bestiole sono autoctone e in Nord America esistono da sempre piani di abbattimento, proprio per tutelare i raccolti. Ma che vuol farci purtroppo viviamo in un paese dove non contano gli uomini, ma dei topi distruggi tutto.

    Rispondi

    • giorgio mezzatesta

      01 Maggio @ 11.45

      Massimiliano, ho qualche dubbio che fiumi come il Secchia siano straripati per colpa delle tane delle nutrie come qualcuno intende farci credere. Forse, addossare la colpa ai castorini, serve a distrarre l'attenzione su quelli che sono i veri problemi dei nostri corsi d'acqua: l'abusivismo e non di manufatti cementizi all'interno dei fiumi. Cosa che provoca il restringimento della canalizzazione dell'acqua e la conseguente fuoriuscita dagli argini. Chi vuol credere che il problema siano le nutrie è liberissimo di farlo, ma pecca di ingenuità.

      Rispondi

  • giorgio mezzatesta

    30 Aprile @ 19.12

    bisogna imparare a guardare con occhio critico. I nostri corsi d'acqua sono TUTTI ridotti al ruolo poco edificante di fogne. Le "acque" di alcuni di questi sono poi utilizzate per irrigare le coltivazioni o, nella migliore delle ipotesi, l'erba che poi viene data agli animali da reddito che magari producono il latte. Già questo dovrebbe scandalizzare più dei buchi delle nutrie. In tanti scaricano le proprie porcherie nei canali mancando in molte zone la rete fognaria. Potrei continuare, ma mi fermo. Secondo voi il problema sono le nutrie o queste ultime fungono da comodo capro espiatorio per non affrontare problemi che investono la salute di tutti?

    Rispondi

    • xxl

      30 Aprile @ 20.53

      nilus75

      Magari la prima volta che viene una piena e l'argine viene giù con conseguente allagamento di case e stabili vari per colpa delle buche delle nutrie la chiamiamo e poi ci dice quanto sono "capo espiatorio da comodo" ah già con le scie chimiche andiamo verso la desertificazione dell'italia. Allora smettiamo di pagare la bonifica parmense...

      Rispondi

      • giorgio mezzatesta

        30 Aprile @ 22.25

        il pericolo delle piene deriva dal fatto che l'uomo(non le nutrie)occupa abusivamente, e non, gli spazi riservati all'acqua, facendone così aumentare la potenza. Chi non ne fosse ancora convinto si procuri le foto aeree del nostro territorio e se ne renderà conto. Si pecca di superficialità e non conoscenza se si attribuisce la colpa delle esondazioni alle nutrie e ai loro buchetti

        Rispondi

  • xxl

    30 Aprile @ 19.05

    nilus75

    non schiacciate più le zanzare, povere bestiole, prima importate le zanzare tigri (e tutti sanno che le tigri si stanno estinguendo) e poi le volete sterminare W L'ANIMALISMO TROLLANTE!!!

    Rispondi

  • Oberto

    30 Aprile @ 18.26

    come sempre si arriva tardi alla soluzione giusta. Sono una specie aliena che crea danni a infrastrutture, alla flora e alla fauna locale .

    Rispondi

  • Massimiliano

    30 Aprile @ 18.10

    Solo a quelle???? ( ordinanza che trovo giustissima, in quanto queste bestie si riproducono a centinaia tutto l'anno con un periodo di gestazione di circa 120 giorni. Non sono una razza autoctona ma importata dal Sud America e allevata per produrre le FAMOSE PELLICCE DI CASTORINO. Peccato che siano sfuggite alla cattività e che siano solite scavare buchi negli argini, chiamati "fontanazzi" che, nei tempi di piena sono micidiali in quanto compromettono la struttura del l'argine provocandone il cedimento e lo straripamento dei fiumi con conseguente inondazioni delle zone circostanti. In pratica una catastrofe). E per gli altri parassiti che girano in città che facciamo??? Li accarezziamo???? ( intendo topi, scarafaggi, e parassiti in genere)

    Rispondi

    • giorgio mezzatesta

      30 Aprile @ 20.21

      certo, ma lo straripamento dei fiumi non può essere causato fai buchi delle nutrie, ma dalla cementificazione umana nelle golene e a fianco dei canali che altro non fa che restringere lo "sfogo" delle acque. Come quando, per aumentare la forza dell'acqua della canna,così da innaffiare più lontano, la stringiamo in punta diminuendone lo spazio di uscita.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

90 Special: le 7 ragazze diventate famose - Ambra Angiolini

L'INDISCRETO

Non è la Rai, Ambra Angiolini e le "sue" ragazze

Sant'Ilario: allegria al Be Movie

FESTE PGN

Sant'Ilario: allegria al Be Movie Foto

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trattoria "Al Voltone"

CHICHIBIO

Trattoria "Al Voltone", la generosa tradizione della Bassa

di Chichibio

Lealtrenotizie

Grave incidente in via dei Mercati: ragazza 19enne in Rianimazione

PARMA

Grave incidente in via dei Mercati: ragazza 19enne in Rianimazione

E dalle testimonianze spunta un furgone pirata che ha sfiorato i feriti

MALTEMPO

Dopo i fiocchi fa paura il grande gelo. E la neve tornerà giovedì Video

APPENNINO

Rischio gelo: scuole chiuse a Bardi, Bore, Varsi, Varano Melegari e Berceto

GAZZAREPORTER

I primi effetti di Buran

Temperature già sotto lo zero a Calestano

Comune di Parma

Maltempo, cimiteri chiusi fino al 28 febbraio

MONTICELLI

Si sentono male alla festa: 45 persone finiscono in ospedale a Parma

ANTEPRIMA GAZZETTA

I lupi sono alle porte Salso

Via Picasso

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

Svaligiato per l'ennesima volta il Tato Bar

1commento

ATLETICA

Fidenza rinnova il centro sportivo Ballotta: ecco come sarà Video

Attore

Addio a Poletti, recitò con Fellini

CALCIO

Salernitana-Parma, non ci saranno Siligardi, Munari e Di Gaudio: parla D'Aversa Video

2commenti

GAZZAREPORTER

Le foto di una lettrice: "Piazzale San Lorenzo, rifiuti abbandonati nonostante l'ecostation"

2commenti

SORBOLO

Il sindaco Cesari: "Bocconi avvelenati nel parco di via Bottego"

Il primo cittadino lancia l'allerta con un post su Facebook

1commento

In treno

Violinista dimentica la valigia, «miracolo» della Polfer

GAZZAREPORTER

Domenica, ore 7: "Sta nevicando abbondantemente a Panocchia" Foto

Tg Parma

Casa inagibile per due famiglie in strada del Traglione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il misterioso filo che lega le vite di tutti noi

di Michele Brambilla

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

LA SPEZIA

Maltempo: neve in Liguria, imbiancate le Cinque Terre

MALTEMPO

Pilone crolla sul ponte: riaperto l'accesso stradale a Venezia

SPORT

SERIE A

Il Milan sbanca l'Olimpico: Roma ko

OLIMPIADI INVERNALI

Cerimonia di chiusura: Arianna Fontana portata in trionfo Foto

SOCIETA'

LA PEPPA

Frittata di spaghetti, la ricetta del cuore

IL VINO

«Pecorello Grisara» di Ceraudo, aromi fragranti e agrumi solari ma non solo

MOTORI

Il salone

Ginevra, la guida completa. 100 anteprime

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery