11°

17°

chi l'ha visto?

"Christian visto ieri in piazza Garibaldi"

Finge di andare in palestra e poi scompare
Ricevi gratis le news
0

Il 15enne Christian Silvestro non si trova: è sparito da lunedì scorso. «E' un ragazzo carino, educato, non uno sbruffone. Negli ultimi giorni si capiva che aveva qualche problema, che qualcosa lo stava facendo soffrire. Ma nessuno, né io, né gli amici, né gli insegnanti, avremmo mai potuto immaginare».L'appello della madre.

"Era ieri sera in piazza". "Anch'io l'ho visto e ci ho parlato". "Era insieme a delle mie amiche in centro". Sono alcune delle segnalazioni di giovanissimi arrivate in queste ultime ore a Gazzettadiparma.it. Segnalazioni ovviamente da verificare, ma che aprono lo spiraglio di vedere presto tornare a casa Christian Silvestro, il 15enne scomparso lunedì scorso dopo un litigio con la madre. E' stata lei a chiederci aiuto e a fare un appello per ritrovare il figlio. 

Ecco le sue parole.

«Lunedì scorso mio figlio mi ha chiesto di accompagnarlo in palestra. Ma era il 25 aprile e la palestra era chiusa. Io però l'ho scoperto solo quando sono andata a riprenderlo nel tardo pomeriggio e mi sono arrabbiata, gli ho chiesto perché mi aveva mentito, dove era andato in quelle ore in cui aveva finto di allenarsi. Gli ho chiesto cosa mi stesse nascondendo e abbiamo litigato. Da allora non l'ho più visto».

La mamma di Christian Silvestro, mentre parla, cerca di mandare indietro le lacrime. Ma dopo sei giorni il nodo in gola è duro da domare. Perché Christian ha solo quindici anni e nelle foto che la mamma ha portato con sé in «Gazzetta», in quelle fototessera con il suo ciuffo biondo e il broncio minorenne, sembra ancora più piccolo. «E' un ragazzo carino, educato, non uno sbruffone. Negli ultimi giorni si capiva che aveva qualche problema, che qualcosa lo stava facendo soffrire. Ma nessuno, né io, né gli amici, né gli insegnanti, avremmo mai potuto immaginare».

Già, ma come si fa a pensare che basti un litigio per vedere sparire il proprio figlio, che anche se è alto un metro e ottanta resta sempre un bambino? A prendere anche solo in considerazione l'idea che i giorni e le notti passino lentissime e silenziose? Senza una parola o un segno. Eppure, come è logico, le ricerche sono in corso e dopo la denuncia in questura il dispositivo delle indagini è partito. Per ora, però, senza esito. «L'ultima volta che mio figlio è stato visto - prosegue la mamma - era il giorno dopo la scomparsa, in compagnia di un ragazzo più grande di lui e una ragazzina, che a sua volta era scappata di casa. Ma quando le forze dell'ordine li hanno fermati la denuncia della scomparsa di mio figlio non era ancora stata formalizzata. Per cui hanno preso in consegna lei e lasciati andare gli altri due. Non potevano sapere che anche lui si era allontanato».

Allontanato e nascosto chissà dove. Perché il ragazzo al momento della sparizione era in maniche corte, senza soldi e senza cellulare, con addosso giusto una tuta. E in quelle condizioni non si può andare lontano.

Allora, per cercar di capire, sperando che possa servire, non resta che fare un passo indietro nella vita tutto sommato banale di questo studente del liceo delle scienze umane, appassionato di sport e non troppo dei libri. Ma, a quell'età, è una cosa che si può dire di molti.

«Nell'ultimo periodo aveva iniziato a non andare a scuola, a inventarsi strane bugie. Il preside mi ha segnalato le sue assenze e io ho cercato di capire, di parlargli. Ma si è sempre più chiuso in se stesso». Anche questa una reazione già vista chissà in quante case. Ma poi di colpo quel litigio, quelle bugie. E il silenzio. «Ho provato a parlare con tutti: con gli amici più stretti, con la sua fidanzatina. Ho anche frugato in camera sua cercando una traccia». L'unica, dolorosa ma forse inutile: un diario in cui qualcuno, con una grafia diversa da quella di Christian, ha compulsivamente riempito le pagine di parolacce, di offese. Come se volesse schiaffeggiare con quelle parole sgarbate il quindicenne. «Vedendo quelle scritte mi sono allarmata. Ho pensato che qualcuno potesse avercela con lui».

Un'ipotesi ragionevole. Ma probabilmente lontana dalle vere cause di questo silenzio. Molto più probabile che il ragazzo, in crisi per l'età e magari spaventato da un possibile fallimento scolastico, abbia cercato un nuovo gruppo di amici. Gente più grande, ragazzi più duri. Magari con qualche vizio di quelli che una mamma non vorrebbe neppure accennare. «Come dire? Mi hanno parlato di un paio di ragazzi più grandi che avrebbero strani giri e che Christian incontrava quando usciva da scuola». Uno di loro, tra l'altro, sarebbe proprio quello in compagnia del quale è stato visto l'ultima volta. Ma per questa donna composta e gentile nonostante tutto, non sono le indagini che contano. Ma vederlo ritornare. «Quello che continuo a chiedermi è dove possa essere stato, dove possa dormire? Qualcuno lo aiuta? Ma lo sa che ha solo quindici anni? E che rischia per questo problemi?». La risposta arriverà solo quando, si spera al più presto, Christian tornerà a casa. E forse spiegherà quale assurda avventura pensava di vivere in questi giorni raminghi. Intanto la mamma, sempre più provata, passa setaccio della mente ogni frase, ogni parola scambiata negli ultimi giorni. Cercando una traccia che la porti da lui.

«E' vero, già una volta nello scorso ottobre si era allontanato per un giorno. Ma lì era tutto chiaro: c'era di mezzo una ragazzina e lui ha voluto, nel suo modo ingenuo, difenderla. L fuga è durata una manciata di ore e poi è tornato. Stavolta no, stavolta sono passati giorni e non c'è un motivo. Non so più cosa pensare». Poi, sempre con la voce che s'incrina, saluta e quasi si scusa. «Grazie di tutto, scusate se ho disturbato. Ma magari mi potete aiutare. Io voglio che torni. E' la sola cosa che voglio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va