20°

sentenza

Il Tribunale: "Pge poteva riscuotere le multe"

Arrivate le prime sentenza d'appello. Nuovi Consumatori annuncia ricorso in Cassazione

Il Tribunale: "Pge poteva riscuotere le multe"
Ricevi gratis le news
3

"ParmaGestione Entrate poteva riscuotere le multe": lo ha stabilito il Tribunale di Parma, ribaltando le decisioni dei Giudici di pace che in questi mesi avevano dato ragione agli automobilisti. Ad annunciarlo sono stati, questa mattina, sia - soddisfatto -l'assessore Marco Ferretti, sia il presidente del Movimento Nuovi Consumatori Filippo Greci, che ha annunicato il ricorso in Cassazione. 

La posizione del Comune

"In data 23 maggio 2016 il Tribunale di Parma ha pronunciato le prime 12 sentenze di appello con le quali ha riconosciuto che Parma Gestione Entrate era ed è sempre stata pienamente legittimata alla riscossione delle entrate del Comune di Parma.

In tal modo, il Magistrato ha confermato la piena legittimità delle ingiunzioni originariamente annullate in primo grado dai Giudici di Pace. Il Tribunale, in particolare, ha fatto rilevare che l’interpretazione data dalle sentenze appellate “viola macroscopicamente” il principio generale “di civiltà giuridica” di non retroattività della norma emanata successivamente.

In sostanza, il Tribunale ha ritenuto che le norme richiamate dai giudici di pace non potessero essere applicate a Parma Gestione Entrate in quanto entrate in vigore successivamente alla sua costituzione ed all’affidamento del servizio di riscossione.

Questa è sempre stata la tesi sostenuta da Parma Gestione Entrate e dal Comune di Parma. Ora confermata dalla Magistratura".

La posizione di Movimento Nuovi Consumatori

"Con riferimento alla sentenza in allegato siamo a comunicare quanto segue.
A differenza del sindaco Pizzarotti che comunica con ritardo le proprie vicende giudiziarie, comunichiamo che nella data di ieri il Giudice del Tribunale di Parma, d.ssa A.Ioffredi ha ribaltato le sentenze emesse dai GDP di Parma in ordine alla vicenda di Parma Gestione Entrate.
E’ di fatto una sentenza che solleva molte perplessita’ e dubbi in fatto ed in diritto e non tiene conto di tutti gli aspetti, anche le indagini penali, che stanno interessando la predetta societa’ e che sono tutt’altro che chiuse.
Aspetti ben noti all’associazione, ma che per rispetto del segreto istruttorio e per il lavoro duro e complesso portato avanti dalla Procura di Parma, non divulgheremo, anche se, umanamente, e’ molto arduo trattenersi dal farlo.
Sorprende anche il fatto che le unanimi sentenze vittoriose ottenute avanti tutti i Giudici di Pace di Parma, siano state disattese.
Vi e’ da chiedersi se codesti giudici onorari, tutti quanti avvocati peraltro, abbiano la preparazione e la professionalita’ per attendere al loro ruolo, giacche’ o peccano di mala fede oppure si appalesano ignoranti.
Ed allora dovrebbero essere rimossi dal loro ruolo immediatamente, poiche’ non in grado di amministrare Giustizia.
Trentasei pagine di sentenza emessa dai GDP nelle prime pronunce, a fronte di sette pagine di sentenza del Giudice Togato , sembrerebbero, tuttavia, smentire il poco impegno e l’ignoranza dell’ufficio dei GDP di Parma.
Sorprende anche, ma non meraviglia affatto la rapidita’ con la quale la d.ssa Ioffredi ha deciso una causa molto complessa, come dalla stessa ammesso in sentenza: in meno di sei mesi , infatti, il ricorso depositato da PGE e’ stato deciso.
Cio’ a differenza di altri magistrati del locale Tribunale, i quali, vista la mole di lavoro pendente e la complessita’ della causa, hanno rinviato le cause d’appello promosse da PGE e dal Comune di Parma al 2017 ed al 2018 per la decisione finale
L’eccezionalita’ della rapidita’ con cui e’ stata emessa la sentenza si apprezza solo se si pensa ai ritardi che si accumulano per ottenere una pronuncia, ritardi dovuti all’enormita’ del contenzioso civile pendente ed alla scarsita’ di uomini e mezzi di cui puo’ disporre il nostrano Palazzo di Giustizia: ci basta citare una altra causa, in altro ambito, iniziata dall’associazione nel 2012, rinviata al 2019 e che non vedra’ la sentenza prima del 2020.
Non ci soffermeremo, poi, sul merito della sentenza emessa, giacche’ le sentenze si impugnano, non si commentano.
Ma preannunciamo di aver avuto mandato dai nostri associati, per ricorrere immediatamente in Cassazione; associati i quali hanno ben compreso che ormai non si tratta piu’ di una questione di semplice diritto, ma di ben altro; associati che ringraziamo poiche’ hanno compreso ed apprezzato l’enorme sforzo profuso dai legali della nostra associazione.
Associati che troveranno Giustizia lontano da Parma, con le inevitabili implicazioni consequenziali."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oberto

    24 Maggio @ 21.41

    le multe non piacciono a nessuno ma se si sbagli si deve pagare.

    Rispondi

  • Massimiliano

    24 Maggio @ 13.32

    Questa è una sentenza "non sentenza", pare più l'essenza di un qualcosa di politico studiato ad hoc.... Anche a me stupisce la celerità della sentenza... Io personalmente per una causa di lavoro, prima di averla vinta, ho dovuto aspettare ben TRE ANNI..... Qui SEI MESI SONO STATI SUFFICIENTI PER DARE AMPIAMENTE RAGIONE a PGE....... È un brutto colpo per il Movimento Nuovi Consumatori, che si è battuto alacremente e gratuitamente.......

    Rispondi

    • Oberto

      24 Maggio @ 21.40

      io devo ancora conoscere qualcuno che lavora gratuitamente...

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

1commento

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Inchiesta Wally Bonvicini: sotto sequestro la pizzeria Arte&Gusto

tg parma

Inchiesta Wally Bonvicini: sequestrate le quote societarie della pizzeria Arte&Gusto

tg parma

Spacciava droga agli studenti minorenni sul bus, arrestato

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

5commenti

Euro Torri

Ruba una felpa e spacca una parete in cartongesso

Un giovane minorenne italiano

Via Bizzozzero

Auto pirata investe una bambina. Chi ha visto?

Appello della mamma della piccola

1commento

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

4commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

8commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

tg parma

Serie B: alle 20.30 Foggia-Parma

GAZZAFUN

Lucarelli il migliore con l'Entella: consolida il primo posto

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro