20°

31°

ALLARME

Legionella, un 73enne in gravi condizioni

Legionella, un 73enne in gravi condizioni
1

Sono 12 le persone ricoverate al Maggiore che hanno contratto il batterio della legionella. Undici non sembrano destare gravi preoccupazioni, ma un 73enne è in condizioni critiche in Terapia intensiva respiratoria. Intanto, l'Ausl ha dato il via ai campionamenti nel quartiere Montebello per tentare di capire cosa abbia scatenato l'epidemia.

Anziani ma anche persone sotto i 50 anni. Sono dodici le persone ricoverate al Maggiore che hanno contratto il batterio della legionella. Undici sono in reparti internistici - e il loro iter clinico rientra nella norma -, mentre un 73enne, con diverse patologie pregresse, è in condizioni critiche ed è tenuto sotto controllo dai medici della Terapia intensiva respiratoria. In totale, otto uomini e quattro donne, con un età compresa tra i 45 e i 78 anni. Altri due pazienti nel frattempo sono usciti dal Maggiore.

Campionamenti, come e dove

Malati nella maggior parte dei casi residenti o che lavorano nella zona compresa tra via Traversetolo, via Montebello e via Pastrengo. Perché è in quella fetta della città che si concentrano i casi. E' il risultato dell'indagine portata avanti dai servizi dell'Ausl di Parma. Che ha già dato il via ai campionamenti per tentare di verificare che cosa abbia scatenato l'epidemia, concentrata in una zona circoscritta ed esplosa in tempi rapidissimi. Perché il contagio non avviene per ingestione ma inalando acqua sotto forma di «aerosol» generati da rubinetti, docce, fontane, impianti di umidificazione. E - aspetto importante - la legionella non si trasmette da persona a persona. Così diventa fondamentale - anche se non sempre è possibile verificarlo con assoluta certezza - capire dove si annida il microrganismo della legionella. «Tutte le segnalazioni sono arrivate nel giro di tre giorni e provengono da una stessa area della città, il che fa pensare a una fonte di esposizione comune - spiega Franca Sciarrone, responsabile del Servizio di Igiene pubblica dell'Ausl -. Le analisi non sono semplici: i campioni sono stati inviati all'Arpae e a un centro analisi di Bologna. Ma serviranno ancora alcuni giorni per avere i risultati».

Verifiche anche nelle case

L'indagine è partita dalla rete idrico-potabile, ma verranno verificati anche i punti di erogazione esterna, come le fontane, e gli irrigatori su parchi pubblici, che dovranno rimanere temporaneamente spenti in via precauzionale. Controlli verranno anche effettuati sugli eventuali impianti di raffreddamento con «torri di evaporazione» all'esterno. Non si tratta dei moderni condizionatori installati in molte case, ma vecchi impianti presenti soprattutto in ambienti di lavoro. I campionamenti, che andranno avanti fino a lunedì, verranno però attuati anche nelle abitazioni delle persone che hanno contratto il batterio. Tre i tipi di prelievi: uno all'ingresso del contatore, uno dal rubinetto dell'acqua fredda e uno dalla doccia dell'acqua calda. Finora, comunque, i campioni nelle case hanno dato esito negativo. «In via precauzionale abbiamo contattato Iren per la clorazione delle acque - sottolinea Maurizio Impallomeni, direttore dell'area Igiene ambientale dell'Ausl -. In realtà, ci sono poche cose ma utili da fare per cercare di scongiurare il contagio: far scorrere l'acqua sopra i 50º, stando ovviamente attenti se ci sono bambini o anziani; rimuovere e pulire in modo accurato i filtrini dei rubinetti e le cipolle delle docce; non riporre ma lasciare pendenti le docce "a telefono", in modo da evitare i ristagni d'acqua; evitare di usare le vasche idromassaggio».

In campo la Regione

Da parte sua, la Regione ha attivato un’unità di crisi, con competenze tecnico-scientifiche elevate e specifiche, come ulteriore misura di sicurezza per ridurre il rischio di infezione da legionellosi. L’unità è composta, oltre che dalle aziende sanitarie di Parma (Ausl e Ospedale), da esperti dei servizi regionali che si occupano di prevenzione e controllo delle malattie infettive e da esperti di Arpae. Si avvarrà, inoltre, del supporto qualificato di esperti dell’Istituto superiore di sanità (Iss). «In Emilia Romagna - ha sottolineato l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi - è attivo da tempo un piano di controllo e prevenzione della legionellosi tra i più avanzati che, in linea con l’attuale normativa, garantisce standard di sicurezza adeguati. Questa unità di crisi costituisce una misura ulteriore di sicurezza per individuare le cause del focolaio e risolvere rapidamente la situazione. Una decisione presa - ha aggiunto Venturi - considerando la complessità di questa tematica, che richiede interventi molteplici e il coinvolgimento di diversi soggetti». r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    30 Settembre @ 12.23

    Ho già detto che la prima epidemia di legionellosi , con alcuni casi mortali , fu segnalata negli Stati Uniti , ad un raduno di ex combattenti . Il microbo venne trovato nell' impianto di condizionamento d' aria. Allora , QUESTA EPIDEMIA , PER IL MOMENTO CIRCOSCRITTA , NELLA ZONA DI VIA MONTEBELLO , FA PENSARE CHE LA FONTE DEL CONTAGIO SIA UNA . GLI AMMALATI SONO DI ESTRAZIONE SOCIALE DIVERSA , CON OCCUPAZIONI DIVERSE , ALLORA BISOGNEREBBE COMINCIARE A CERCARE IN UN LUOGO IN CUI PERSONE DISPARATE SI RITROVANO , e lì si cominci a cercare dagli impianti di condizionamento d' aria.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Nabila: «Io, al servizio di Parma»
Consigliera marocchina

Nabila: «Io, al servizio di Parma»

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

IL CASO

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

furti

Svaligiato il circolo Rapid

1commento

gazzareporter

Il triste tour dei vetri rotti tocca via Emilio Lepido

ATENEO

Preghiera musulmana, inaugurato lo spazio

6commenti

il caso

Sequestro Dall'Orto, nuove indagini dopo 29 anni

TRIBUNALE

Armi e bossoli in casa, primi due patteggiamenti per la banda dei sardi

Intervista

Ermal Meta: «Il mio sogno si chiama musica»

La foto "virale"

Gocce di pioggia su di loro: ed è record di clic

Impresa

L'America's Cup parla parmigiano

SERIE B

Le vacanze dei crociati

LUTTO

La morte di don Bricoli, storico parroco di Riccò e di Vizzola

Incidente

Ciclista investito alle porte di Basilicagoiano (Video)

E' ricoverato in Rianimazione

3commenti

furto

Folle notte al Barino, video 1: i ladri se ne vanno con la cassa, video 2  il secondo "visitatore" con 2 bottigliette d'acqua

16commenti

EMERGENZA

Siccità: in pianura la falda ha autonomia solo per altri 70-90 giorni Video

2commenti

musica

Silvia Olari ci racconta "Fuori di Testa" Videointervista

Crisi pd?

Bonaccini: "Parma poteva essere laboratorio nazionale". Franceschini: "Nati per unire, non dividere"

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

6commenti

ITALIA/MONDO

il delitto

Garlasco: la Cassazione conferma i 16 anni a Stasi

catania

Scafista tradito da un selfie: fermato

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat