montebello

Legionella, sei nuovi casi in 48 ore

Legionella, sei nuovi casi in 48 ore
9

Sono 25 in tutto gli abitanti del Montebello contagiati dal batterio della Legionella. Sei nuovi “casi” in 48 ore. Cresce il numero dei pazienti ricoverati al Maggiore per Legionella: attualmente si tratta di 19 persone. Due dei nuovi arrivati, un uomo e una donna, entrambi sulla sessantina, sono in condizioni più serie. Sempre stabile, seppur critico, invece il 73enne ricoverato in Terapia Intensiva.

Chiara Pozzati

Sono 25 in tutto gli abitanti del Montebello contagiati dal batterio della Legionella. Sei nuovi “casi” in 48 ore. Cresce il numero dei pazienti ricoverati al Maggiore per Legionella: attualmente si tratta di 19 persone. Due dei nuovi arrivati, un uomo e una donna, entrambi sulla sessantina, sono in condizioni più serie. Lui è ricoverato al reparto Malattie Infettive, lei in Pneumologia. Le loro condizioni non destano comunque la preoccupazione dei medici. Sempre stabile, seppur critico, invece il 73enne ricoverato in Terapia Intensiva. Proprio su questo signore anziano si concentrano le attenzioni dei camici bianchi. La prognosi rimane riservata, ma non si registrano variazioni nel quadro clinico. Stabili anche gli altri 16 pazienti in cura in reparti internistici, il loro iter clinico rientra nella norma. Buone notizie anche sul fronte delle dimissioni, giunte a tre negli ultimi due giorni. Dei nuovi sei casi, va detto che non si tratta di ricoveri da cardiopalma da ultimo minuto. Molte delle persone risultate positive al test della Legionellosi erano già in cura all’Ospedale per polmoniti o febbre sospette e hanno ricevuto la conferma ieri. Ecco cosa emerge dall’ultimo bollettino sanitario dell’Ausl arrivato nella tarda serata di ieri e specchio di una situazione in divenire, dove i numeri – fortunatamente anche quelli dei dimessi – cambiano di ora in ora. Dopo la morte dell’86enne parmigiana, purtroppo la prima vittima del morbo del Legionario, si continua a lavorare sodo al Maggiore, ma anche nell’ambito dell’indagine ambientale per sciogliere il rebus che fa paura. Quello sulla causa iniziale del contagio. Come sempre in questi casi di emergenza sanitaria le parole vanno dosate con cura e occorre fare il quadro completo. Ecco perché ricordiamo, come ci aveva preannunciato Angelo Gianni Casalini, al timone dell’unità operativa di Pneumologia ed Endoscopia Toracica del Maggiore, che la legionella non si trasmette da persona a persona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Berta

    02 Ottobre @ 12.58

    Ben altra questione sarebbe se in realtà sapessero qual è il luogo infetto e non lo dicessero/denunciassero perché di competenza e responsabilità del Comune, come per es. se si trattasse delle acque della rete idrica locale. E, a questo punto, il dubbio che sia questa la causa reale è alquanto forte.

    Rispondi

    • incuso

      03 Ottobre @ 09.06

      altro che 8 casi...

      Rispondi

  • Berta

    02 Ottobre @ 12.52

    È un po' più complicato, ma fatto sta che sono passate troppe SETTIMANE e le posso assicurare che NON è normale, in una città di queste dimensioni, se mi consente MOLTO ridotte, non aver ancora individuato il luogo del contagio. Vivo in una metropoli di 3 milioni di abitanti (circa 10x Parma e provincia) e, quando si verificano casi di legionella, la media è di due settimane.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    02 Ottobre @ 12.01

    TROVARE LA FONTE DELL' EPIDEMIA ! Dev' essere un luogo pubblico nel quartiere Montebello , frequentato da residenti di diversa età , diversa estrazione sociale , diversa occupazione professionale. Per questa indagine epidemiologica acquista cruciale importanza l' ANAMNESI , comunemente chiamata la "storia" , all' inizio della Cartella Clinica . Un' incombenza noiosa , che spesso vien fatta fare a studentelli alle prime armi , ma , in questo caso , bisogna attentamente cercare UN LUOGO IN CUI TUTTI GLI AMMALATI SIANO STATI NEGLI ULTIMI DIECI GIORNI . Può essere un supermercato , un centro commerciale , un ufficio pubblico , un poliambulatorio . Bisogna fare una ricerca a tappeto , senza guardare in faccia nessuno . Non ci possono essere censure , innominati , innominabili , luoghi e persone al di sopra di ogni sospetto . Nulla e nessuno è al di sopra di ogni sospetto ! L' ipotesi di inquinamento dell' acquedotto è valida , ma, se quella fosse la fonte del contagio , secondo me gli ammalati dovrebbero essere di più . Una pignoleria "tecnica" : la legionella non provoca solo il Morbo dei Legionari , ma anche la "Febbre di Pontiac" , che è più benigna , ma anche nella "Febbre di Pontiac" le analisi per la ricerca della legionella possono risultare positive.

    Rispondi

    • incuso

      02 Ottobre @ 15.20

      Ma anche un luogo di passaggio come ad esempio un giardino con impianto di irrigazione che nebulizza. Passi li di fianco in strada e zac...

      Rispondi

      • Vercingetorige

        02 Ottobre @ 16.22

        Perché no ? Non si può escludere. Ma di che giardino parli ? Un giardinetto privato ? In tal caso , ad ammalarsi , prima dei passanti , dovrebbero essere gli abitanti dell' immobile . Un giardinetto pubblico sarebbe già più convincente.

        Rispondi

  • Berta

    02 Ottobre @ 11.41

    Parma è ormai una citta allo sbando. Quanto tempo ci vuole per scoprire dove avviene il contagio?? Basta incrociare i dati intervistando tutti i pazienti e chiedendogli dove sono stati le ultime due-tre settimane (bus, ambulatori, uffici, supermercati, ecc) e fare ISPEZIONI!! Un intero quartiere vittima dell'incompetenza delle autorità.

    Rispondi

    • 02 Ottobre @ 11.52

      E' un po' più complicato di così: http://www.gazzettadiparma.it/news/parma/380739/legionella-cos-e-e-come-si-trasmette.html

      Rispondi

  • Michele

    02 Ottobre @ 09.43

    mandra_sala@libero.it

    La massima autorità sanitaria, il sindaco, cosa dice.... a parte che lunedì farà la sua mossa ? Dice che va alla riunione dell'arpa... e poi ?????? Quale piano sanitario straordinario per salvaguardare la salute dei cittadini ? Ancora una volta dimostra la sua completa incapacità ad affrontare i problemi.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Lega Pro

Oggi Parma-Bassano

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery