18°

28°

Lesignano

Ladro investito a Stadirano

Ladro investito a Stadirano
17

A Stadirano di Lesignano i residenti sono esasperati: troppi furti. E giovedì intorno alle 20 mentre i ladri stavano aprendo un garage l'intervento dei carabinieri li ha bloccati. E nella fuga uno dei ladri è stato investito da un'auto.

Enrico Gotti

La fuga del ladro si è infranta contro un’auto. A Stadirano, frazione sopra il comune di Lesignano, i carabinieri sono riusciti a scoprire i ladri mentre erano in azione, e a fermarne uno.

Tutto è successo alle 20 di giovedì, con le prime luci della sera i ladri erano già entrati in attività, per forzare garage ed entrare dentro le case, per mettere a segno una serie di colpi, approfittando dell’ora di cena, quando nel paese, per strada, non c’è nessuno.

Ma non erano soli, dietro di loro c’erano gli uomini dell’Arma del comando di Langhirano, che avevano seguito un’auto rubata, una Punto blu. E anche il paese era già in allerta dopo una serie di furti la settimana scorsa. Una volta scoperti in azione, con gli arnesi da scasso, i ladri sono fuggiti, ma uno di loro a piedi è stato investito con un’auto che stava svoltando in un parcheggio, ed è stato bloccato e ammanettato.

«Sono arrivato che lo avevano già fermato - spiega un abitante -. Io ho subito già due furti, i carabinieri erano stati già allertati. La settimana scorsa a Stadirano avevano spaccato il vetro della mia macchina, davanti a casa, lo stesso avevano fatto con altre persone, avevano aperto altre macchine nella notte, e cercato di aprire garage. Avevano provato ad entrare nella casa di un’aziana, avevano già smontato il tamburino, ma si erano fermati perché la signora era dentro e aveva messo il catenaccio».

In tanti avevano denunciato furti la settimana scorsa. I ladri – è da appurare ora se siano gli stessi – sono tornati alla carica, ma questa volta gli è andata male. Sul posto sono arrivate quattro pattuglie dei carabinieri – spiegano i cittadini – con gli uomini del comando di Traversetolo ad aiutare i colleghi di Langhirano. Con una macchina civetta, avevano seguito una Punto blu che era rubata, l’avevano pedinata, fino a scoprire in flagranza di reato coloro che erano a bordo. Verso le 20, i ladri stavano per aprire un garage, e i carabinieri sono intervenuti. Un ladro è scappato per i campi, un altro è stato investito da un’auto, guidata da un residente, che stava svoltando per entrare nel parcheggio del paese. Stava correndo ed è volato contro la macchina, ma anche se con il volto insanguinato, si è subito ripreso e anzi, una volta che gli uomini gli sono stati addosso, ha continuato a fare resistenza, opponendosi violentemente. Il giovane, originario dell’est, è stato ammanettato e poi portato sopra l’ambulanza e scortato fino al pronto soccorso.

Fra le persone che hanno assistito alla scena – raccontano i residenti – c’era chi voleva entrare nell’ambulanza per dare pugni al ladro. «La gente è stanca di questi furti, non dorme più, c’è malumore generale – dice un abitante –, tra Lesignano, Santa Maria e Stadirano è una zona battuta a tappeto dai ladri, c’è chi se li è trovati in casa. Un ringraziamento va ai carabinieri per l’operazione dell’altra sera».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Indiana

    15 Ottobre @ 16.22

    Indiana

    Che dispiacere! Speriamo che si sia fatto tanto male da non riuscire a rubare più

    Rispondi

  • Vercingetorige

    15 Ottobre @ 12.12

    Se l' investitore ha torto , ladro o non ladro , dovrà risarcirgli il danno.

    Rispondi

    • alberto 1948

      15 Ottobre @ 14.37

      Probabilmente il "presunto" ladro stava scappando dai carabinieri e quando uno scappa non guarda certamente alle disposizioni che prevedono :" prima di attraversare la strada guardare che non sopraggiungano dei veicoli"..... E secondo lei avrà avuto l'accortezza di fermarsi a controllare?

      Rispondi

      • Vercingetorige

        15 Ottobre @ 20.10

        Non lo so. Bisognerà vedere il verbale di chi ha rilevato l' incidente , al quale farà riferimento l' assicurazione.

        Rispondi

  • jeffroy

    15 Ottobre @ 12.05

    nazionalità ?

    Rispondi

    • Patti

      15 Ottobre @ 18.03

      secondo lei?

      Rispondi

      • jeffroy

        16 Ottobre @ 09.26

        direi est europa, ma magari per la controinformazione o il buonismo sarà un ladro come tutti, da non discriminare per provenienza

        Rispondi

        • 16 Ottobre @ 10.31

          (Dalla redazione) Nell'articolo pubblicato dalla Gazzetta è indicata la nazionalità del ladro. Che, peraltro, non aggiunge nulla alla notizia. Quindi per favore lasci la controinformazione e il "buonismo" a discussioni più serie.

          Rispondi

  • Gianni Cesari

    15 Ottobre @ 10.08

    giannicesari

    Auguri di pronta guarigione al ladro, ne sentiremo la mancanza. Speriamo di vederlo presto in salute, di nuovo in azione.

    Rispondi

  • filippo

    15 Ottobre @ 10.01

    Sicuramente avrà qualche avvocato d'ufficio pronto a chiedere un lauto risarcimento danni per infortunio sul lavoro...viste le leggi in vigore in italia è anche possibile...

    Rispondi

    • Giorgio

      16 Ottobre @ 10.03

      gioger@alice.it

      Sembra una barzelletta ma purtroppo è la dura realtà... non per niente i delinquenti vengono tutti qui, perchè a detta di loro stessi si sentono protetti dalla legge italiana... in altre nazioni i delinquenti li "suicidano" in carcere...

      Rispondi

      • 16 Ottobre @ 10.33

        (Dalla redazione). Quello del "suidicio" in carcere per lei è un chiaro esempio di civiltà giuridica, immaginiamo.

        Rispondi

        • Giorgio

          16 Ottobre @ 10.37

          gioger@alice.it

          Sicuramente non è civiltà giuridica, ma non possiamo neanche farci mettere la testa sotto i piedi... sempre! Qui se reagisci a un sopruso IN CASA TUA vai in galera... è giusto questo? E' civiltà?

          Rispondi

        • 16 Ottobre @ 10.48

          (dalla redazione) Beh, in quel caso l'indagine è obbligatoria come sempre quando accade un fatto di sangue. Ma l'apertura di un indagine non è "andare in galera". E ci sono anche proposte per rendere più efficace la copertura della legittima difesa. Ma sicuramente la medicina non è l'omicidio di una persona in custodia che non solo non è civiltà giuridica, ma non è civiltà senza aggettivi.

          Rispondi

        • Giorgio

          16 Ottobre @ 10.59

          gioger@alice.it

          E' chiaro che la frase "andare in galera" era un'eufemismo... però nessuno può negare che se tu reagisci (ripeto) a un sopruso subito in casa tua vai incontro a grossi guai... abbiamo avuto tante esperienze precedenti, non una sola... i delinquenti invece agiscono indisturbati, e a volte l'esasperazione (come giustamente citato nell'articolo) può superare i limiti di guardia... grazie per l'attenzione che mi avevte dedicato comunque...

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

PGN

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

Lealtrenotizie

Ragazzo a terra, è gravissimo

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

2commenti

gazzareporter

Acqua nella Parma (finalmente)

Lutto

L'ultima lezione di Angela

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

1commento

curiosità

Spazzino 2.0: per la pilotta arriva il drone Video

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

16commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

4commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

3commenti

L'allerta

Il maltempo flagella il Centro Nord: allagamenti e trombe d'aria

L'Italia divisa in due. Sbalzo di 20 gradi tra la Valle d'Aosta e la Sicilia

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

4commenti

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

omicidio

Italiano ucciso a Londra: la coinquilina (arrestata ieri) accusata di omicidio

chiesa

Il cardinale Pell incriminato per pedofilia. "Rifiuto le accuse, torno in Australia a difendermi"

SOCIETA'

auto

Il "bullo" della Porsche sfida la Tesla: finale a sorpresa

1commento

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat