14°

26°

EDITORIALE

Chi sono davvero i personaggi “scomodi”

Michele Brambilla

Michele Brambilla

4

Bisognerà prima o poi chiarire chi sono veramente i personaggi "scomodi", quelli che stanno contro il potere, dalla parte degli oppressi e così via. Mi ha colpito sentir dire ancora ieri, durante i funerali laici in piazza Duomo a Milano, che l'Italia, «Paese ingrato», ha trattato male Dario Fo. È stato ripetuto quanto scritto ieri e ieri l'altro sui giornali, quando s'è tratteggiata la figura di un artista che ha lottato per tutta la vita contro un potere ostile, e che lo ha fatto da solo, senza che gli venisse riconosciuto il talento.
Ora vorrei subito spazzare via possibili equivoci: per me Dario Fo è stato un grande artista, canzoni come «Ho visto un re» e «Hanno ammazzato il Mario in bicicletta» mi sono più che care, sono nel mio cuore; e quando ha vinto il Nobel, non sono stato tra coloro che dicevano perdio no, un comico non c'entra nulla con la letteratura.
Ma appunto, ha vinto il Nobel: quale riconoscimento più alto si può dare a un artista? Dov'è la solitudine, l'isolamento, la persecuzione? Anche in Italia Fo è stato sempre celebrato e osannato, eccezion fatta per i primissimi anni Sessanta, quando alla Rai comandavano i democristiani e lui fu cacciato per aver parlato delle morti sul lavoro. Ma poi, per mezzo secolo abbondante, ha potuto fare quello che ha voluto, e l'ha sempre fatto con la benedizione di tutto il mondo della cultura ufficiale e della grande stampa perbene; perfino della stessa Rai, dove è tornato a partire dalla metà degli anni Settanta con il suo «Mistero buffo».
È vero che sua moglie, Franca Rame, fu vittima di una tremenda aggressione da parte di alcuni estremisti di destra. Ma il Potere, il Sistema, non hanno certo limitato la libertà di espressione di Dario Fo. Neanche quando, con Soccorso rosso, difendeva i primi brigatisti; o quando mise in scena a teatro «Morte accidentale di un anarchico», una commedia nella quale Luigi Calabresi veniva chiamato «il commissario Finestra» e accusato di aver ammazzato Giuseppe Pinelli buttandolo giù dal quarto piano della Questura. Dario Fo isolato contro il potere? Mah. Chiunque osasse, oggi come allora, dire mezza parola contro un commissario di polizia finirebbe dentro, invece Dario Fo poté continuare, indisturbato, a calunniare Calabresi. Isolato? Solo contro il potere? Ottocento intellettuali (ottocento!), in pratica tutti i nomi più importanti della cultura italiana, firmarono un documento in cui Calabresi veniva definito «un torturatore, responsabile della morte di Pinelli» e il 17 maggio del 1972 il povero commissario venne infine accoppato da estremisti (di Lotta Continua) armati anche e soprattutto da una tale campagna di odio.
Sono questi gli intellettuali "scomodi"? O lo furono altri, come Indro Montanelli che fu considerato un fascista e addirittura gambizzato, prima di diventare un idolo della sinistra quando si schierò contro Berlusconi? O come Giovannino Guareschi, che finì in galera per aver attaccato (lui sì) il potere? Guareschi che quando morì fu definito «uno scarafaggio» da un giornale cattolico? E che al camposanto fu accompagnato solo dai familiari e da quattro gatti? Guareschi, che è lo scrittore italiano più tradotto nel mondo e che non è citato neppure di striscio nelle antologie scolastiche? Si potrebbe continuare a lungo. Ma non c'è più spazio. E poi chi vuole capire ha capito.
michele.brambilla@gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianni Cesari

    16 Ottobre @ 19.45

    giannicesari

    Avete già detto tutto Voi. Ok +1

    Rispondi

  • Bastet

    16 Ottobre @ 17.01

    Povero commissario ...mi sembra un po' forte!

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      16 Ottobre @ 21.44

      No, in effetti, è stato fortunato: lo hanno solo ucciso...

      Rispondi

  • Giorgio

    16 Ottobre @ 15.44

    gioger@alice.it

    Beh, che dire? Non c'è una riga, non c'è una parola fuori posto... non posso che farle i miei complimenti per l'accuratezza delle citazioni... un editoriale così sembra uscito dalle mie mani, anche se io chiaramente non sarei in grado di scriverlo... però rispecchia in pieno quello che penso... solo questo volevo dirle... buona giornata

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Amministrative, sondaggi nazionali sul «caso Parma»

VERSO IL VOTO

Amministrative, sondaggi nazionali sul «caso Parma»

Criminalità

Successo per le «ronde elettroniche»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

play-off

Parma qualificato

Viabilità

Cominciati i lavori sulla provinciale Monchio-Corniglio

IN BICI

Nuova ciclabile: pedaleremo in sicurezza tra Gaiano e Ozzano

TRAVERSETOLO

Ragazzini danneggiano un tendone. Il sindaco li «denuncia» sui social

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

Lutto

San Polo piange Eva Meldi, storica cuoca dell'asilo

PLAY-OFF

Nocciolini e Baraye stendono il Piacenza: 2-0. Un Parma concreto vola ai quarti

Nocciolini: "Nel mio gol, cross da Serie A di Scaglia" (Video)Grossi: "Finalmente il Parma" Videocommento - Baraye: "L'importante è non mollare mai" - Oggi alle 15.30 il sorteggio, mercoledì l'andata. Passano Alessandria, Lucchese, Livorno, Lecce, Pordenone, Cosenza e Reggiana

play-off

Sondaggio: chi vorreste incontrare ai quarti? (Guarda la griglia)

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

8commenti

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

2commenti

gazzareporter

Scherzi a parte? No, via Montebello, strada dei parcheggi assurdi Foto

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

2commenti

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

2commenti

visita

Trump dal Papa. Per Melania e Ivanka non solo Dolce Vita Gallery

SOCIETA'

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

SPORT

CALCIO

Due a zero all'Ajax: il Manchester United vince l'Europa League

formula 1

Gp di Monaco, è già sfida Vettel-Hamilton. E torna Jenson Button

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare