-0°

16°

LUTTO

Addio a Tradardi, paladino dei diritti

Video: il suo ultimo intervento pubblico

Addio a Tradardi, paladino dei diritti
Ricevi gratis le news
0

Se n'è andato Vincenzo Tradardi, paladino dei diritti degli ultimi. Ex docente universitario, avrebbe compiuto 78 anni tra pochi giorni. Chi era e cosa ha fatto per la città.

Ha messo la sua intera esistenza al servizio dei più deboli. Lascia negli amici e compagni di lotte un grande vuoto. Se n'è andato Vincenzo Tradardi, instancabile paladino dei diritti, protagonista della scena politica fin da giovane. Da molti considerato una guida, un esempio. Ex docente universitario, è ricordato da tutti per la sua sensibilità e umanità. Avrebbe compiuto 78 anni tra pochi giorni.

Il suo ultimo intervento pubblico il 23 settembre nella sala Bizzozero

Con coraggio indefesso ha affrontato una lunga malattia. L'ultimo ricovero a fine settembre, da lui stesso annunciato agli amici di Facebook con un post in cui li invitava, nonostante la sua assenza, a partecipare all'ultima iniziativa da lui promossa: la presentazione alla Corale Verdi del libro di Antonio Amorosi «Coop connection» dello scorso 11 ottobre.

Una vita all'insegna dell'impegno, costellata di battaglie. A partire dalle liberazione dei matti dal manicomio di Colorno alla fine degli anni Sessanta, al fianco di Mario Tommasini con cui, in seguito, avrebbe condiviso l'impegno attivo nella politica amministrativa parmigiana.

Militante rigoroso del Pci, era diventato a inizio anni Novanta dirigente locale della Rete di Leoluca Orlando, il sindaco antimafia di Palermo. Negli ultimi anni, deluso dalle evoluzioni dei partiti tradizionali, si era avvicinato al civismo di sinistra e poi alla lista Tsipras. Fondamentale il suo contributo al successo dello schieramento locale nelle ultime elezioni europee e alle regionali.

Storiche le battaglie a sostegno della sanità pubblica. Per Tradardi la salute era un diritto, non un privilegio riservato a pochi. Fin dal suo ingresso nel mondo della sanità (all'inizio degli anni Settanta nominato presidente della Usl n.4 Bassa Est comprensiva anche della città) il suo unico obiettivo è stato sempre garantire servizi sanitari a tutti.

L'ultima battaglia che lo ha visto in prima linea fino alla fine è stata all'interno del Comitato per il no al referendum del prossimo 4 dicembre. «Sperava di vivere ancora un po' per poter votare» testimoniano gli amici che in questi mesi gli sono stati vicini.

Non era la prima volta che si impegnava a favore della Carta. Secondo Tradardi la Costituzione italiana andava difesa indipendentemente da chi ne promuove le modifiche. Anche ai tempi del governo Berlusconi, forte dell'amicizia di tanti, in particolare di Maria Ricciardi, compagna di battaglie dal 2002, si impegnò anche in quell'occasione perché al referendum la riforma fosse cancellata.

Tradardi lascia i figli Maurizio e Francesco. I funerali sono fissati per domani alle 14,15 dalla Sala del commiato di viale Villetta.r.c.

I ricordi

Marcella Saccani: «E’ stato per tutta la mia vita politica e impegno nella pubblica amministrazione un riferimento fondamentale. Vincenzo era un uomo di grande cultura da cui imparare tanto, un amico vero. In questo momento provo un dolore profondo per la sua scomparsa. E’ stata una persona che ha anche sofferto perché la politica nei suoi confronti è stata poco generosa, questo però non gli ha impedito di lavorare per quello che voleva senza mai rinunciare allo studio e alla ricerca. Ci sarebbero voluti più Tradardi per questa città. Ci lascia una grande persona».

Carlo Baroni: «A Vincenzo mi legano ricordi di tante battaglie non sempre vittoriose ma sempre caratterizzate da obiettivi di onestà, correttezza, giustizia, impegno in difesa dei più deboli contro i potenti. Possono apparire oggi concetti superati in un mondo che corre in fretta con una rimozione collettiva della storia, una storia che nella nostra città ha avuto una notevole importanza ma che oggi molti, troppi tendono a dimenticare. Ciao Vincenzo sarai sempre con noi che in questi valori vogliamo continuare a credere».

Ettore Manno: «Tradardi ha sempre difeso con grande coerenza i diritti dei più deboli. Come professore della nostra Università lo ricordo sempre attento agli studenti e sensibile ai cambiamenti della nostra società. Negli ultimi anni, invece di ritirarsi e godersi un meritato riposo, è rimasto in prima linea a combattere tante battaglie, non ultima quella del referendum del prossimo 4 dicembre. Il suo è stato un percorso di grande coerenza e anche di fermezza nel giudicare chi usava la politica per fini personali».

Franco Masini: «Vincenzo è stata una persona ricca di grandi doti, a partire da una intelligenza rigorosa a cui univa una grande passione e un modo di fare discreto. L’ho conosciuto ai tempi dell’Università quando ero uno studente e lui un docente. E’ stato anche un grande direttore dell’ospedale di Parma, la città gli deve tanto». Tante le testimonianze su facebook, come quella di Irene Abati. «Ho passato i miei primi anni di vita frequentando assiduamente Vigheffio con i miei genitori, la Grazia e Tino e il grande Mario. Dopo la sua scomparsa, nei miei ricordi, appari tu, che sei entrato silenziosamente e con grande delicatezza nelle nostre vite. Da te ho imparato un grande senso civico, un volersi spendere per la comunità, il cercare di migliorare le cose per gli altri impegnandosi quotidianamente e con umiltà».L.M.

Rocco Caccavari, compagno di tante battaglie, così ricorda Tradardi: «Vincenzo è un uomo che era e rimane esempio di coerenza e di continuità del suo pensiero che ho potuto conoscere perché le nostre vite si sono intrecciate in moltissime occasioni. Era un uomo che guardava alla realtà delle persone con bisogni, sempre pronto a schierarsi convintamente per ottenere la risposta più giusta. La giustizia sociale era la qualità del suo lavoro politico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Addio a Bocuse, star degli chef e  padre della Nouvelle Cuisine

FOOD

Addio a Bocuse, star degli chef e padre della Nouvelle Cuisine Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

incidente in curva

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

Criminalità

Borseggi, la paura viaggia sull'autobus

6commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

1commento

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

11commenti

SALUTE

Un test del sangue per otto tipi di tumore

LA STORIA

Aurora, 18enne con disabilità: «Nessun sogno è precluso»

2commenti

Ko a Cremona

Anno nuovo, Parma vecchio

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

tennis

Australian open, gli ottavi: Seppi eliminato. Stasera gioca Fognini

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti