-3°

fisco

Sartori e la super multa cancellata: "Non mi sono rassegnato"

Equitalia gli aveva inviato una cartella da 187mila euro. «Mi sono battuto, finché ho vinto»

«Ecco come ho sconfitto Equitalia»
Ricevi gratis le news
2

 

Francesco Bandini

Non si è voluto piegare a quella che fin da subito ha vissuto come un'ingiustizia, una pretesa assurda e spropositata, e si è battuto fino all'ultimo, per anni. E alla fine Davide ha avuto la meglio su Golia: il piccolo contribuente Fabio Sartori ha messo al tappeto il gigante rappresentato da Equitalia e Agenzia delle entrate. E non si è accontentato di vincere, ma ha voluto gridarlo a tutti, scrivendolo su Facebook, dove immediatamente ha avuto centinaia di «mi piace», di condivisioni e di commenti entusiasti. L'ha fatto per mandare un messaggio di incoraggiamento ai tanti che si trovano in una situazione come la sua e che magari sono tentati di buttare tutto all'aria, o, peggio ancora, di compiere gesti estremi. «Non mollate – dice al telefono con la Gazzetta –, non scoraggiatevi, ma mettetecela tutta e battetevi. Lo so che è dura, ma la mia esperienza insegna che si può vincere».

Sartori ha 38 anni e gestisce la trattoria «La Sevra» di Sala Baganza. Lui e la sua famiglia l'hanno rilevata quindici anni fa, per due anni l'hanno ristrutturata, poi si sono messi in attività. Circa sei anni dopo, la mazzata, inaspettata e tremenda. Una cartella esecutiva di Equitalia che avrebbe fatto venire un infarto a chiunque: 187mila euro da pagare al fisco. La contestazione riguarda un presunto scarico Iva non dovuto. In pratica, nello stesso immobile ci sono sia la trattoria, sia gli uffici della società immobiliare proprietaria dei muri e che ha effettuato la ristrutturazione. Secondo la contestazione, non sarebbe stato dovuto lo scarico Iva per la ristrutturazione della parte relativa agli uffici, sebbene vi si acceda attraverso lo stesso ingresso della trattoria e quindi siano da considerarsi accessori rispetto alla parte commerciale.

Come siano arrivati a quella cifra esorbitante, Sartori ancora non l'ha capito: «Però so che ci sono interessi, commissioni, more e il solito 30% che Equitalia ruba a tutti». La prima reazione del padre è stata di pagare, «ma io ho detto che sarebbe stato impossibile e che non avevamo quella cifra. Loro chiedono subito un terzo e il resto a rate, ma noi, dopo la ristrutturazione che era costata anche più del previsto, non avevamo neanche un terzo della somma. Mio padre diceva che con quelli si perde sempre e che non valeva la pena opporsi». Ma Sartori ha deciso che non poteva arrendersi. «Tanti, quando arrivano le cartelle, pensano che conviene di più pagare che mettersi a combattere. Ma quando ti arrivano cartelle come la mia, o dai la vita o fai la guerra. E io l'ho fatta».

Soprattutto , è andato avanti per un altro motivo. «In questi anni giornali e tg non facevano che parlare di persone che si suicidavano perché non potevano pagare i dipendenti o arrivare a fine mese, ma io so che tante di quelle persone avevano a costo una cartella di Equitalia e che quello era il vero motivo della loro disperazione. Se quella cartella l'avessi pagata, con cosa sarei andato avanti? Con che soldi avrei potuto fare la spesa per la trattoria, Con che soldi avrei pagato i miei dipendenti? Avrei dovuto dire loro – che hanno mogli, figli e un mutuo – che non potevo pagarli perché dovevo pagare una cartella ingiusta di Equitalia?». Lui a farla finita non ci ha pensato, «perché non c'è nulla per cui valga la pena ammazzarsi», ma a chiudere bottega ci ha pensato eccome: «Abbiamo provato a vendere, perché si arriva a una situazione in cui sei saturo». Poi però è sempre andato avanti, con la forza della determinazione, dettata dalla convinzione di essere nel giusto, e soprattutto con la forza della famiglia. «Perché quando ti succede una cosa come questa, alla fine ti senti sempre solo se non hai una famiglia grande e forte alle spalle, che ti sostiene e ti incoraggia quando cercano di annientarti, di aggredire i tuoi averi e di farti passare la voglia di combattere». Sartori su questo ha potuto contare ed è proprio a questo che attribuisce il suo successo.

Vinto il primo grado e, proprio pochi giorni fa, anche l'appello, Fabio Sartori è felice e sollevato, sebbene non si nasconda che, volendo, Equitalia potrebbe adire un ulteriore grado di giudizio. «Dopo che ho raccontato la mia esperienza su Facebook, in tanti in paese mi hanno contattato e molti sono stati anche i clienti in trattoria che sono venuti a stringermi la mano. Uno mi ha scritto in un commento che ho avuto fortuna, ma io dico che non è giusto vincere perché si ha fortuna, ma perché si è dalla parte della ragione». E a chi si trova nelle sue stesse condizioni, manda un messaggio: «Se c'è qualcuno che per colpa loro vuole mollare tutto, con la vita e con l'attività, io dico: pensateci bene, non vincono sempre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    24 Ottobre @ 13.41

    Gli auguro di poterlo dire anche dopo l'eventuale ultimo grado di giudizio: fino ad allora, io sarei stato più cauto...

    Rispondi

  • Michele E

    24 Ottobre @ 10.37

    Contro 187.000€ che diventano zero, sarebbe interessante sapere che sanzione abbia subito lo - strapagato - dirigente "responsabile" del provvedimento...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La festa di Natale del Bar Gianni

DADAUMPA

La festa di Natale del Bar Gianni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

4commenti

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

ANTEPRIMA GAZZETTA

I punti critici della Massese. La situazione una settimana dopo la morte di Giulia

tg parma

Via Spezia: rapina con coltello al centro scommesse

Un bottino di circa 1.500 euro

PARMENSE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: arrivano 55 milioni di euro

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento