14°

Editoriale

Migranti tra xenofobia e buonismo ipocrita

Migranti tra xenofobia e buonismo ipocrita
59

«La nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero. Qui ad Atene noi facciamo così». Parole sante: o, perlomeno, sagge. Pronunciate l'altro ieri - appena 2.500 anni fa -, da Pericle, nel famoso discorso che lo statista rivolse al suo popolo, gli ateniesi: è in quell'orazione straordinaria che la civiltà occidentale riconosce, non da oggi, le sue radici, le sue fondamenta. Non so se a Gorino, frazione di Goro (comune del ferrarese che conta meno di 4 mila anime, noto soprattutto per avere dato i natali alla «pantera» Milva), conoscano Pericle, ma nutro forti dubbi.

«La nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero. Qui ad Atene noi facciamo così». Parole sante: o, perlomeno, sagge. Pronunciate l'altro ieri - appena 2.500 anni fa -, da Pericle, nel famoso discorso che lo statista rivolse al suo popolo, gli ateniesi: è in quell'orazione straordinaria che la civiltà occidentale riconosce, non da oggi, le sue radici, le sue fondamenta. Non so se a Gorino, frazione di Goro (comune del ferrarese che conta meno di 4 mila anime, noto soprattutto per avere dato i natali alla «pantera» Milva), conoscano Pericle, ma nutro forti dubbi. Non fosse altro perché mentre a Parma nel '22 facevano le barricate contro i fascisti, l'altro ieri, a non molti chilometri di distanza, nel Delta del Po le hanno alzate per respingere l'assalto dei migranti: 12 donne in tutto, di cui una incinta. Per la diocesi si è trattato di una «notte ripugnante». Il ministro degli Interni Alfano è andato anche oltre: «Quella - ha commentato - non è l'Italia». Sbaglia: l'Italia, che piaccia o no, è anche questa. Paese di mille e più contraddizioni, che rischia di essere travolto da un'emergenza migranti che non sembra in grado, da solo, di potere gestire.

Quella di Gorino è una vergogna, quella di Pericle forse un'utopia. Sono oltre 153 mila i migranti sbarcati in Italia nel 2016: il 10% in più rispetto all’anno scorso. Ventimila sono minorenni che non hanno genitori né parenti: sono, semplicemente, soli al mondo. Numeri dolorosi. E impressionanti. Che aprono falle a una macchina dell'accoglienza che appare già molto logora. Quando non impreparata. Figlia di una legge, di un sistema, che rimbalza le critiche, ma coltiva il paradosso. Come è possibile ad esempio che a Tabiano ogni tre abitanti ci sia un profugo, mentre in 20 comuni (su 46) del Parmense non ne abbiano ospitato nemmeno uno? E' normale? E, soprattutto, è giusto? Se lo chiedono in tanti: e non solo sindaci o assessori. E' un problema di equilibrio: e di buon senso.

Occorrerebbe realismo e sensibilità: ma in Italia purtroppo non amiamo le sfumature. Vale anche per la questione migranti, schiacciata tra l'insopportabile demagogia e dal populismo di chi ragiona con lo stomaco e pensa che qui i profughi - gente che nella migliore delle ipotesi fugge dalla guerra e dai massacri e nella migliore dalla fame (volete fare cambio? Accomodatevi) - facciano la bella vita, sorseggiando cocktail colorati a bordo piscina in alberghi lussuosi e la logica, altrettanto insostenibile, della carità più pelosa, del «c'è posto per tutti» (anche quando non è vero), dell'ipocrisia del politicamente corretto ad ogni costo. Storture che poi paghiamo tutti (stranieri compresi), buone solo ad alimentare falsi miti.

Ma mentre l'Europa resta a guardare, proseguono senza sosta gli sbarchi, con il loro macabro carico di salme: e per qualcuno i profughi diventano anche un business. Non penso che la soluzione di questa emergenza internazionale possa trovare risposta nella xenofobia né nel comodo buonismo: piuttosto, se invece di concentrare i migranti sempre negli stessi posti (o in piccoli paesi dove la convivenza è evidentemente più complicata) li si distribuisse con più criterio forse saremmo già a buon punto. Un po' più vicini all'Atene di Pericle e un po' più lontani da Gorino.

fmolossi@gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oldsailor

    03 Novembre @ 11.56

    Come detto nel mio post del 28 scorso, le mie peggiori preoccupazioni si sono avverate! Ieri la notizia che il Prefetto di Ferrara, a ESPROPRIATO un albergo di proprietà privata! Questo e l'inizio della fine! Tra poco inizieranno anche con le seconde case e quelle sfitte! Spero solo che le ESPROPRINO anche ai fanatici buonisti e tolleranti nonché accoglienti; poi voglio vedere come si comporteranno quando li toccheranno nel loro posteriore? Credi sia meglio occuparci di quei circa 300.000 abitanti il centro Italia che di questi (...)

    Rispondi

  • Franca

    29 Ottobre @ 14.59

    Grande Vercingetorige hai parlato anche per me,ma temo che tu,io e tanti che si indignano giustamente,finiremo come i Galli del tuo illustre predecessore...

    Rispondi

  • Bastet

    29 Ottobre @ 12.49

    Come si fa a non quotate Oldsailor?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Ottobre @ 11.47

    PERALTRO PERICLE , ADESSO , DEVE AVER CAMBIATO IDEA , perché la Grecia ha fermato quelli che arrivavano attraverso il mar Egeo stipandoli in campi d' "accoglienza" sulle isolette , ed ha ottenuto che l' Unione Europea facesse un accordo con la Turchia per fermarli alla partenza , cosa che non è stata fatta per Libia ed Italia ( fors' anche perché , in Libia , praticamente non c' è un governo) . Alessandro Magno , per parte sua , ha chiuso il confine tra Grecia e Macedonia !

    Rispondi

  • la camola

    27 Ottobre @ 08.23

    Pericle non mandava le navi a prenderli e nemmeno lucrava sul loro arriv ed , il lavoro a quei tempi non mancava. I buonisti altro non fanno che incentivare le partenze ed i naufragi con parecchi morti, "venite che vi accogliamo " ma quanti sono ospitati negli appartamenti loro ? Come mai non vanno in Spagna? o in Australia ? probabilmente siamo nelle mani di governanti incapaci che altro non sanno fare che coltivare i loro interessi personali.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      27 Ottobre @ 16.57

      Sulla gestione degli immigrati, l'Australia non è sicuramente da portare ad esempio, viste le continue denunce di trattamenti disumani.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Investe una donna in via Venezia e si dilegua: caccia all'auto

Parma

Investe una donna in via Venezia e si dilegua: caccia all'auto

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

Trasporto pubblico

Con Busitalia tornerà Mauro Piazza: "I timori per il personale? Solo terrorismo"

13commenti

Parma

"Spazio verde": quinto furto in tre anni Foto

Convegno

Come cambiano il territorio e la sua economia: la presentazione di "Top 500" Foto

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

processo aemilia

Traffico di yacht e gruppi russi: quegli incontri a Parma della 'ndrangheta Tg Parma

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

vigili

Sicurezza e giovani, Noè: "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

7commenti

amministrative

Provincia Nuova attacca Fritelli e denuncia inciucio fra ex 5 Stelle e Pd

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

2commenti

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

efsa

I batteri resistenti agli antibiotici fanno 25mila morti all'anno in Europa 

MAFIA

Ucciso e dato in pasto ai maiali: 4 arresti nell'Ennese

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv