12°

EDITORIALE

L'esigenza di infinito che urla dentro di noi

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
5

Da qualche anno si usa dire che questo è il ponte di Halloween. Non ho nulla contro il divertimento dei ragazzi - son ragazzi, appunto, e «quant'è bella giovinezza», con quel che segue - ma spero non si sia del tutto persa la nostra tradizione, secondo la quale, invece, questo è il ponte dei Santi e dei Morti. Sono feste a me particolarmente care, e non solo perché un primo novembre sono venuto al mondo, ma anche e soprattutto perché questa ricorrenza ci pone davanti a quella che è forse la domanda centrale della nostra esistenza. E cioè: c'è qualcosa dopo la morte? E quindi: chi siamo noi? Un frutto del Caso destinato al Nulla, oppure figli di un Progetto destinati a un'Eternità?
Molti anni fa, un primo novembre ascoltai la predica di un vecchio prete che spiegò bene perché queste due feste, i Santi e i Morti, sono indissolubilmente legate fra loro. «I santi - disse - non sono solo quelli indicati nel calendario dalla Chiesa, ma sono tutti i nostri fratelli che ci hanno preceduti e che si sono conquistati il paradiso. E chi va in paradiso? Leggetevi le Beatitudini». Poi spiegò che in ebraico per definire i poveri di spirito si usa un termine che corrisponde al nostro "curvi": «Beati sono i "curvi", cioè coloro che riconoscono di non essersi fatti da sé e di non essere padroni della propria vita; e quindi si inchinano (si curvano, appunto) di fronte al Mistero dal quale dipendono: l'opposto dei superbi, quelli che pensano di non dovere nulla a nessuno».
Un'altra predica che trovai straordinaria l'ascoltai anni dopo da un prete bergamasco che ha la passione della bicicletta da corsa. Pensate: è il presidente dell'associazione preti ciclisti. Un primo novembre celebrò la messa nella cappella del Ghisallo, dove è custodita la bicicletta di Coppi, e disse: «Oggi festeggiamo i santi. E chi sono i santi? Sono tutti quelli che sono andati in paradiso. E che cos'è il paradiso? Che cosa faremo in paradiso? La Scrittura dice che contempleremo il volto del Signore. Bello. Bellissimo. Però, diciamoci la verità. Bellissimo contemplare il volto del Signore un giorno, due giorni, una settimana. Un mese, dai. Ma poi? Io, se andrò in paradiso, quando mi troverò di fronte il Signore, gli dirò: senti, io ti ho servito tutta la vita, adesso fammi fare un Giro d'Italia».
Nella semplicità di queste parole trovai una profondissima verità. E cioè che la vita, la vita che ci è stata data qui e ora, è bellissima: con i suoi Giri d'Italia e i suoi colori dell'autunno, con i mari le montagne i laghi e i tramonti, gli amici e gli amori, perfino con le sue nostalgie e le sua tristezza che - cantava Battisti - quando cade in fondo al cuore come la neve non fa rumore. E a questa vita, la cui meraviglia spesso non cogliamo, della quale spesso ci lamentiamo, noi in realtà non vogliamo, non possiamo rinunciare. C'è un'altra vita dopo la morte? Di sicuro, c'è nel profondo di ogni uomo un desiderio, direi un'esigenza di infinito. Non è questione di essere credenti o no. Il premio Oscar Paolo Sorrentino, intervistato pochi giorni fa da Aldo Cazzullo del Corriere della Sera, ha detto di non credere in Dio. Ma quando Cazzullo gli ha chiesto se ne era proprio sicuro, ha risposto: «Non riesco a decidermi. Ma constato una cosa straordinaria: l'uomo non riesce a fare a meno della domanda su Dio».
michele.brambilla@gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    30 Ottobre @ 16.53

    Direttore, le parole di quel vecchio prete sono splendide e le altre, del prete-ciclista bergamasco, sono insuperabili! Io sono circondato da atei ed agnostici, in famiglia e tra gli amici e conoscenti, non li capisco. Fra l'altro, noto che non negano tanto Dio, quanto il comportamento di tanta parte del clero, in genere. Mi chiedono se sono credente, con aria canzonatoria, mi danno un fastidio insopportabile. E guardi che frequento poco chiese e preti, ma ho una fede incrollabile in un Essere Supremo, che per me, è il Dio cristiano. Tante volte, sulla strada di cedere all'ira o alla vendetta, la mia fede mi frena e mi sento meglio. Spesso, me ne vado, solo soletto, a pregare in fondo alla chiesetta dei Cappuccini, presso casa mia. La voglio tutta per me,anche una sola presenza umana mi urta; devo rimanere solo di fronte a Cristo, a tu per tu con Lui. Converso amabilmente con Lui, barbuto come me, e mi sento sollevato dalle tante calamità della mia vita. Illusione? Sia pure, ai posteri l'ardua sentenza… Franco Bifani-Biffo

    Rispondi

    • leoprimo

      31 Ottobre @ 10.52

      Mi perdoni ma Le chiedo: la sua fede incrollabile fa si che risulti infastidito da un non credente? o peggio che la disturbi una persona che non sia Lei stesso all'interno di una Chiesa? Credo che il Buon Dio, quello di tutti gli uomini apprezzi la misericordia più che il fastidio, tanto da averci dato un Pastore Papa Francesco, che ha fatto della misericordia, dell'accettazione e del perdono la Sua parola d'ordine.

      Rispondi

    • Gianfranco

      30 Ottobre @ 18.32

      Ognuno ha il diritto di coltivare le proprie illusioni, ma non ci saranno posteri, come lei immagina, in grado di fornire sentenze. C'è solo chi si affida alla propria coscienza e chi preferisce esternarla al di fuori di se e far finta di conversarci. Non c'è chi è meglio e chi è peggio, è solo un diverso modo di stare con se stessi. Dice che non capisce i non credenti ... faccia uno sforzo non ci vuole molto; le danno un fastidio insopportabile ? Take it easy non mordiamo

      Rispondi

  • Gianfranco

    30 Ottobre @ 16.50

    Eccolo qui il sermone domenicale di don Brambilla. Probabilmente lei ha sbagliato mestiere, con affetto

    Rispondi

  • Ruben

    30 Ottobre @ 13.52

    Bellissimo editoriale direttore.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS