11°

17°

MONITO

Don Rossolini: «Non andate a fare la spesa di domenica»

Polemiche dopo il monito pubblicato sul giornalino della parrocchia di San Paolo Apostolo

Don Francesco Rossolini

Don Francesco Rossolini

Ricevi gratis le news
45

Destinato a sollevare polemiche il monito lanciato da don Rossolini a tutti i fedeli: «Non andate nei negozi alla domenica». Leggi cosa ha scritto il parroco di San Paolo Apostolo.

Luca Molinari

«Non fate spesa la domenica». E’ l’invito lanciato ai fedeli da don Francesco Rossolini, parroco di San Paolo Apostolo. Dalle colonne del giornalino parrocchiale il sacerdote sottolinea il valore della domenica e invita a «sconfiggere il potere del denaro» evitando di fare spesa nei giorni festivi. Don Rossolini parte dalla «sofferenza di chi, lavorando in un grande magazzino, è costretto a lavorare tutta la domenica, al pari di qualsiasi altro giorno feriale. Non c’è più tempo per vivere insieme in famiglia, per visitare i parenti, per andare a messa o semplicemente per godere il meritato riposo».

Il sacerdote si sofferma quindi sul silenzio assordante da parte delle istituzioni «che non alzano la propria voce per difendere l’uomo». «Il catechismo - prosegue - condanna apertamente i profanatori della domenica, quali peccatori e “nemici della fede”».

Fondamentale quindi, secondo don Rossolini, evitare di fare spesa la domenica per aiutare chi è costretto a lavorare anche nei giorni festivi. «Essendo il guadagno l’unico criterio che si usa nell’esercizio dei grandi centri commerciali - si legge - bisogna far leva su quello: se l’apertura domenicale e festiva non rende i profitti sperati allora i “signori” del commercio dovranno chiudere. Pertanto invito caldamente a non andare mai a fare spesa la domenica e nei giorni festivi: è una grave connivenza con chi pospone tutto e tutti (Dio compreso) al proprio meschino interesse. E’ il modo di dire che Dio è il destino dell’uomo».

Don Rossolini non è il primo a criticare l’apertura domenicale dei grandi centri commerciali. Il vescovo Enrico Solmi più volte si è espresso a riguardo. Non solo. Aveva riscosso un buon successo la campagna nazionale “Libera la domenica”, una raccolta firme contro l’apertura domenicale dei negozi. L’iniziativa, promossa da Confesercenti e Federstrade con il sostegno della Cei (Conferenza episcopale italiana), mirava all’abrogazione della legge che ha liberalizzato gli orari di apertura degli esercizi commerciali.

L’intento - al pari del messaggio lanciato da don Rossolini - è quello di valorizzare il riposo domenicale, soprattutto per aiutare le famiglie con madri o padri costretti a lavorare durante i giorni festivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    12 Novembre @ 01.28

    reinard.alfa@gmail.com

    Provo a scrivere due righe in modo chiaro per tutti. Don Rossolini non intendeva dire che è proibito andare a fare la spesa alla Domenica, si può andare e non si commette peccato, ci sono andato anche io e potrebbe ancora capitare. Il suo non è nemmeno un discorso politico , nè di destra nè di sinistra e nè di centro. E' un discorso diretto alle persone, alle famiglie. Vuole semplicemente dirci di dedicare parte del nostro tempo alla famiglia, ai valori della famiglia, al dialogo, al semplice stare insieme. Poi se ovviamente è indispensabile per una Domenica andare a fare la spesa sicuramente non andremo all'inferno, (anche perchè non lo decide Don Rossolini) si può sicuramente fare . E' solo un invito a coltivare i rapporti personali. Ma perchè le persone non ci arrivano e ne fanno una questione di religione o di ateismo? I rapporti umani sono belli in quanto tali.

    Rispondi

  • Manfredi

    08 Novembre @ 16.35

    Credo che concetto sia solo nei confronti del consumismo. E' ovvio che mestieri che devono per forza esercitarsi di domenica, siano esclusi dal discorso. Nessuno tira in ballo medici, farmacisti, soccorsi, o anche altri mestieri citati nei commenti. Nessun giudizio sulle coscenze di ognuno. Se uno è in pace con se stesso meglio. Il messaggio è per chi è costretto a lavorare di domenica, quando passerebbe volentieri il tempo con famiglia e figli. Ad esempio i grandi centri commerciali. Ci sono comitati per la chiusura di queste attività nei giorni festivi, che sono totalmente laici, proprio perché il messaggio alla base è umano e non cattolico/cristiano. Sicuramente per Don Rossolini c'è una componente religiosa, legata al "santificare le feste". Ma poi dico io, vi sentite così toccati da un articolo di giornale di un quotidiano provinciale?

    Rispondi

    • Danyel

      09 Novembre @ 21.58

      se i lavoratori(in preponderanza lavoratrici)dei grandi centri commerciali lavorassero "anche"la Domenica sarebbe sicuramente ingiusto; ma se c'è una percentuale di lavoratori che, in turnazione, con altro giorno di riposo, e con le giuste maggiorazioni di stipendio, è chiamata a lavorare la Domenica, mi sembra giusto e poi non cosi' penalizzante, nei confronti di altri lavoratori che lavorano tutta la settimana compreso il sabato, e che hanno solo la Domenica per poter fare gli acquisti necessari!

      Rispondi

  • Danyel

    08 Novembre @ 16.01

    Don Rossolini doveva dire "non fate la spesa la domenica" cum grano salis... ___https://it.wikipedia.org/wiki/Cum_grano_salis____ e cioe' specificare che e' un diritto fare la spesa la domenica per chi non l'ha potuta fare, per esigenze di lavoro od altre cause, durante la settimana feriale;mentre e' un "peccato"(veniale?) farla per motivi edonistici, di sfruttare i grossi centri commerciali aperti la domenica per "fare shopping" sfrenato!Ormai siamo nel III° Millennio, la Chiesa si deve mettere al passo con i tempi,e non volere obbligare ancora la gente, come nel Medioevo e secoli dopo, a seguire regole "strane" non piu' osservabili; ricordiamoci che fino a poco tempo fa, era vietato mangiar carne il venerdi', ora quale prete la ri-tira in ballo?Oppure, all'uscita di Internet, era bollata come diabolica dal papa del momento e suoi confratelli, mentre adesso anche papa Francesco ne fa uso!

    Rispondi

  • Lorena

    08 Novembre @ 13.34

    I privati commercianti decidono se aprire o no, magari è la loro vita. Ma chi è obbligato a lavorare per i vizi degli altri, la pensa diversamente! Le grosse catene di distribuzione non sono piccoli panettieri o bancarelle di Traversetolo!

    Rispondi

  • Lorena

    08 Novembre @ 13.30

    I supermercati aprono perché fan soldi. La gente va al supermercato perché trovano aperto. Se tutti, pensassimo che chi ci lavora dentro vorrebbe essere a casa con la famiglia e che sono persone obbligate a stare a lavorare, forse cambierebbe qlcs. Abbiamo sempre mangiato facendo spesa dal lunedì al sabato, facciamo unità, NON ANDIAMO A FARE SPESA DI DOMENICA! Isoldi che girano son gli stessi, e li avete guardati i vostri figli che aspettano almeno la domenica per giocare con voi??? Che faccia hanno al supermercato?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va