11°

17°

WELFARE AZIENDALE

Opem, un fondo per i dipendenti

Opem, un fondo per i dipendenti
Ricevi gratis le news
2

La società parmigiana Opem ha istituito un fondo per i dipendenti. Sarà a disposizione per prestiti da mille e 10mila euro. Leggi come funziona e perché è maturata questa idea che non ha precedenti in Italia.

L'eccellenza non è fatta di soli numeri. Se un'azienda pone in primo piano l'etica e la qualità del lavoro, oltre che della produzione, trasmette un principio fondamentale, un valore che fa la differenza.

Opem, società che produce impianti industriali nel campo del food e in particolare per il settore del caffé viaggia da sempre su questo binario, con un imprinting ben preciso e concreto. Lo dimostrano le numerose iniziative realizzate negli anni, dal welfare alla cultura, che hanno posto al centro i collaboratori e le loro esigenze. Questa è una premessa necessaria per far capire che non è casuale, ma frutto di un percorso distintivo, la nuova iniziativa in casa Opem che, da quel che risulta, non ha precedenti in Italia. L'azienda guidata da Fabio Binacchi e Ombretta Sarassi ha istituito un fondo a favore dei dipendenti.

«E' un'idea maturata con l'ufficio risorse umane e amministrazione e poi condivisa nel consiglio di famiglia – spiega Ombretta Sarassi, direttore generale di Opem – osservando gli effetti di una lunga crisi economica. Sono aumentate le richieste di anticipazione del Tfr e di finanziamenti a società private che applicano condizioni spesso poco vantaggiose, con l'aumento di burocrazia e costi aziendali. Valutati questi problemi e il loro impatto all'interno della nostra realtà, abbiamo deciso di dare il via al Fondo Opem».

Come funziona «Abbiamo aperto un conto corrente specifico – spiega la Sarassi -. Il

fondo ha una base iniziale di 150 mila euro che potrà aumentare in relazione alle richieste e alle possibilità dell'azienda. Verrà messo a disposizione dei dipendenti per piccoli finanziamenti destinati alle spese scolastiche, università compresa, alle spese mediche di una certa entità, alle cure odontoiatriche, all'acquisto di beni durevoli (automobile, arredamenti, immobili ecc.) o alla ristrutturazione o estinzione di debiti pregressi. Per accedere al fondo abbiamo stabilito alcune regole da sottoscrivere: ad esempio, possono richiedere il prestito coloro che sono dipendenti di Opem da almeno due anni e che non sono mai stati oggetto di provvedimenti disciplinari in azienda.

E' un'operazione chiara e trasparente che abbiamo affidato a validi collaboratori».

I finanziamenti andranno da un minimo di mille euro a un massimo di diecimila euro, dopo una valutazione dei rischi di insolvenza e l'equilibrio tra la somma richiesta, la retribuzione e il Tfr. Per legge siamo obbligati ad applicare un tasso d'interesse, il minimo possibile legato all'Euribor. Il costo di ogni operazione è di 100 euro, a copertura delle spese dell'iter burocratico.

Come si restituisce il prestito Sono previste rate mensili sulla base di un piano di rientro che non dovrà superare i sessanta mesi. La rata sarà prelevata direttamente dallo stipendio. E' possibile anche anticipare la restituzione del finanziamento richiesto senza penali ovviamente. Nel caso in cui dovesse interrompersi il rapporto di lavoro, il debito residuo del finanziamento verrà dedotto dal Tfr depositato in azienda oppure da quanto calcolato al momento della richiesta in base al periodo di preavviso spettante e fino alla totale restituzione del debito entro la cessazione del rapporto di lavoro. Non è possibile fare cumulo con altri finanziamenti per i quali è già prevista la garanzia di Opem. La richiesta di finanziamento dovrà essere inoltrata tramite un modulo precompilato e la risposta sarà comunicata entro 7 giorni lavorativi.

La vision«Viviamo un'era frenetica e sempre più complessa con ritmi difficili da sostenere– sottolinea il direttore generale di Opem – e in azienda abbiamo bisogno di persone in equilibrio e motivate. Da tempo, al nostro interno è stato creato un centro di ascolto settimanale dedicato ai dipendenti, per accogliere e cercare di risolvere le problematiche che via via si presentano. E anche l'idea del fondo è maturata ascoltando le persone.

E' importante far capire che siamo una squadra e che lavoriamo tutti insieme per raggiungere obiettivi sempre nuovi. Per questo ritengo che le iniziative dedicate al welfare, alla formazione, alla cultura, allo sport, e ancora quelle che pongono al centro il senso di appartenenza a Parma, come «Parma io ci sto», siano fondamentali per la crescita della comunità e della qualità della vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo Bertozzi

    25 Novembre @ 13.35

    Ho sempre pensato che Ombretta Sarassi Bianchi fosse la migliore imprenditrice che ho conosciuto: questa notizia non fa che confermarmelo.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      25 Novembre @ 14.57

      Binacchi...

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va