14°

28°

Personaggi

Il "ciclone" Sgarbi: "A Parma più nulla dopo Ubaldi"

Il critico davanti a un piatto di anolini: "Ma amo la città. E Pizzarotti mi è simpatico"

Sgarbi, un ciclone su Parma
Ricevi gratis le news
6

Ha fatto tappa in un ristorante della nostra città Vittorio Sgarbi e non si è lasciato sfuggire l'occasione per dire la sua sulla Parma di ieri e di oggi, oltre che sulla politica nazionale.

Chiara Pozzati

Il fil rouge va oltre gli anolini fumanti e l’immancabile lambrusco dell’Osteria Posada di via Mantova. «Può scriverlo: sostanzialmente Sgarbi è di Parma». Così il genio dell’arte dal ciuffo ribelle risponde tra una portata e l’altra. Dalla passione per il patrimonio artistico della città ducale, ai «primi passi» negli anni '70. Dagli amici di spicco ai ristoranti cittadini che apprezza. E, irriverente e sboccato quanto basta, vira sulla politica nazionale e nostrana che «dopo Ubaldi non ha più visto niente. Ci vorrebbe un Oscar Farinetti per l’arte». E’ planato al ristorante di via Mantova con un’ora di ritardo, insieme ad Augusto Agosta Tota, presidente del centro studi archivio Ligabue Parma. «Siamo fermi a un maledetto passaggio a livello» preannuncerà al paziente amico oste Fabio Allodi che, insieme al socio Alessandro Rancati, ha optato per un’apertura extra. Iniziamo a bomba. «Sono legato a questa città per mille ragioni. A cominciare dalle belle donne: ricordo ancora una biondona monumentale… A parte gli scherzi, la mia passione per l’arte di questa città risale a fine anni '70 quando partecipai alla presentazione del libro sulla cupola del Duomo: “La più bella di tutte” di Eugenio Riccomini. Ma frequentavo anche la Galleria Gino Consigli. Ad esempio fu fulminante l’incontro con il collezionista d’arte e regista Mario Lanfranchi e con la moglie Anna Moffo nella loro casa di Santa Maria del Piano. E ancora Diofebo Meli Lupi e Luca Sommi. A quel tempo i miei riferimenti furono Lanfranchi e Consigli e ci si trovava al ristorante la Buca di Zibello e da Spigaroli. E le parole d’ordine erano salame di Felino e malvasia bianca». Altre avventure parmigiane? «Sicuramente quella con Franco Maria Ricci. La rivista d’arte e cultura Fmr fu la sua grande intuizione. Sono partito con lui e fui il redattore che scrisse di più nei primi 36 numeri. In più fu proprio qui a Parma, alla Galleria Steccata, che vidi per la prima volta il Bestiario di Ligabue, le strutture in bronzo fuse». Come dimenticare poi la mostra dedicata al maestro del Rinascimento? «Già, nel 2003 fu una grande festa la mostra di Parmigianino ed io ero il presidente del Comitato per le celebrazioni del quinto centenario dalla sua nascita. Poi scoppiò il caso Parmalat che paralizzò la città per diversi anni. Fui anche nel comitato cittadino per la mostra del Correggio, quando, a causa dell’errore del comitato scientifico guidato da Lucia Fornari Schianchi, furono esposti due falsi». Niente polemiche (vecchie), ci parli di politica, sappiamo che sta creando un nuovo movimento dal nome «Rinascimento»: «Vedendo la povertà del panorama attuale occorre innalzare l’offerta». Niente alleanze? «Considerando che i Cinque stelle sono malati di mente, visto come Grillo muove la Raggi come fosse Ambra Angiolini, Renzi è bollito e Berlusconi un sarcofago…». Allora quali prospettive? «Ce ne vorrebbe una nuova: la prospettiva di Oscar Farinetti applicata al patrimonio artistico. Capace di stimolare la cultura della bontà e della bellezza. Insomma un Farinetti per l’arte per cancellare la Coca Cola dall’Italia ed esportare il lambrusco negli Usa». E sulla politica parmigiana? «Dopo Ubaldi non si è più visto niente, anche se a me personalmente Pizzarotti sta simpatico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oberto

    23 Dicembre @ 16.13

    dopo Ubaldi più nulla.... in termini di soldi buttati. Ieri passavo davanti al Teatro Regio, ma avete visto che stagione lirica, di balletto, concertistica etc. etc. . Forse in passato non ci avrò fatto caso, ma mi pare di non ricordare una vivacità del teatro così ( e dovrebbero essere cose anche belle e qualitativamente valide) ( PS, caso Parmalat, cosa imprevedibile, peccato che Grillo lo dicesse da sempre...... ad esempio)

    Rispondi

  • salamandra

    23 Dicembre @ 13.17

    Che non si sia piú visto niente di culturale è falso. Che non si siano piú buttati i soldi dei cittadini senza criterio è vero. Iniziative culturali sì, iniziative culturali megalomane no.

    Rispondi

  • Michele

    22 Dicembre @ 23.18

    mandra_sala@libero.it

    Ha visto ciò che è reale. Il nulla ed il degrado. Ciò che trasuda Parma dopo 5 anni di pizzarotti.

    Rispondi

  • Enzo

    22 Dicembre @ 21.16

    A volte (poche) Sgarbi ha ragione. In questo caso ad esempio ce l'ha

    Rispondi

  • Biffo

    22 Dicembre @ 16.57

    Sgarbi è l'icona esemplare per cui una persona può avere una cultura stratosferica, ma rimanere, nel contempo, uno zoticone, buzzurro, burino e cafone.

    Rispondi

    • Oberto

      23 Dicembre @ 16.07

      concordo, è una persona di grande cultura e soprattutto molto competente nel suo ambito, poi quando parla a 360° dice quello che dice, ovvero dovrebbe parlare e urlare meno.

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti