21°

35°

RITRATTO

Luca voleva smettere di essere Kelly

Luca voleva smettere di essere Kelly
Ricevi gratis le news
1

Si chiamava Luca Manici e aveva 47 anni, ma, almeno quando calava la sera indossava i vestiti da donna e diventava la Kelly. Storia di una vita divisa in due e conclusa con una tragedia.

Roberto Longoni

I tacchi a spillo, il trucco, gli abiti lunghi: con gli anni, tutto s'era fatto troppo pesante. E così quel nome, Kelly, nome d'arte indossato per attraversare decenni di notti parmigiane e non solo. Luca Manici, 47 anni, non ha avuto il tempo di lasciarselo alle spalle: è morto con quel nome ancora addosso, trucidato a coltellate. E' morto nel casolare di San Prospero che sarebbe dovuto presto diventare un ristorante notturno, un luogo in cui trasgressive sarebbero state più che altro le spaghettate agli orari più impensabili e che invece era ancora un club a luci rosse, come pubblicizzato da una pagina facebook. «Luca era felice, soddisfatto. I lavori nel casolare ormai erano finiti, dopo anni di fatiche quasi tutte fatte da lui, molto abile nel bricolage. Un mese fa disse di voler abbandonare la Kelly: ormai gli era diventata pesante». Dado Simonazzi, che con la moglie gestisce il bar Ambarabà sulla tangenziale Nord, è sgomento e triste. La giornata trascorre con gli amici, controcorrente tra i ricordi. Difficile pensare che Luca, vestito da Luca, «in abiti borghesi» (ossia da uomo, come lui stesso diceva) non smonterà più dallo scooter nel piazzale, liberando dal casco il cranio lucido. «Entrava, scherzava. Ci perdevamo in chiacchiere. Giocavamo a carte. Si progettavano rimpatriate. Una avremmo dovuto farla nelle prossime settimane». Niente più programmi, ora c'è posto solo per i ricordi. Come quello di Alberto Petrolini, a sua volta a lungo tra «quelli della notte» a Parma. L'attore, raggiunto al telefono sul set di un film, racconta delle partite improvvisate in Cittadella da ragazzo. Era prima dei tempi delle discoteche. Quando Luca era ancora Luca, ma già lasciava trasparire i propri gusti erotici. Ci aveva anche provato, Manici, a intraprendere una vita come tanti, sedendosi a una scrivania. Ma in ufficio era durato poco. Quello sì che sarebbe stato indossare una maschera di fronte a se stesso: decise di liberarsi travestendosi, senza mai imboccare il percorso di chi vuole diventare una trans, tra ormoni e bisturi. Luca indossò gli abiti da scena e, verso i 21 anni, diede vita a Kelly. E la scena era la strada: la via la via Emilia Est e l'Emilia Ovest, dalle parti del distributore del metano, dove aspettare i clienti sull'auto. Qui, nell'ottobre del 1995, a 26 anni, subì l'aggressione di un rapinatore. Il travestito si trovò un coltello puntato alla gola, ma reagì, resistette: l'altro se ne andò strappando una borsetta che conteneva solo un mazzo di chiavi. Erano i giorni dell'omicidio di Emilio Mazza, la trans Mimma. Poco dopo, Kelly comprò un camper e ampliò il giro delle frequentazioni in altre città. Intanto, spesso veniva richiesta la sua presenza nei locali che organizzavano serate. E non solo gay. «Mai maleducato né aggressivo - prosegue Simonazzi -. Non ha mai nascosto niente, cercando sempre di viversi con ironia e leggerezza». Le notti erano a Parma o nelle discoteche milanesi. O nei tanti locali gestiti nella nostra zona: come l'Isterica di Gainago, dove si poteva mangiare fino al mattino. Tre anni fa, l'acquisto del casolare. Manici ci aveva investito risparmi ed energie: ci abitava da tempo, ma sarebbe dovuto soprattutto diventare la casa e il luogo di lavoro del suo futuro. Invece, lì Kelly ha trovato la morte, con una donna venuta da lontano. E con Luca che voleva andare oltre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • cobra

    07 Febbraio @ 11.58

    Bello complimenti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

D'Alessio-Tatangelo, "siamo in crisi"

gossip

D'Alessio-Tatangelo ammettono: "Siamo in crisi"

Usa, morto John Heard

STATI UNITI

Trovato morto l'attore John Heard ("Mamma ho perso l'aereo") Video

Enrica Merlo, libero della Savino Del Bene Scandicci

SPORT

Enrica Merlo fra pallavolo e beach volley: "Gioco perché mi diverto" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: premiata lettrice "cronista di strada"

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Lealtrenotizie

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

Il caso

Liti stradali, un'epidemia

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Spettacoli

Lorenzo Campani: «Sogno Jesus Christ Superstar»

VALMOZZOLA

Il partigiano russo ritrovato

OSPEDALE VECCHIO

Quel museo straordinario degli oggetti ordinari

Sant'Ilario

Tari azzerata a chi si occupa del verde pubblico

Varano

Salgono a 20 i ragazzi intossicati

gaione

Schiacciato dal muletto: muore l'imprenditore Alberto Greci

Aveva 74 anni

1commento

Incidente

Carro attrezzi e furgone si scontrano sull'Asolana

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

5commenti

carabinieri

Con la scusa di un selfie rapina studente in via D'Azeglio: arrestato

8commenti

BASSA

Un uomo scompare nel Po: ricerche in corso

Disperso un uomo originario del Parmense

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

San Teodoro

Donna uccisa durante una vacanza in Sardegna: il fidanzato confessa

METEO

Ancora caldo africano ma da lunedì temperature in calo

SPORT

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

1commento

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

CINEMA

A Firenze la "temutissima" Coppa Cobram per ricordare Paolo Villaggio

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up