-2°

Langhirano

Bus strapieno, pendolari inferociti

Bus strapieno, pendolari inferociti
Ricevi gratis le news
17

Scoppia la protesta dei pendolai diretti ai prosciuttifici di Langhirano, esasperati dalle condizioni insopportabili in cui sono costretti a viaggiare sui mezzi pubblici della Tep che ogni mattina li portano al lavoro. «Troppa gente su un solo bus, non siamo sardine! Aiutateci», è il loro appello.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ANONIMUS

    03 Gennaio @ 19.34

    Saranno frasi da bianchetto al bar.. ma purtroppo è cosi!! La metà non paga il biglietto e questa metà é sempre la stessa che non paga le visite mediche ecc..

    Rispondi

  • Francesco

    03 Gennaio @ 15.33

    brundofrancesco@libero.it

    In questi anni la Tep, ha preferito non investire in servizio ma in chiacchire, uno slolan : predentete l'aubus, ma l'autubus non c'è perché non passa o se passa, passa ogni 20/30 minuti, che se per caso lo perdi devi perdere altro tempo, cosi la gente ha preferito contare su se stessi che sulla Tep. Morale per attraversa la città prendendo due bus ci vogliono 2 ore. Il management è al suo posto per meriti politici non per meriti intelettuali, arrivò a prestare 7 milioni di euro ad una terza persona pur di non investire nel suo servizio istituzionale questa la dice lunga sul suo operato, è un'azienda morta, amen.

    Rispondi

  • falco

    03 Gennaio @ 15.28

    scusate, qualcuno sa dirmi come sta ad oggi la situazione riguardante il tentativo (uno dei tanti) di rubare qualche spicciolo (mort ed fama) con la "trovata geniale" di far pagare una multina da qualche euro se NON hai obliterato l'abbonamento ogni volta che sali sul bus? Attenzione, abbonamento ovviamente già apagato, quello a tessera magnetica che te lo ricarichi all'occorrenza mensilmente? Se non ricordo male "pretendevano" intorno ai 6 euro per la "dimenticanza" dell'obliterazione! Essendo pochi euri nessuno se ne va poi dal giudice di pace a contestare per 6 euri pur avendo TOTALMENTE ragione. Lo fanno ancora? pretendono che obliteri pur avendolo già pagato? se non erro la tep disse che gli serviva per ricerca statistica interna. Bene, allora la tep dovrebbe pagarmi per la sua statistica... o sbaglio????

    Rispondi

    • Filippo

      03 Gennaio @ 21.11

      Condivido: se uno impugnasse questa multa assurda e vessatoria, non potrebbe perdere la causa.

      Rispondi

  • patti

    03 Gennaio @ 13.04

    ....bè, intanto, iniziamo col far viaggiare solo a chi paga il biglietto.....e così piu' della metà degli aspiranti passeggeri resterà a terra!! Eh si perchè viaggiare a spese della collettività è piu' economico che pagare il biglietto o pagare le spese di viaggio della propria auto (gomme, benzina, ecc, ecc,) A ME NON PARE CHE SIA COSI' DIFFICILE DA CAPIRE!!!

    Rispondi

    • StekkoPardo

      03 Gennaio @ 14.14

      Beata te che hai già capito tutto! Addirittura sai che su quella linea (o più in generale) "più delle metà" non paga il biglietto e viaggia a spese della collettività. Magari, la prossima volta, prova a prendere tu i mezzi pubblici e quella linea in particolare; chissà che la prossima volta smetterai di scriverai le solite frasi da bianchetto da bar

      Rispondi

      • patti

        03 Gennaio @ 23.10

        Si vede proprio che viaggi comodamente a bordo della tua auto! ...eeee...bada a non bere il bianchetto perché potrebbe "saltare" la patente! Buon viaggio professore ;)

        Rispondi

        • StekkoPardo

          06 Gennaio @ 18.01

          E' proprio il contrario: io viaggio (anche) in autobus e spesso prendo proprio quella tratta. A differenza tua che spari sempre sentenze senza conoscere gli argomenti. E ti meravigli pure, che gli altri non ti capiscano!

          Rispondi

      • filippo

        03 Gennaio @ 20.02

        si faccia un giro..e veda chi s cende dal bus quando salgono i controllori

        Rispondi

      • Ilaria

        03 Gennaio @ 15.32

        difendere l'indifendibile porta solo a spreco di energie caro Sig.........la situazione è straconosciuta e strarisaputa da tutti!!!!!!!! Sputano nel piatto dove mangiano.....ma purtroppo questo è solo l'inizio.....

        Rispondi

  • Anna

    03 Gennaio @ 10.15

    E i bus urbani degli studenti? Lo stesso. A quell'ora dovrebbero almeno raddoppiare (servirebbe che triplicassero) i mezzi. Un solo bus dalla stazione al complesso di via Toscana, dove ci sono migliaia di studenti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat