13°

Sanità

Inidoneità e legge 104: pochi «imboscati» a Parma

Inidoneità e legge 104: pochi «imboscati» a Parma
Ricevi gratis le news
14

Meno dell'8% dei dipendenti dell'ospedale Maggiore, e il 13% di quelli dell'Ausl, si è vista riconosciuta qualche forma di «inidoneità» al lavoro. All'ospedale e all'Ausl hanno usufruito della legge 104 l'anno scorso intorno al 9% dei lavoratori. Scopri il raffronto con i numeri nazionali e cosa ne pensano i direttori delle due aziende.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • milonga

    12 Gennaio @ 14.04

    Approfitto ancora della ospitalità per un'ultima considerazione. La responsabilità del comportamento dei veri imboscati, cui fare riferimento è a monte, ovvero dei medici che certificano patologie inesistenti e commissioni di accertamento che validano Senza poter o voler verificare. Solita vecchia storia dei falsi invalidi a danno di quelli veri.

    Rispondi

  • milonga

    12 Gennaio @ 13.55

    Gentile redattore il titolo- ad effetto- esprime proprio il contrario di quanto lei asserisce ora a meno che non sia a conoscenza di casi documentati di abusi e certificazioni false. Leggerò con attenzione l'articolo per eventuali Commenti. Ciò non toglie che il titolo è offensivo per chi purtroppo deve ricorrere a questi benefici di legge. Potevate far di meglio

    Rispondi

  • Il prode Gedeone

    12 Gennaio @ 10.07

    Non ho letto l'articolo per cui mi limito a commentare quanto leggo sul sito. Il problema sono gli imboscati che NON usufruiscono della legge 104 o di forme di inidoneità; i disservizi nascono da quella categoria di lavoratori

    Rispondi

    • Michele E

      12 Gennaio @ 15.23

      I disservizi nascono dai fancazzisti TUTTI, dal dirigente che chiude un occhio perchè lo si chiuda anche con lui, giù giù fino a quello che ti fa trovare il cesso sporco perchè non lo pulisce e dovrebbe farlo.

      Rispondi

  • milonga

    12 Gennaio @ 09.39

    Che titolo infelice. l'equazione 104 uguale a imboscato è una banalizzazione e ipergeneralizzazione da chiacchiera da bar.

    Rispondi

    • 12 Gennaio @ 13.31

      Risponde la redazione - Il termine "imboscati" non è un giudizio di valore dato in modo arbitrario ma si riferisce a chi utilizza le leggi di tutela in modo non corretto. E in questo titolo si dice che sono pochi a Parma. Nell'articolo si dice che i dati nazionali parlano di un'Italia di "furbetti" ma al contrario "Parma sembra offrire un quadro abbastanza virtuoso". L'articolo spiega poi tutti i dettagli della questione a Parma.

      Rispondi

  • la_duchessa

    12 Gennaio @ 08.45

    Siete vergognosi, con la penuria di personale (e letti) che c'è nella sanità chiamare imboscati chi usufruisce di una legge che tutela i più deboli. Fate per una volta una seria indagine, scoprite l'età media dei dipendenti a tempo indeterminato, guardate in quanti hanno problemi di salute causati dai turni massacranti, guardate le corsie sempre con troppi pazienti, il PS sempre più vicino al collasso. Per una volta nella vita, provate ad intervistare i lavoratori che danno la loro vita e salute. Vi siete mai chiesti come stanno gli operatori in corsia o in PS? Hanno ferie da smaltire? ore accantonate? e il perchè ve lo siete mai chiesti? NO, perchè non ho mai visto un articolo di questo genere su questo giornale. Per una volta nella vita, provate a fare del giornalismo serio, quello di una volta, se ancora ne siete capaci

    Rispondi

    • Michele E

      12 Gennaio @ 15.30

      Sentire che certi ospedali del sud non hanno personale, poi salta fuori che hanno assunto il 30-40-50% di infermieri e oss INIDONEI fin da pochi mesi dopo l'assunzione mi fa pensare male...

      Rispondi

      • la_duchessa

        13 Gennaio @ 12.31

        Tranquillo,non sono solo certi ospedali del sud ad essere senza infermieri, abbondiamo anche al nord di ospedali con poco personale. Apparentemente c'è, ma solo perché non smaltisce le ferie annuali per esigenze di servizio e perché cumula ore su ore non considerate in straordinario. Si faccia un giro tra i vari nosocomi del nord e si renderà conto della situazione. Per quanto riguarda l'inidoneità, non è il dipendente che la decide al momento, ma una commissione di medici, quindi o la commissione non svolge correttamente il suo lavoro, o il dipendente è un bravissimo attore.

        Rispondi

    • 12 Gennaio @ 11.17

      Risponde la redazione - Il termine "imboscati" non è un giudizio di valore dato in modo arbitrario ma si riferisce a chi utilizza le leggi di tutela in modo non corretto. E in questo titolo si dice che sono pochi a Parma. Nell'articolo si dice che i dati nazionali parlano di un'Italia di "furbetti" ma al contrario "Parma sembra offrire un quadro abbastanza virtuoso". L'articolo spiega poi tutti i dettagli della questione a Parma.

      Rispondi

      • la_duchessa

        12 Gennaio @ 13.43

        Certo, e mettere il termine "imboscati" nel titolo è pura casualità, come direbbe Totò "ma mi faccia il piacere....!"

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Malcolm Young

Malcolm Young

MUSICA

E' morto Malcolm Young: fondò gli Ac/Dc con il fratello Angus

1commento

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla

FESTE

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

La lettera della mamma di Mattia

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

LIRICA

Festival Verdi, numeri da record

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

FERROVIA

Fidenza-Cremona, treni al posto di due bus

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

11commenti

STADIO TARDINI

Il Parma travolge l'Ascoli 4-0 e sogna: è primo in classifica

Frattali: "Rigore parato, evitata sofferenza finale" (Video) - Grossi: "Bella vittoria, molte occasioni mancate per il Parma" (Videocommento)

il personaggio

Lucarelli: "La mia stima per Parma è incredibile" Video

FONTEVIVO

Folla al funerale di Mattia Carra. Lo striscione: "Non ti diremo mai addio"

Il 15enne ha perso la vita in uno scontro fra un'auto e la sua Vespa

PARMA

Raffica di furti in tutta la città: porte e finestre forzate, svaligiati diversi appartamenti

In strada Parasacchi è stata recuperata, abbandonata a bordo strada, una scatola portagioie a forma di valigetta

4commenti

PARMA

Clown e bimbi si "riprendono" l'Oltretorrente Foto

Scatti dal "Torototela Show"

2commenti

TRIBUNALE

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

FESTIVITA'

Accese le luminarie di Natale a Parma Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

USA

Disegna un pene in cielo, top gun punito video

1commento

PIACENZA

Chiede 18mila euro a una ragazza per non pubblicare foto hard: arrestato 35enne

SPORT

SERIE A

Il Napoli piega il Milan (2-1), la Roma si prende il derby

GAZZAFUN

Parma-Ascoli 4-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

curiosità

Sono una "chimera" quelli pubblici a Parma: il 19 è la Giornata mondiale dei servizi igenici

formigine

Damiano, 12 anni, è l'arbitro più giovane d'Italia Video

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto