-1°

il disco della settimana

“Samarcanda”, magnifica quarantenne

“Samarcanda”, magnifica quarantenne
Ricevi gratis le news
0

Gli anni Settanta per la canzone d'autore italiana sono stati gli anni d'oro. Non sempre mitici sotto altri aspetti, lo sono stati invece per quanto riguarda la musica. Soprattutto quella che, con una brutta espressione, viene definita impegnata. Tra i protagonisti di questo periodo irripetibile c'è sicuramente Roberto Vecchioni. Il professore di Lettere lombardo nel 1977 sforna quello che i suoi numerosi estimatori considerano il suo capolavoro: “Samarcanda”. Questo album, tanto bello quanto ambizioso, nel cuore dei “vecchioniani” se la gioca con “Elisir” (1976) e “Calabuig, Stranamore e altri incidenti” (1978). Insomma, roba scritta sempre nei mitici anni Settanta musicali. Nella lista dei suoi capolavori qualcuno inserisce anche “Robinson” (1979) a riprova di una vena creativa davvero inimitabile e che per lui, pur con qualche acuto, fu impossibile da riprodurre negli anni successivi. Anni in cui Vecchioni ha continuato a lavorare e scrivere sfornando cose belle e vincendo perfino il Festival di Sanremo, per la disperazione dei fans “duri e puri”. Quelli di “La leggenda di Olaf” o di “Velasquez”.
Con “Samarcanda”, dunque, Vecchioni scala i gradini del successo grazie alle melodie e ai contenuti dei suoi brani, vende dischi e riempie i teatri con un lavoro corposo e profondo. Il "prof" usa tutto e lo fa nella maniera giusta. Dal mito - Omero, l'Iliade, Achille e Patroclo - de “L'ultimo spettacolo” alla vita quotidiana e ai problemi della coppia (“Due giornate fiorentine”), dall'incontro con il poeta Sandro Penna di “Blu(e) notte” con tanto di citazione pascoliana a “Vaudeville (ultimo mondo cannibale)”, sull'episodio della contestazione che subì Francesco De Gregori al Palalido di Milano. Lasciando da parte la canzone che dà il titolo all'album - appunto la conosciutissima “Samarcanda” e il suo “oh, oh, cavallo”, comunque un brano immortale e una parabola sull'impossibilità di sfuggire al fato - le altre “perle” dell'album sono “Per un vecchio bambino”, dedicata al padre, e “Canzone per Sergio”, per il fratello. Tutti e sette i brani vanno riscoperti o scoperti. Pur diversi l'uno dall'altro, sono, sia consentita l'espressione, uno più bello dell'altro.
Ai tempi del liceo, infine, ascoltare Vecchioni era un po' come risentire quello che si faceva in classe, ma raccontato dal cantautore. Tanti sono, infatti, e non solo in “Samarcanda”, i riferimenti al mito e alla storia antica e medievale. Nel 1972, in “Saldi di fine stagione” aveva, ad esempio, cantato “Aiace”. L'anno dopo “Samarcanda”, in “Stranamore” (l'album è “Calabuig etc.”), canterà Marco Aurelio e l'Alessandro Magno pascoliano di “Alexandròs”. Poi le crociate in “Gaston e Astolfo (la vera storia di)," nell'album “Bei tempi” (1985). Sì, davvero belli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5