17°

editoriale

Quel patto con i giovani che è stato demolito

Quel patto con i giovani che è stato demolito
3

Giovani coppie, bravi ragazzi con la testa sulle spalle, perlopiù laureati. Hanno dai 25 ai 30 anni, lavorano senza certezze, a Parma, a Milano, all'estero. Pensate un po' che bizzarria: vorrebbero convivere, sposarsi e addirittura avere figli. Velleitari. Per una volta non cito le statistiche: ho fonti dirette e fresche, è tutto vero, tranne i nomi. Marco e Arianna, lui praticante commercialista (mille euro al mese) lei impiegata (1.100 euro al mese) hanno trovato una casa arredata a San Lazzaro (affitto 500 euro mensili per 60 metri quadrati) «ce la possiamo fare», dicono facendo un po' di conti; Francesca e Davide lavorano nella stessa società (reddito complessivo 2.200 euro) un mutuo da 750 euro mensili per un trilocale in centro («coraggiosi»), e un crescente timore di perdere il posto in una realtà aziendale in odore di ristrutturazione; Mattia e Daniela, lui ingegnere lei insegnante (precaria, con poche ore all'attivo) reddito sommato intorno ai 1.600 euro e un affitto di 700, spese escluse naturalmente. Hanno compiuto il grande passo, ma «al momento niente figli, non possiamo permettercelo» ammettono. Riccardo e Chiara (lui laureato in economia e lei architetto) hanno vissuto per 4 anni a Londra. Guadagni discreti, ma il gruzzolo che rimane è modesto, visti i prezzi sotto il Big Ben. Hanno deciso di tornare in Italia perché le radici sono importanti. Entrambi devono ricollocarsi e puntano su Milano, ma gli affitti sono alle stelle e gli stipendi non proprio british. E potrei continuare.. c'è chi viaggia per lavoro (Cina, Mosca, Berlino, Giappone) per poco più di mille euro al mese (un sacrificio per il curriculum) e chi fa il praticante in uno studio legale e per mantenersi serve ai tavoli la sera. Questi bravi ragazzi ce la stanno mettendo tutta, così come i loro genitori per aiutarli. Lavorano sì, ma guadagnano poco in questa società «liquida», senza punti di riferimento. Non sono figli di papà con la strada spianata, ma hanno avuto l'opportunità di studiare, di viaggiare. Sono ragazzi normali, cresciuti in famiglie normali. Sono abituati a non sprecare, hanno il senso del dovere, sono motivati, hanno sani principi. Ma i loro progetti hanno a che fare con un sistema che non è dalla loro parte. Ecco perché aborro il termine bamboccioni, specie quando è usato da esponenti della generazione responsabile di avere apparecchiato questo tipo di circostanze sfavorevoli per i più giovani. E' vero che i ragazzi italiani sentono meno dei loro coetanei di altri paesi la spinta a uscire dalla casa dei genitori, ma la prolungata dipendenza economica è frutto di un mercato del lavoro, della casa, e di un sistema di welfare, che ostacolano fortemente l'autonomia. Non è mai banale ripeterlo. Nel mondo del lavoro si entra sempre più spesso attraverso lo stage. Anzi, gli stage: il primo con funzioni formative, e forse anche il secondo e il terzo. Uno studio di Ires presentato ieri rivela che a Parma nel 2016 l'occupazione è cresciuta, ma sono calati i contratti a tempo indeterminato. Il sociologo Luciano Gallino diceva che «l'intero edificio dello stato sociale si è sempre fondato sul grande patto fra le generazioni, sulla continuità del lavoro, sulla possibilità di avere una generazione al lavoro che con i suoi contributi paga le pensioni a quelli che si sono ritirati». Questo patto è stato demolito ma, con esso, anche la continuità del lavoro. Un grave colpo all'economia e alla società, perché si sono rotti i meccanismi che legavano le generazioni. Politici, amministratori, pensate anche ai bravi ragazzi, a quella normalità che può salvare il mondo.

pginepri@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    21 Aprile @ 22.03

    Io mi permetterei di correggere un tantinello la signora Ginepri. Nel mondo del lavoro si entra non tanto con gli stages, ma con le raccomandazioni di qualche politico o di un compiacente e potente monsignore. Altrimenti, si rimane sempre fuori, al freddo, con il cappello in mano.

    Rispondi

    • 21 Aprile @ 22.09

      (dalla redazione) Troppo pessimismo. Sono tempi grami, visto che la crisi morde ancora e si crea poco lavoro, ma il mercato è molto meno opaco di quello che traspare nel suo commento.

      Rispondi

      • Alberto

        22 Aprile @ 14.24

        Forse Franco sarà troppo pessimista , però lei vede splendere il sole anche di notte.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

8commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

LA SPEZIA

Scoperta cellula neonazista: pensava a raid contro immigrati e fabbricava ordigni

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche