21°

editoriale

Quel patto con i giovani che è stato demolito

Quel patto con i giovani che è stato demolito
Ricevi gratis le news
3

Giovani coppie, bravi ragazzi con la testa sulle spalle, perlopiù laureati. Hanno dai 25 ai 30 anni, lavorano senza certezze, a Parma, a Milano, all'estero. Pensate un po' che bizzarria: vorrebbero convivere, sposarsi e addirittura avere figli. Velleitari. Per una volta non cito le statistiche: ho fonti dirette e fresche, è tutto vero, tranne i nomi. Marco e Arianna, lui praticante commercialista (mille euro al mese) lei impiegata (1.100 euro al mese) hanno trovato una casa arredata a San Lazzaro (affitto 500 euro mensili per 60 metri quadrati) «ce la possiamo fare», dicono facendo un po' di conti; Francesca e Davide lavorano nella stessa società (reddito complessivo 2.200 euro) un mutuo da 750 euro mensili per un trilocale in centro («coraggiosi»), e un crescente timore di perdere il posto in una realtà aziendale in odore di ristrutturazione; Mattia e Daniela, lui ingegnere lei insegnante (precaria, con poche ore all'attivo) reddito sommato intorno ai 1.600 euro e un affitto di 700, spese escluse naturalmente. Hanno compiuto il grande passo, ma «al momento niente figli, non possiamo permettercelo» ammettono. Riccardo e Chiara (lui laureato in economia e lei architetto) hanno vissuto per 4 anni a Londra. Guadagni discreti, ma il gruzzolo che rimane è modesto, visti i prezzi sotto il Big Ben. Hanno deciso di tornare in Italia perché le radici sono importanti. Entrambi devono ricollocarsi e puntano su Milano, ma gli affitti sono alle stelle e gli stipendi non proprio british. E potrei continuare.. c'è chi viaggia per lavoro (Cina, Mosca, Berlino, Giappone) per poco più di mille euro al mese (un sacrificio per il curriculum) e chi fa il praticante in uno studio legale e per mantenersi serve ai tavoli la sera. Questi bravi ragazzi ce la stanno mettendo tutta, così come i loro genitori per aiutarli. Lavorano sì, ma guadagnano poco in questa società «liquida», senza punti di riferimento. Non sono figli di papà con la strada spianata, ma hanno avuto l'opportunità di studiare, di viaggiare. Sono ragazzi normali, cresciuti in famiglie normali. Sono abituati a non sprecare, hanno il senso del dovere, sono motivati, hanno sani principi. Ma i loro progetti hanno a che fare con un sistema che non è dalla loro parte. Ecco perché aborro il termine bamboccioni, specie quando è usato da esponenti della generazione responsabile di avere apparecchiato questo tipo di circostanze sfavorevoli per i più giovani. E' vero che i ragazzi italiani sentono meno dei loro coetanei di altri paesi la spinta a uscire dalla casa dei genitori, ma la prolungata dipendenza economica è frutto di un mercato del lavoro, della casa, e di un sistema di welfare, che ostacolano fortemente l'autonomia. Non è mai banale ripeterlo. Nel mondo del lavoro si entra sempre più spesso attraverso lo stage. Anzi, gli stage: il primo con funzioni formative, e forse anche il secondo e il terzo. Uno studio di Ires presentato ieri rivela che a Parma nel 2016 l'occupazione è cresciuta, ma sono calati i contratti a tempo indeterminato. Il sociologo Luciano Gallino diceva che «l'intero edificio dello stato sociale si è sempre fondato sul grande patto fra le generazioni, sulla continuità del lavoro, sulla possibilità di avere una generazione al lavoro che con i suoi contributi paga le pensioni a quelli che si sono ritirati». Questo patto è stato demolito ma, con esso, anche la continuità del lavoro. Un grave colpo all'economia e alla società, perché si sono rotti i meccanismi che legavano le generazioni. Politici, amministratori, pensate anche ai bravi ragazzi, a quella normalità che può salvare il mondo.

pginepri@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    21 Aprile @ 22.03

    Io mi permetterei di correggere un tantinello la signora Ginepri. Nel mondo del lavoro si entra non tanto con gli stages, ma con le raccomandazioni di qualche politico o di un compiacente e potente monsignore. Altrimenti, si rimane sempre fuori, al freddo, con il cappello in mano.

    Rispondi

    • 21 Aprile @ 22.09

      (dalla redazione) Troppo pessimismo. Sono tempi grami, visto che la crisi morde ancora e si crea poco lavoro, ma il mercato è molto meno opaco di quello che traspare nel suo commento.

      Rispondi

      • Alberto

        22 Aprile @ 14.24

        Forse Franco sarà troppo pessimista , però lei vede splendere il sole anche di notte.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Gestione rifiuti: bando da 44 milioni per 15 anni di affidamento del servizio

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

1commento

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

tg parma

Smog: ieri terzo giorno consecutivo con Pm10 alle stelle Video

1commento

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

4commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

salute

Un'équipe dell'Università di Parma studia la chirurgia mini-invasiva contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

7commenti

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

CRIMINALITA'

Delitti di 'Ndrangheta nel 1992 a a Reggio Emilia: tre arresti della polizia

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

SPORT

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

3commenti

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»