21°

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani
Ricevi gratis le news
7

Sulla questione dell'immigrazione e dei problemi che da essa derivano c'è a Parma un fronte preciso, netto, ben individuato e da tutti riconoscibile, che è quello della stazione (anche se i luoghi «difficili» sono certamente anche molti altri). Ma allo stesso tempo si sta formando anche un ulteriore fronte, diffuso, impalpabile e ubiquo: quello dei tanti paesi della provincia che hanno ricevuto o riceveranno migranti-profughi, sistemati in una miriade di collocazioni più o meno felici e più o meno visibili.
Rispetto al primo fronte, gli animi hanno da tempo cominciato ad accendersi, per un'oggettiva situazione di degrado e di perdita di controllo che è a dir poco imbarazzante e che ormai ha ampiamente oltrepassato il limite della tollerabilità. Lo si è visto proprio in questi ultimi giorni, con manifestazioni e contromanifestazioni delle opposte fazioni, che peraltro non hanno minimamente intaccato l'andazzo di quella zona.
Ma anche rispetto all'altro fronte, quello dei profughi disseminati sul territorio, qualcosa di inquietante sta cominciando a muoversi. È successo a San Michele Tiorre, sonnacchiosa frazione alle porte di Felino, dove se cammini per strada fai fatica a incrociare qualcuno, ma dove poi la gente esce di casa e si organizza spontaneamente di fronte all'imposizione di qualcosa che viene vissuto come estraneo, sconosciuto e minaccioso: una mobilitazione degenerata però in una durissima e inedita contestazione, rivolta direttamente al privato cittadino che legittimamente ha messo a disposizione delle autorità un'abitazione per l'accoglienza di venti richiedenti asilo.
Un episodio sul quale i carabinieri stanno cercando di fare piena luce, ma che – al di là delle diverse ricostruzioni della vicenda – non può non essere condannato: l'aggressione, anche quando è solo a parole, non è mai giustificabile. È però indice preoccupante di un timore e di una rabbia sempre più difficili da reprimere. In questa scia si inserisce anche la scelta dei Comuni a guida leghista di dotarsi di ordinanze che complichino la vita a quei privati che vogliano utilizzare immobili per ospitare migranti; come pure la manifestazione contro l'arrivo di stranieri andata in scena sabato per la prima volta nella piazza di Felino.
Casi destinati a rimanere isolati? Oppure prove generali di un malcontento strisciante che aspetta solo di incanalarsi in qualche forma più visibile e tangibile, e magari anche pericolosamente fuori controllo? Nessuno lo sa. Quello che per ora si sa è che qualcosa sta cambiando e che i propositi bellicosi che fin qui venivano manifestati solo a parole, magari al bar, ora cominciano a tradursi in azioni concrete e potenzialmente pericolose. È chiaro che il nostro nervo scoperto non è più solo piazzale Dalla Chiesa a Parma, ma anche il tessuto profondo di una provincia che si scopre vulnerabile e impaurita, che rifiuta di essere scavalcata e che per la prima volta alza la voce, anche se in un modo sbagliato, eccessivo e allarmante. È vero che i problemi della stazione sono reali e concreti, mentre quelli dei comuni che accolgono (o accoglieranno) i profughi sono solo potenziali. Ma la sottovalutazione per troppo tempo del problema immigrazione e una certa ipocrisia del politicamente corretto rischiano solo di esacerbare gli animi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberto

    22 Settembre @ 15.39

    Scusate, non e' proprio legato a questo, ma come mai su nessuna delle testate on line appare quanto successo ieri verso le 17,30 all'inizio di Via Trento, dove 4 nigeriani stavano litigando con contorno di pugni e bottigliate, e i poveri passanti che non sapevano piu' dove andare per non essere coinvolti, cosi' anche in strada si e' bloccato traffico per non investire qualcuno. Ma e' la Polizia che non da' le notizie o ci sono altri motivi per cui non sempre vengono pubblicate, grazie.

    Rispondi

  • emma

    22 Settembre @ 10.50

    credo che bisognerebbe metterli nelle associazioni dove avrebbero bisogno di aiuto per ripulire la citta o le varie associazioni umanitarie invece che lasciarli cosi allo sbando appena arrivati , e credo che quelli beccati a fare cose illegali dovrebbero essere espulsi e non lasciati andare dopo 2 minuti . mi dispiace dirlo ma non se ne puo piu di non poter andare in giro senza aver paura di essere avvicinati da alcuni brutti ceffi

    Rispondi

  • filippo

    18 Settembre @ 23.47

    ma a parma non ci sono problemi , vi sta IL MODELLO PARMA, e i problemi di sicurezza sono solo PERCEZIONE e il sindaco ha rassicurato la popolazione PERCHE' LUI I PROFUGHI LI HA GUARDATI IN FACCIA, avanti parma, avanti pizza

    Rispondi

  • Luca

    18 Settembre @ 21.48

    Una cosa è certa,il problema è reale e nessuno fino ad ora lo affronta nella maniera adeguata.La sinistra (Sic!) con il terrore di apparire di destra non riesce ad uscire dallo schema fascismo,razzismo ecc. ma provvedimenti zero mentre la destra cerca di cavalcare il disagio.Cosa deve fare il cittadino che si deve fare carico dell'inerzia delle istituzioni? Pizzarotti ha preso un sacco di voti di dx ma continua a fare il rifondarolo dando la colpa del malcontento a casa Pound elogiando il "modello Parma" sull'immigrazione, a me pare una presa x i fondelli bella e buona.

    Rispondi

  • ANONIMUS

    18 Settembre @ 20.10

    Per molti politici locali e nazionali non esiste il problema! Non ammetteranno mai il totale fallimento di questa accoglienza senza controlli e senza regole! E le uniche cose che ripetono è che l europa ci ha abbandonato e che la soluzione é lo sprar. La gente é stanca perchè oltre a zone occupate da clandestini e agli stupri tutti i giorni ci sono furti in appartamento e in ditte sempre più violenti!! Anche oggi uno spacciatore nigeriano fermato dai carabinieri gli ha lanciato la bici per cercare di scappare! Questa gente non ha paura e non rispetta neanche le forze dell ordine!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

SPORT

Rugbista colpito da un pugno: è all'ospedale con lo zigomo rotto

Il terza linea è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro