11°

22°

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco
Ricevi gratis le news
13

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, Wally Bonvicini si era fatta conoscere ancora di più dai parmigiani cinque anni fa quando, piuttosto a sorpresa, si era candidata alla poltrona di sindaco alle elezioni comunali del 2012. Elezioni che poi furono vinte dall'attuale primo cittadino Federico Pizzarotti che al ballottaggio prevalse su Vincenzo Bernazzoli. Quella volta, la Bonvicini - l'imprenditrice appena arrestata dalla Guardia di Finanza con l'accusa di far parte di una associazione a delinquere specializzata nell’occultare, in società estere, i patrimoni di coloro che erano in debito con l’Erario - per far breccia nel cuore degli elettori si era presentata con una lista civica dal nome accattivante: «Buongiorno Italia! Siamo voi». Ai media aveva poi sintetizzato il suo programma che poteva essere riassunto in uno slogan, da lei stesso sottolineato,: «Voce ai più deboli». Una campagna elettorale, quella dell'imprenditrice, in linea con i principi della sua associazione, con la tradizionale chiusura in via dei Mercati davanti alla sede di Equitalia, una strada-simbolo. «Questo è un ente che va chiuso - aveva tuonato quel giorno -, il suo ruolo può svolgerlo il Comune». A quelle elezioni, che videro come noto trionfare Pizzarotti, la Bonvicini non prese però molti voti. Ne raccolse infatti trecentottanta fermandosi allo 0.43 per cento. Sessantacinque anni, origini reggiane, arriva a Parma nel 1976 dove si iscrive alla facoltà di giurisprudenza. Diplomata geometra, insegna poi Educazione tecnica nelle scuole, fino a quando non si mette a lavorare nella ditta di abbigliamento della sorella. Diventa poi titolare di una sua azienda di moda, l'Attila Fashion, ma soprattutto si impegna a prestare assistenza gratuita a chi deve dare soldi alle banche e a Equitalia, verso cui non è certo avara di giudizi molto duri. Dal 2009 a Parma è attiva la sua associazione, Federitalia, che ha l'obiettivo, appunto, di dare supporto a migliaia di cittadini. La Bonvicini inizia così a girare l'Italia in lungo e in largo, rilascia interviste e partecipa a dibattiti. «Ho denunciato quasi tutte le banche» racconta alla Gazzetta esattamente un anno fa. A farle intraprendere questa battaglia è un episodio accaduto proprio mentre stava per aprire una delle filiali della sua azienda in Messico. Sul suo conto, aveva spiegato, «erano apparsi sforamenti milionari che poi si erano rivelati inesistenti. Mi trovai i fidi bloccati quando avevo già dato le caparre per acquistare i muri». Da allora, si mette «a frequentare corsi di formazione e a studiare per difendere i risparmiatori e combattere l'usura». Questo la porta anche ad apparire in alcune note tribune televisive. Nel 2013, ad esempio, la Bonvicini è ospitata da Michele Santoro a «Servizio pubblico», il programma su La7, nel corso di una puntata in cui viene intervistato anche il sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Ma di suoi interventi e interviste se ne possono trovare parecchi anche sul web. In questi la Bonvicini si erge sempre a paladina dei cittadini difendendoli contro le banche. Adesso, invece, toccherà a lei difendersi dall'accusa di essere ai vertici di un gruppo transnazionale specializzato nell'occultare all'estero patrimoni di gente che aveva deciso di non pagare le tasse. Un'accusa da cui emerge un'immagine completamente opposta da quella che la Bonvicini ha dato di sè in tutti questi anni.

Ultime notizie #2: scopri se hai letto attentamente la Gazza CLICCA QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andreaparma

    19 Settembre @ 12.53

    Nel 2012 era ridicola, ora è tragica.

    Rispondi

  • Patrizia Adorni

    19 Settembre @ 12.37

    Rimane il fatto che lei ha lottato contro l'usura delle banche e aiutava i cittadini vessati.

    Rispondi

    • baclan

      19 Settembre @ 16.19

      beh in effetti ora che mi ci hai fatto pensare è lei che è vittima di questo ingiusto sistema....bisogna aiutare chi non paga le tasse....

      Rispondi

  • Medioman

    19 Settembre @ 10.22

    Se la signora avesse preso la cittadinanza cinese, sarebbe stato tutto regolare; purtroppo per lei, è cittadina italiana. Cosa sono pochi milioni di euri, in confronto ai miliardi movimentati dalle multinazionali del commercio e della finanza?

    Rispondi

    • atipofachiro

      19 Settembre @ 13.07

      commento molto intelligente complimenti.

      Rispondi

      • gherlan

        19 Settembre @ 17.23

        commento coerente con l'autore, la cui cifra stilistica è la difesa dell'evasione fiscale, dell'uso illimitato del contante ecc.

        Rispondi

        • Medioman

          19 Settembre @ 18.41

          Infatti, secondo lei, le grosse evasioni fiscali si realizzano utilizzando il contante! Ma mi faccia il piacere!!! Sicuramente, Google e Apple pretendono il pagamento in contanti! Invece, pagando con il POS (che si può acquistare su internet collegato ad una banca croata) l'evasione viene annullata! Ha mai vissuto nel mondo reale?

          Rispondi

      • Claudio

        19 Settembre @ 17.11

        Credo anch'io, che ormai le ditte un pò grandi, non guadagnino sulle vendite dei loro prodotti ma sulle speculazioni e le frodi, sia al fisco che alle assicurazioni.

        Rispondi

      • Medioman

        19 Settembre @ 14.49

        Non penso di essere particolarmente intelligente; molto più semplicemente, mi guardo intorno. Per lei (forse) è una novità che le "multinazionali", tramite royalties, spostino capitali da un Paese ad un altro; che decidano di "salvare" le sedi in Paesi con fiscalità agevolata, e chiudano invece le sedi in Paesi "non convenienti". Che certe "finanziarie" propongano ai clienti "investimenti sicuri" in titoli farlocchi (ogni riferimento alle banche non è puramente casuale). Che esistano "fondi comuni" ufficialmente cinesi, ma che operano tranquillamente in tutto il mondo.

        Rispondi

        • Claudio

          20 Settembre @ 17.41

          Medioman se il commento è rivolto a me, le garantisco che è già un pò di tempo che credo quello che dico nel commento.

          Rispondi

        • Medioman

          21 Settembre @ 14.41

          Il mio commento era in risposta a "atipofachiro". Condivido (purtroppo) la sua opinione su certe "ditte" (dalla Parmalat in poi) che, non essendo più gestite dai "padri fondatori", preferiscono guadagnare sulle "oscillazioni dei mercati" (rimanendo nel campo del lecito) invece che sui prodotti e sulla soddisfazione della clientela.

          Rispondi

  • atipofachiro

    19 Settembre @ 09.21

    Era una delle alternative a Pizzarotti. Un'ulteriore dimostrazione che i Parmigiani hanno scelto bene.

    Rispondi

  • simone

    19 Settembre @ 08.48

    Una signora perbene e col senso delle istituzioni. Ahahahah. Forse.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Calcio

Parma, cambia il modulo?

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto