-0°

12°

EDITORIALE

Com'è caduto in basso il low cost

Com'è caduto  in basso il low cost
Ricevi gratis le news
1

E'abbastanza difficile credere che una delle prime compagnie aeree d'Europa, capace di gestire 120 milioni di passeggeri e 1800 rotte, collezionare ricavi per 6,6 miliardi di euro e intascare 1,3 miliardi di utili si accorga da un giorno all'altro di aver calcolato male - o addirittura di essersi dimenticata - il piano ferie dei piloti. Il caso, lo sapete, rimbalza da settimane sui media e tre giorni fa ci ha toccati ancor più da vicino con la cancellazione del Parma-Trapani.
Dunque, fosse vero che un colosso come Ryanair non sia in grado di gestire il personale, ancorché inverosimile è molto grave. Ma ancora peggiore è lo scenario alternativo che sembra trapelare, ovvero la fuga di piloti sfruttati che ha costretto la compagnia irlandese a lasciare a terra centinaia di migliaia di passeggeri. Dove stia esattamente la verità forse lo sa solo il padre padrone Michael O'Leary, bravissimo a rigirare frittate mediatiche alle quali noi giornalisti abbocchiamo con troppa faciloneria. Come quella volta che annunciò i posti in piedi su alcuni voli, una fesseria buona solo per procurarsi pubblicità gratuita. E anche l'interessamento per le spoglie di Alitalia, alla luce della rinuncia, sembra da leggersi in questo senso. Con l'aggravante che il destino della ex compagnia di bandiera è una cosa seria e riguarda - pur non dimenticando la scia di sperperi che ha alle spalle - migliaia di posti di lavoro.
E il punto è proprio questo: dei posti di lavoro, del destino dei dipendenti, dell'etica e della correttezza ai nuovi “padroni” dell'economia mondiale interessa poco o nulla. Perché l'unica certezza emersa dalle testimonianze dei dipendenti più o meno in fuga - tutte convergenti - è quella di un sistema che Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera ha definito con splendida sintesi «caporalato 4.0». Pagati a cottimo, costretti a finanziarsi il corso (obbligatorio) di formazione e perfino la divisa in comode rate mensili trattenute dallo stipendio, assunti da agenzie interinali, privi di assicurazione sanitaria, con ferie non retribuite e malattie non considerate: no, non sono minatori gallesi di fine Ottocento, ma dipendenti di Ryanair del nuovo millennio.
Quando nacque, la compagnia low cost irlandese apportò idee innovative a un mondo rimasto per troppo tempo uguale (taglio dei costi utilizzando un solo tipo di aeromobile, niente inutili fronzoli, biglietti a prezzi competitivi...) costringendo la concorrenza a reinventarsi per reggere la competizione. Ma a che prezzo? Un'azienda che macina utili non può calpestare quell'insieme di valori che tante imprese - a partire da quelle del nostro territorio - portano coraggiosamente avanti, dalla responsabilità sociale alla sostenibilità.
Il lato oscuro di Ryanair somiglia pericolosamente alle ombre della Gig Economy che sta «uberizzando» generazioni di giovani lavoratori e agli slalom dei colossi del web che dribblano le tasse con più disinvoltura di Messi. Questo ci obbliga a domandarci come mai il progresso tecnologico si stia dimostrando inversamente proporzionale a quello delle tutele. Perché l'impressione è quella di andare indietro di un paio di secoli.
Il sindacato ha la sua buona parte di colpe nell'aver zavorrato un mercato del lavoro tutt'altro che agile e competitivo, soprattutto in Italia, ma quando pensiamo che per Ryanair i sindacati semplicemente non esistono, allora è il momento di rivedere le regole, e soprattutto di renderle uguali per tutti.
atagliaferro@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la rivolta di atlante

    01 Ottobre @ 17.13

    la rivolta di atlante

    POCHE REGOLE MA REGOLE NON TRATTABILI ..... QUESTO È L'UNICO MOTIVO DELLA NASCITA DEI SINDACATI... TROPPO TARDI PER SPRECARE CONQUISTE INALIENABILI SCAMBIATE CON LA PATENTE DI SINDACALISTA .... MODERNO. LA CAMUSSO E I SUOI SOCI PASSATI E PRESENTI SONO DISPERATI SENZA PROGETTUALITÀ COMUNE. BISOGNA RIFONDARE LA CLASSE LAVORATRICE CON UNA GIUSTIZIA SOCIALE GRANITICA E UNA CONTRATTUALITA ELASTICA. MA MAI CEDERE I DIRITTI PREVISTI DALLA LEGGE NATURALE AL PATTEGGIAMENTO TRA DUE VOCI. CERTEZZA DELLE REGOLE È GARANZIA DI UNA CONCORRENZA LEALE.,.., TUTT'E LE PRODUZIONI ITALIANE O ESTERE CHE NON RISPETTANO LE REGOLE DEVONO ESSERE CONSIDERATE IMPRESE PIRATA .... E NON PORTANO NÉ BENESSERE NÉ PROGRESSO.,... ANCHE SE HANNO IL FASCINO DEL NUOVO.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cecilia Rodriguez accolta dai fischi in discoteca fa il gesto dell'ombrello

Gf Vip

Fischi per Cecilia Rodriguez, che fa il gesto dell'ombrello

Johnny Halliday, l'addio del suo popolo. Macron: "applaudiamolo"

Spettacolo

Johnny Halliday, l'addio del suo popolo. Macron: "applaudiamolo" Video

Extra Urban Fashion Party al Cubo: ecco chi c'era

FESTE PGN

Extra Urban Fashion Party al Cubo: ecco chi c'era Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Superati i 10 metri d'acqua: il ponte sull'Enza a rischio chiusura

sorbolo

Superati i 10 metri d'acqua: il ponte sull'Enza a rischio chiusura

maltempo

Vetroghiaccio e rami rotti: Massese bloccata nel Tizzanese

Ancora treni bloccati sulla Pontremolese: bus sostitutivi

ALLE PORTE DELLA CITTA'

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

8commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Rimpatriata

Caro, vecchio quartiere Marchi

Intervista

Paolo Fresu mercoledì al Regio

ecco la neve in città

Parma indossa un manto bianco Gallery

inverno

Neve nel Parmense: rischio strade ghiacciate. Treni fermi. Bardi e Berceto: domani scuole chiuse Video - Foto

1commento

gabriella corsaro

Concerto di Natale al presidio Froneri Video

1commento

antidroga

Marijuana tra i mattoni della Pilotta e nelle siepi di via dei Mille: blitz dei carabinieri

4commenti

classifica

Furti nei negozi? Ancora noi sul podio: la terza merce più rubata è il parmigiano

via fratti

Ruba un cane per mendicare: pochi giorni dopo entra in azione in un distributore

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, il difficile comincia adesso

di Paolo Ferrandi

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

GRAN BRETAGNA

Neve, caos a Heathrow. Scuole chiuse e -15°

GERUSALEMME

Muro contro muro Macron-Netanyahu Video

SPORT

POSTICIPO

Il Milan soffre ma piega il Bologna

SERIE B

Il Palermo stende il Bari 3-0 e prende il volo. Parma secondo La classifica

SOCIETA'

Calcio

Le magie di Zola nel disco del rocker King Krule Video

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS