11°

L'INTERVISTA

Davide Adorni, l'ex crociato che ha steso il Pescara

Adorni, l'ex crociato che ha steso il Pescara
Ricevi gratis le news
0

Il difensore parmigiano del Cittadella racconta il suo primo gol in serie B segnato domenica contro il Pescara

L'’ultima domenica è stata una giornata speciale per il difensore parmigiano del Cittadella, Davide Adorni, che alla sua quinta presenza assoluta ha trovato il primo gol in carriera in serie B, inaugurando le marcature nel successo esterno per 2-1 a Pescara, prossimo avversario dei crociati, valso il quarto posto in classifica a meno uno dalla vetta. Il ragazzo, classe ‘92, cresciuto nel settore giovanile del Parma dai Pulcini fino alla Primavera e protagonista in Lega Pro tra le fila di Renate e Santarcangelo (nella passata stagione affrontò da titolare la squadra della sua città sia all’andata che al ritorno), ha suggellato nel miglior dei modi un inizio da favola, in cui i veneti, già ai play-off lo scorso anno, si stanno rivelando la vera sorpresa del torneo. «E’ una società serissima con le idee giuste, sembra quasi una famiglia - spiega Adorni, che nell’estate del 2012 salutò Parma per trasferirsi in prestito al Renate - si erano già avvicinati a me nel mercato di gennaio e li ringrazio per avermi dato l’opportunità di debuttare in serie B».

Quali emozioni ha provato all’Adriatico?
«Una grande soddisfazione, in più il mio gol è servito per vincere. In ogni calcio d’angolo salgo a cercare fortuna nell’area avversaria, è andata bene».

Come giudica il Pescara?
«Credo che abbiano ottime individualità e giocatori di spessore, il nostro mister Venturato è stato bravo a preparare la partita ed arginarli tatticamente. Abbiamo concesso pochissimo ai loro attaccanti».

Ed il campionato di serie B?
«Mi sembra molto equilibrato, ci vorrà ancora del tempo per capire chi potrà prendere il largo. Il livello è decisamente più alto rispetto alla Lega Pro ma il gioco, alla lunga, può darti i risultati».

Cosa ricorda della lunga esperienza al Parma?
«Giocare nella squadra della mia città era un sogno, ho fatto tutta la trafila fin dal primo anno e ci tengo a ringraziare l’allora responsabile del settore giovanile, Francesco Palmieri, che dimostrò di aver stima nei miei confronti. Per un certo periodo venni aggregato da Allievo alla prima squadra in serie B ai tempi di Gigi Cagni, fu indimenticabile».

Con chi ha legato di più?
«Sono rimasto molto amico con Defrel, abbiamo vissuto insieme in Romagna quando ero al Santarcangelo e lui al Cesena: si vedeva subito che aveva talento, velocità e tecnica. Di Lapadula mi impressionò di più il carattere, non mollava mai».

Come ha vissuto il fallimento e la successiva rinascita?
«La speranza di rientrare alla base dai vari prestiti c’era sempre poi cominciarono ad uscire quelle voci preoccupanti ed è stata una botta per tutti conoscendo la passione della piazza ed il valore dei giocatori passati da Parma. Mi fa piacere stia risalendo in fretta, l’idea è di rivederlo presto in serie A».

Che sensazione le ha fatto giocare al Tardini da avversario?
«Lo scorso anno era la prima volta, ci venivo spesso da tifoso e sapere che tra curva e tribuna avevo molti amici a vedermi è stato bello».

Le piacerebbe tornare a Parma?
«In questo momento non ci penso, il mio sogno è raggiungere il massimo col Cittadella».

Foto As Cittadella 1973

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Non ce l'ha fatta la 71enne ucraina travolta in via Langhirano

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

fiere

Cibus 2018 scalda i muscoli: attesi 80mila visitatori

A MEDESANO

Pioggia di lettere anonime a luci rosse

Il caso

«Io, musulmano, sono contro la chiusura delle "Luigine"»

2commenti

carabinieri

Capodanno rovinato: l'appartamento in affitto a Madonna di Campiglio era una truffa

LA BACHECA

Ecco 66 nuove offerte di lavoro

tg parma

Novità in casa Tep: arrivano tre nuovi autobus lunghi 10 e 12 metri Video

1commento

Gioco

Busseto, vinti 64mila euro al lotto

FIDENZA

Auto in fiamme nella notte: incendio doloso?

m5s

Cominciate le parlamentarie. Per Parma Ferraroni, Distante, D'Alessandro e...?

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

2commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

1commento

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti