11°

IL CASO

Ricorso accolto, non paga la Tari

Ricorso accolto, non paga la Tari
Ricevi gratis le news
3

La Commissione tributaria provinciale ha accolto il ricorso contro l'Iren dell'avvocato Claudio De Filippi che non aveva pagato la Tari nel 2015.

Relative alla tassa sui rifiuti, per l'avvocato Claudio De Filippi quelle cartelle erano da considerarsi a loro volta carta straccia. Tutt'al più da gettare - per voler essere cittadini modello - nello specifico bidone per il riciclaggio. Troppe le lacune, a cominciare dal silenzio sui dati necessari per capire come vengano stabilite le tariffe. E così il legale, al sollecito di pagamento ricevuto da Iren il 15 ottobre del 2015, rispose con un ricorso alla Commissione tributaria provinciale. Ottenendo una vittoria che potrebbe rappresentare un precedente per molti cittadini. La Commissione ha ritenuto ben più motivato il ricorso del legale (che in questo caso si è trovato a difendere se stesso) che non la richiesta di pagamento dello stesso tributo.

Ma la controffensiva di De Filippi è stata condotta su più fronti. Anche su quello formale. L'avvocato infatti ha sottolineato come il sollecito mancasse «completamente di relata di notifica, poiché il relativo modulo stampato risulta privo di qualsiasi relata di notifica e-o comunque assolutamente illeggibile. Inoltre, manca qualunque indicazione circa la qualifica del soggetto che ha consegnato l'atto all'ufficiale postale, e non può quindi essere accertata la sua eventuale abilitazione a compiere tale adempimento».

Ma De Filippi si spinge oltre, definendo «la pretesa di pagamento avanzata dalla società Iren circa il pagamento della tassa Tari, nonché la medesima tassa, incostituzionali, in quanto, suddetta tassa non prevede una vera controprestazione di servizio violando, in questo modo, l'articolo 53 della nostra Costituzione, che sancisce il principio della capacità contributiva». Ossia che tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva, e che il sistema tributario è basato su criteri di progressività. «Invece, per la Tasi e la Tari si fa riferimento a parametri (rendite catastali, dimensione immobile...) palesemente illegittimi».

Non solo. «Iren - sottolinea il legale - ha omesso di indicare in maniera adeguata il criterio di calcolo della tariffa, non specificando l'aliquota applicata ma solo la misura definitiva della stessa. Ciò, ovviamente impedisce al contribuente di verificare la correttezza dei calcoli effettuati, limitandone anche la possibilità di difesa avverso la pretesa attivata nei suoi confronti». Una tesi accolta dalla Commissione che ha verificato come l'atto impugnato non espliciti «in alcun modo le modalità di calcolo con cui si è pervenuti all'importo richiesto, limitandosi a indicare i metri quadrati assoggettati a tassazione e il totale dell'imposta risultante dalla moltiplicazione per i suddetti di importi non meglio esplicitati e motivati». Così, la Commissione ha accolto le tesi di De Filippi. E Iren, anziché incassare la somma sollecitata, è stata condannata a pagare 800 euro di spese relative al procedimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    17 Novembre @ 12.39

    vignolipierluigi@alice.it

    Se la giustizia fosse giusta interverrebbe sulle ingiustizie, non verrebbero fatte leggi ingiuste o incomplete se ci fossero persone giuste e oneste al parlamento e alle società che svolgono servizi pubblici. quanti se ! rimane il fatto che più della metà degli italiani sono dei 'Renzi' e molte volte non hanno 'due polli' da portare a un avvocato.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    17 Novembre @ 08.38

    la rivolta di atlante

    SE FOSSE STATO UN CITTADINO MEDIO CON UNA CONOSCENZA LEGALE MEDIA E UNA GIORNATA PIENA DI LAVORO AL DI FUORI DELLA LEGGE - NON - AVREBBE CERTO AVUTO LO STESSO RISULTATO. QUESTA E' LA VERA INGIUSTIZIA LA NECESSITA' DI AVERE UNA CULTURA LEGALE SUPERIORE PER POTER AFFRONTARE LA LEGGE ITALIANA .... UN TRITACARNE DI SOLDI , TEMPO ED ENERGIE.

    Rispondi

    • silviococconi

      17 Novembre @ 10.45

      Non possiamo certo fare colpe alla Giustizia se uno sa come muoversi e far valere i propri diritti: il cittadino medio può sempre avvalersi di un avvocato o di qualcuno che ne sa perchè non tutti possiamo essere onniscienti e nemmeno poterci fare giustizia da soli.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS